“Ceccano 2030: capitale della bellezza”, verso la città del futuro

Partito un percorso di cambiamento all'insegna del benessere collettivo, della valorizzazione della cultura e non solo

Un successo inaspettato di pubblico ha lanciato Ceccano verso il 2030 come capitale della bellezza grazie all’intervento del filosofo Filippo Cannizzo di Sabato 26 Novembre 2022, in occasione dell’iniziativa “Ceccano 2030: capitale della bellezza”.

L’iniziativa “Ceccano 2030: capitale della bellezza” era nata dalle sollecitazioni e sullo stimolo degli spunti di riflessione emersi nel corso della presentazione del libro “Lacrime di gentilezza. Sulle tracce della bellezza per una (ri) generazione umana” del filosofo Filippo Cannizzo, svoltasi la scorsa estate in una piazza XXV luglio gremita di persone a Ceccano. 

Le opere dell’artista ciociara Fabiana Fioretti hanno fatto da cornice agli interventi delle realtà associative,  movimenti, realtà attive sul territorio accomunate dall’amore per la bellezza di Ceccano: Alessandro Ciotoli, Adriano Papetti, Maria Laura Lauretti, Francesco Ruggiero, Gianluca Popolla, Lorenzo Pelloni, Anna Mingarelli, Francesco Compagnone, Vincenzo Del Brocco, Salvo Raoni, Emanuela Piroli, Maurizio Lozzi, Luigi De Matteo, Alessandro Liburdi, Elisa Tiberia, Flavio Di Fiore, Mariangela De Santis, Armando Papetti, Maurizio Cerroni.

Guidati da Filippo Cannizzo, gli intervenuti hanno calato le tematiche e le idee del filosofo a livello locale e territoriale – a partire dall’analisi delle tante problematiche ambientali, occupazionali, infrastrutturali, culturali, che attanagliano da troppo tempo questa città – con idee, progetti, proposte, di chi desidera Ceccano come la città dei bambini e dell’ambiente, la città dei diritti e dell’integrazione, la citta dello sport e delle fragilità, la città dei giovani e del lavoro, la città della cultura e delle persone di ogni età.

Il filosofo Filippo Cannizzo – EU Ambassador Beauty&Gentletude e coordinatore delle iniziative di ResiliArt Italy di Unesco – ha introdotto l’iniziava parlando di Ceccano che, anche seguendo le indicazioni dell’Agenda 2030, può immaginarsi città della bellezza e diventarlo nel 2030. Infatti, la bellezza può rappresentare un investimento sul futuro, quello di un cambiamento all’insegna del benessere collettivo e degli individui, del miglioramento della qualità della vita, anche per questa città. Alla fine sono stati raccolti progetti e proposte concrete par dare vita a un’altra idea di Ceccano possibile. La Ceccano del futuro. La Ceccano della bellezza e della gentilezza. Per guardare in modo nuovo a politiche che interessino la bellezza di questo territori.

Chi è Filippo Cannizzo

Filippo Cannizzo è un filosofo e ricercatore universitario. Ha insegnato a Bologna, Napoli, Roma e, dopo aver collaborato con l’Istituto Luigi Sturzo e la Fondazione Ugo Spirito, ha diretto l’ICC Castelli. Tra i promotori dell’evento internazionale “The Economy of Francesco”, è stato tutor presso la “XIII UNESCO Creative Cities Conference Fabriano 2019” e ha coordinato le iniziative di ResiliArt Italy: Bellezza di Unesco. Cannizzo, promotore di una legge per la bellezza nel Bel Paese, ideatore del Festival di Filosofia in Ciociaria e direttore scientifico del convegno “Sulle tracce della bellezza” per la Regione Lazione, per il best seller “Briciole di Bellezza. Dialoghi di speranza per il futuro del Bel Paese”ha ricevuto il premio nazionale “Per la Filosofia” 2018, il premio internazionale “SCRIPTURA” 2019. E’ “EU AmbassadorBeauty&Gentletude” 2021-2022.

Da Ceccano è partito un percorso di cambiamento all’insegna del benessere collettivo e delle persone, della tutela e della valorizzazione della cultura, del miglioramento della qualità della vita fondata sulla bellezza e la sua salvaguardia, bellezza intesa come fonte di lavoro, sviluppo economico, e la rivalutazione della vita nei comuni del Bel Paese. Verso la rivoluzione della gentilezza e della bellezza, verso il 2030.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

“Le frontiere di Chiavone”, domani la rievocazione storica della “Battaglia di Bauco”

Boville Ernica - Appuntamento sabato 28 gennaio a partire dalle 15, nel centro storico, con un ricchissimo programma culturale e non solo

“La memoria rende liberi”, un evento per ricordare le vittime della Shoah: le immagini

Frosinone - Un auditorium “Paris” del Conservatorio gremito ed emozionato per l'appuntamento dedicato alla Giornata della Memoria

Giornata della Memoria, un fine settimana all’insegna della Pace: gli appuntamenti

Isola del Liri - La città si prepara a celebrare la settimana della memoria. Ricco il calendario degli eventi

“Brighid e il Respiro della Foresta”, il libro della scrittrice Caridei arriva all’università di Cassino

L'autrice, frusinate di adozione, racconta agli studenti dell'Unicas il conflitto russo-ucraino e la crisi climatico-energetica

Maria Centofanti, la Lady Chef ciociara sbarca al Festival di Sanremo

La chef della rinomata Osteria New York di Broccostella farà parte della brigata ufficiale della cucina di Casa Sanremo 2023

“Capitale italiana della cultura 2025”, Roccasecca tra i dieci comuni finalisti

Una bella notizia per il comune della provincia di Frosinone che concorre per aggiudicarsi l'ambito riconoscimento