Kazakistan, scoppia l’incendio in un ostello: almeno 13 le vittime

Nel tragico rogo ad Almaty le persone sarebbero morte a causa di un avvelenamento da monossido di carbonio

Kazakistan, tragedia in un ostello: almeno 13 persone sono morte in un incendio scoppiato ad Almaty. Lo rendono noto i media locali citati dalla nostra stampa nazionale. Il rogo “ha distrutto il seminterrato di un condominio di tre piani che ospita un ostello”, afferma il dipartimento delle emergenze della città più popolosa del Paese a cavallo tra Asia ed Europa. I vigili del fuoco sono riusciti a domare le fiamme in circa un’ora e al momento “hanno trovato 13 persone morte per avvelenamento da monossido di carbonio”, aggiungono le autorità locali.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Maxi incidente in Tanzania, camion perde il controllo e si scontra con 3 veicoli: 25 morti

Tra le vittime ci sono 3 stranieri. Il bilancio del tragico sinistro è pesantissimo: si contano anche 21 feriti

Burkina Faso, attacco terroristico durante la messa: massacrati almeno 15 cristiani

La comunità cattolica di Essakane è stata presa di mira dagli islamici. Nel bilancio si conterebbero anche due feriti

Olanda, crolla un ponte in costruzione: due operai muoiono schiacciati

I cavi che sostenevano una delle arcate del ponte si sono spezzati e l'arco è crollato al suolo. Feriti altri due operai

Usa, scavano una buca in spiaggia ma la sabbia cede e li inghiotte: bimba muore, grave il fratello

Florida - Nonostante i primi soccorsi dei presenti e poi l'arrivo del personale sanitario, la piccola di 7 anni non ce l'ha fatta

Egitto, camion di migranti si ribalta e prende fuoco: 11 morti e 6 feriti

Il ribaltamento del mezzo, sul quale c'era anche un egiziano, è avvenuto mentre i migranti fuggivano dopo il loro ingresso illegale nel Paese

Usa, pestato a scuola perché non si sentiva né maschio né femmina: 16enne muore il giorno dopo

Oklahoma - Il giovane era da tempo vittima di bullismo. Ancora è comunque da chiarire se ci sia un effettivo legame tra la rissa e il decesso
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -