Aggressione in carcere, detenuto si scaglia contro due infermiere: è emergenza

La carenza di infermieri presso le tre Case Circondariali della provincia ha portato la situazione allo stremo. Sindacati sulle barricate

La UIL Fpl di Frosinone torna a chiedere, a gran voce, al Commissario Straordinario della Asl, di far fronte alla carenza di infermieri presso le tre Case Circondariali della provincia.

Un’integrazione di personale più che mai necessaria anche alla luce del susseguirsi di tentativi di aggressione nei confronti di operatori. Il più recente si è verificato lo scorso 1 aprile presso il carcere di Frosinone quando un detenuto ha sfogato la propria rabbia nei confronti di due infermiere contro le quali sono stati lanciati sgabelli e contenitori della differenziata presenti in sala infermeria. – Denunciano dal sindacato – Le due infermiere hanno riportato traumi, fortunatamente lievi, e sono state dispensate da lavoro per tre giorni. Entrambe però, per non lasciare ulteriormente sguarnito il reparto e non mettere in difficoltà i propri colleghi, hanno rifiutato il riposo e sono tornate a lavoro.

“Purtroppo – sottolinea il Segretario UIL Fpl Maurizio Palombi – i nostri appelli sono, ad oggi, inascoltati. Il poco personale presente, che deve far fronte a 700 detenuti dislocati nelle carceri di Frosinone, Cassino e Paliano, sono sottoposti a turni massacranti con difficoltà nell’assicurare un servizio assistenziale dignitoso. In più, sono costretti a subire aggressioni da parte dei detenuti.

Oggi – segnala Palombi – abbiamo un solo infermiere per turno dunque, una situazione, ampiamente segnalata negli ultimi 3 anni, diventata ormai insostenibile sia per la gestione delle poche risorse, ma anche, in prospettiva, per i fenomeni di stress correlato e possibili ricorsi derivanti dal mancato riposo, contrattualmente e giuridicamente garantiti. A fronte di questa situazione torniamo a sollecitare un intervento immediato volto a dar sollievo all’organico infermieristico penitenziario e tale da poter assicurare i LEA dovuti”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Regione – Lite condominiale finisce nel sangue: 38enne accoltellato alla gola e all’addome

Colleferro - L'uomo è stato trasportato in codice rosso e d'urgenza in ospedale. Le sue condizioni sarebbero molto gravi

Un anno senza Serena Ciotoli, il 1° giugno un evento in memoria della giovane

A Ceccano Balloon Art, il primo festival delle sculture di palloncini colorati per ricordare la 26enne scomparsa prematuramente

Investito mentre passeggia, un uomo resta gravemente ferito: elitrasportato d’urgenza

Anagni - L'incidente è avvenuto nel primo pomeriggio di oggi poco fuori dal centro cittadino. Ancora da chiarire la dinamica

Sotto l’effetto di cocaina resta coinvolto in un incidente: gli ritirano la patente e lo denunciano

Veroli - Nell'impatto tra due vetture erano rimasti lievemente feriti entrambi i conducenti. Al 44enne è stata anche sequestrata l'auto

Giuseppe Petricca compie 101 anni, l’omaggio dell’Arma al carabiniere catturato dai nazisti

Decorato con la Croce al Merito di Guerra per la partecipazione al secondo conflitto mondiale e poi nel 1956 per la detenzione in Germania

‘La casa di Willy’ è realtà: aperta a sostegno dei giovani in un quartiere difficile

Cassino - Inaugurata sabato mattina, in viale Pertini a San Bartolomeo, ospiterà un centro di aggregazione
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -