Inquinamento, gli effetti a breve e lungo termine sulla salute: tutti i rischi

Dalla Fondazione Umberto Veronesi spiegano cosa succede al nostro organismo se si vive in una città inquinata

“Esporsi agli inquinanti dell’aria non significa per forza ammalarsi, come per ogni fattore di rischio più ci esponiamo a quel singolo fattore e più alta sarà la probabilità di incorrere in una patologia. Ecco perché è importante conoscere le situazioni rischiose, evitare o limitarle il più possibile”. La Fondazione Umberto Veronesi spiega cosa succede al nostro organismo se si vive in una città inquinata.

Quali sono gli effetti?

“A breve termine l’inquinamento dell’aria aumenta il carico di lavoro per il cuore e la densità nel sangue, così nelle giornate di maggiore inquinamento il numero di eventi cardiaci è una volta e mezzo superiore rispetto al normale. E poi ci sono tutta una serie di effetti in acuto legati all’inquinamento come per esempio l’insorgenza o il riacutizzarsi di patologie come tracheiti, bronchiti, laringiti e tante altre. A lungo termine l’esposizione agli inquinanti può aumentare il rischio di patologie croniche come tumori, diabete, aterosclerosi e altre malattie”. – Concludono gli esperti della Fondazione Veronesi.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

FOCUS – Inquinamento killer, così altera la pressione arteriosa dei pendolari: lo studio

Nel traffico l'inquinamento provoca un aumento della pressione, anche in chi viaggia nei mezzi chiusi. Filtri adeguati fanno la differenza

“Solo un uovo sodo nel piatto”. Così una mamma racconta l’anoressia nervosa della figlia adolescente

La storia è comune a quella di tante famiglie alle prese con i disturbi del comportamento alimentare: come cogliere i segnali d'allarme?

Giornata europea della Logopedia, filo diretto con gli esperti dal 4 all’8 marzo

In occasione della Giornata europea della Logopedia del 6 Marzo, l'impegno nella promozione dell’empatia, del sostegno e della flessibilità

Cassino – L’Avis ringrazia gli oltre 1000 donatori annui e guarda al futuro

Cassino - La diciannovesima assemblea dell'associazione si è svolta domenica nella sala Restagno del Comune

Fegato grasso NASH, arriva il primo farmaco efficace per la steatoepatite non alcolica

Positivi i risultati nell'utilizzo di resmetirom per la NASH. Dopo anni di insuccessi potrebbe essere il primo farmaco utile approvato

Paola e la diagnosi di tumore: “Il cancro non mi ha tolto il sogno di diventare mamma”

Il racconto alla Fondazione Veronesi: "Sono diventata Pink Ambassador e ciò mi ha permesso di riscattarmi dalla malattia e superare i limiti"
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -