Erica e la diagnosi di cancro nel giorno del suo compleanno: “Sono salva grazie alla ricerca”

"Faccio parte della Pink Ambassador, un faro rosa che infonde coraggio e dimostra che si può affrontare e vincere il tumore"

“La diagnosi di tumore è arrivata il giorno del mio compleanno, come un gong che rimbomba nelle orecchie e ti lascia stordita. Ho comunicato la notizia dopo essere andata all’allenamento in piscina, dovevo trovare la forza in me stessa per poterla dare agli altri. I giorni successivi li ho vissuti con la paura di ciò che non potevo controllare ma anche e soprattutto come l’inizio della strada che mi avrebbe portata in salvo. Ricordo ancora il sorriso pieno di gioia con mio marito quando sono rientrata in stanza dalla mastectomia, finalmente libera dall’ospite indesiderato!”. – Così Erica racconta la sua battaglia contro il cancro alla Fondazione Umberto Veronesi.

“La malattia mi ha cambiata, mi sono scoperta una persona forte, positiva e più sorridente di prima. Durante tutto il periodo della chemio io e mio marito abbiamo riso molto, ridevamo dei miei capelli, della mia testa pelata, del mio addormentarmi in 3 secondi, della parrucca che si impigliava nei rami degli alberi o che restava nel cappello quando lo toglievo. Ho trovato lato positivo anche nell’affrontare la radioterapia, che essendo claustrofobica non era proprio nelle mie corde. Dopo le 25 sedute ho scoperto che mi ha “curato” anche la claustrofobia.

Quando ho avuto la diagnosi ho detto a mio marito che se ne fossi uscita vincente avrei dovuto assolutamente restituire il favore e far parte delle Pink Ambassador, un “faro rosa” che infonde coraggio e dimostra che si può affrontare e vincere il tumore e riprendere una vita normale. Mi sono candidata come Pink Ambassador fiera di poter dimostrare che se siamo qui è grazie alla ricerca scientifica. La ricerca vive di donazioni…donare è regalare una possibilità a chi si ammala!”. – Conclude Erica.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Giornata europea della Logopedia, filo diretto con gli esperti dal 4 all’8 marzo

In occasione della Giornata europea della Logopedia del 6 Marzo, l'impegno nella promozione dell’empatia, del sostegno e della flessibilità

Cassino – L’Avis ringrazia gli oltre 1000 donatori annui e guarda al futuro

Cassino - La diciannovesima assemblea dell'associazione si è svolta domenica nella sala Restagno del Comune

Fegato grasso NASH, arriva il primo farmaco efficace per la steatoepatite non alcolica

Positivi i risultati nell'utilizzo di resmetirom per la NASH. Dopo anni di insuccessi potrebbe essere il primo farmaco utile approvato

Paola e la diagnosi di tumore: “Il cancro non mi ha tolto il sogno di diventare mamma”

Il racconto alla Fondazione Veronesi: "Sono diventata Pink Ambassador e ciò mi ha permesso di riscattarmi dalla malattia e superare i limiti"

Melanoma metastatico, approvata la prima terapia cellulare con i TILs: cosa sappiamo

I linfociti estratti dal tumore vengono moltiplicati in laboratorio e poi iniettati nel malato. Così è possibile controllare la malattia

La pasta fa ingrassare e l’ananas fa dimagrire, i falsi miti da sfatare per una sala alimentazione

L'ISS risponde: "Non esistono alimenti buoni o cattivi. Tutti vanno inseriti, nelle giuste proporzioni, in una dieta sana e varia"
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -