Tumori pediatrici, la storia della piccola Anna: salvata dalla leucemia grazie alla Ricerca

Mamma Daniela: "Anna è stata salvata da un protocollo di cura, rivisto nel 2017, interamente finanziato da Fondazione Veronesi"

“Era gennaio 2020 quando la più piccola, Anna, è rientrata a casa con una febbre un po’ strana. Da lì si sono susseguiti controlli in ospedale che hanno portato a una diagnosi certa: leucemia. In quel momento, ho pensato che mi sarei lasciata morire lì dov’ero, perché non potevo sopportare il pensiero di questa cosa su mia figlia. Quando però sono andata da lei nella stanza e l’ho guardata ho capito che non potevo mollare!”. – Inizia così il racconto di mamma Daniela alla Fondazione Umberto Veronesi.

“Anna ha cominciato subito la terapia. Mio marito Davide mi è stato accanto in ogni passaggio, per Anna ma anche per il fratello Pietro, che aveva solo 9 anni. Nel frattempo, i medici ci dissero che lei sarebbe stata curata con un protocollo di cura rivisto nel 2017, interamente finanziato da Fondazione Veronesi. Abbiamo subito accettato. La fortuna di poter essere curati con un protocollo aggiornato è quella di poter ridurre al minimo gli effetti collaterali della chemioterapia. La terapia che avrebbe testato Anna, sarebbe servita un domani ad aggiornare il prossimo protocollo e a salvare altri bambini. Anna non ha mai perso il sorriso, era sempre allegra. La dottoressa ci aveva detto: “vedrete che sarà lei a mostrarvi la via per affrontare tutto questo”. Effettivamente è stato così”. – Prosegue Daniela.

“Ci si avvia verso la fine della terapia gradualmente e si avvertono i primi segnali della guarigione perché il mantenimento lascia crescere i capelli, ci si sgonfia, si torna lentamente alla normalità. Anna è tornata a scuola, a giocare con suo fratello Pietro e a ridere serena. Io e mio marito Davide, chiaramente, non possiamo dimenticare, ma cerchiamo di testimoniare quanto la tempestività della diagnosi, l’efficacia delle cure e la fiducia nella ricerca ci abbiano permesso di avere ancora Anna qui con noi.” – Daniela, mamma di Anna.

La Fondazione Umberto Veronesi invita a sostenere la ricerca sui tumori pediatrici https://bit.ly/anna-2023-fb.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

“Solo un uovo sodo nel piatto”. Così una mamma racconta l’anoressia nervosa della figlia adolescente

La storia è comune a quella di tante famiglie alle prese con i disturbi del comportamento alimentare: come cogliere i segnali d'allarme?

Giornata europea della Logopedia, filo diretto con gli esperti dal 4 all’8 marzo

In occasione della Giornata europea della Logopedia del 6 Marzo, l'impegno nella promozione dell’empatia, del sostegno e della flessibilità

Cassino – L’Avis ringrazia gli oltre 1000 donatori annui e guarda al futuro

Cassino - La diciannovesima assemblea dell'associazione si è svolta domenica nella sala Restagno del Comune

Fegato grasso NASH, arriva il primo farmaco efficace per la steatoepatite non alcolica

Positivi i risultati nell'utilizzo di resmetirom per la NASH. Dopo anni di insuccessi potrebbe essere il primo farmaco utile approvato

Paola e la diagnosi di tumore: “Il cancro non mi ha tolto il sogno di diventare mamma”

Il racconto alla Fondazione Veronesi: "Sono diventata Pink Ambassador e ciò mi ha permesso di riscattarmi dalla malattia e superare i limiti"

Melanoma metastatico, approvata la prima terapia cellulare con i TILs: cosa sappiamo

I linfociti estratti dal tumore vengono moltiplicati in laboratorio e poi iniettati nel malato. Così è possibile controllare la malattia
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -