“Lazio anno uno”, tutti gli interventi in provincia nei primi dodici mesi di governo Rocca

Ieri la conferenza stampa per tracciare il bilancio del primo anno di governance Rocca e per guardare ai progetti futuri

“Lazio anno uno”, ieri la conferenza stampa per tracciare il bilancio del primo anno di governance Rocca e per guardare ai progetti futuri. Il punto sugli interventi in provincia di Frosinone.

Aprile 2023 – Fondi piano nazionale complementare (Pnc) interventi programma sicuro verde sociale. È in corso la gestione del programma di interventi finanziati dal Fondo complementare al PNRR (56 interventi per 240 milioni di euro), che vede, allo stato, il perfetto allineamento degli interventi stessi alle scadenze previste dal cronoprogramma procedurale di cui al decreto MEF del 15 luglio 2021. Prossima scadenza procedurale è prevista per il 31 dicembre 2024, raggiungimento del 50% di stato di avanzamento lavori.

In base allo stato di avanzamento dei lavori, costantemente monitorati dalla struttura, al momento sono state erogate ai soggetti attuatori risorse pari a circa 65 milioni di euro e, durante il periodo aprile 2023-febbraio 2024, dieci interventi (dei complessivi 56 finanziati) hanno già ampiamente superato l’obiettivo procedurale del raggiungimento entro il 31 dicembre prossimo del 50% dei lavori, obiettivo posto dal DM MEF del 15 luglio 2021.

Nel corso di questo primo anno di Governo della nuova Giunta sono stati prodotti 61 atti che hanno movimentato risorse finanziarie pari a circa 27 milioni di euro, di cui circa 16 milioni di euro nell’ambito territoriale della Città Metropolitana di Roma Capitale, circa 3,7 milioni di euro nella provincia di Frosinone, circa 1,8 milioni di euro nella provincia di Latina, circa 4 milioni di euro nella provincia di Rieti e circa 1,7 milioni di euro nella provincia di Viterbo.

Liquidazioni programmi costruttivi in corso

Nell’annualità 2023 si è proceduto alla definizione dei programmi di Edilizia Residenziale Agevolata mediante l’acquisizione della documentazione mancante ai fini di provvedere alle liquidazioni dei contributi pubblici, riconducibili alle diverse procedure selettive di cui alla DGR n.  7271 /94, alla DGR n. 355/04, al DM 2523/01 ed al bando del Piano Nazionale Edilizia Abitativa (PNEA) ex D.P.C.M. 16 luglio 2009.

Tale attività ha consentito, la definizione di programmi di edilizia agevolata, l’acquisizione della documentazione prescritta dalle specifiche direttive regionali, nonché di provvedere alla liquidazione di contributi per 82.126,31 euro riferiti ai programmi costruttivi attuati con il bando della DGR n.355/04 per gli interventi realizzati nell’ambito territoriale di Ciampino (Rm) e di Sperlonga (LT).

Tra le diverse cooperative ammesse a finanziamento relative al programma sperimentale ministeriale denominato “20.000 abitazioni in affitto”, di cui al D.M. n. 2523/2001 nell’ultimo trimestre 2023 si è concluso l’iter istruttorio che ha permesso l’erogazione della rata a saldo pari ad 452.962,69 euro a favore di una Cooperativa edilizia per l’intervento di una nuova costruzione sul territorio di Roma Capitale.

In riferimento al Piano Nazionale Edilizia Abitativa nell’annualità 2023 sono stati liquidati 1.736.627,76 euro che fanno riferimento alle rate di finanziamento erogate in virtù degli stati di avanzamento lavori degli interventi realizzati nei Comuni di Poli, di Velletri (Rm) e di Ferentino. È stato dato inoltre seguito alla liquidazione dell’importo di 21.032,41 euro nell’annualità 2023 dei contributi in conto interessi, a favore degli Istituti di Credito erogatori dei mutui, finalizzato alla agevolazione dell’acquisto di abitazioni di edilizia agevolata a soggetti aventi i requisiti di legge. Con la Legge n. 10/2004 “contributi in favore di soci di cooperative edilizie in difficolta economica” e successivaDGR n. 1045/04 si sono definiti i criteri e le modalità dell’intervento regionale per il sostegno alle famiglie truffate da cooperative o imprese fantasma. Sulla base delle istanze pervenute, si è provveduto alla liquidazione di 10.000,00 euro a Lazio Innova quale Ente deputato per il rimborso all’utente finale.

Maggio 2023Finanziamento per il trasporto pubblico locale dei comuni del Lazio. La Giunta regionale del Lazio ha approvato la delibera per il finanziamento per il trasporto pubblico locale dei Comuni del Lazio (escluso Roma) per un importo di 64.730.000,00 euro.

Pnrr, bonifica del suolo per i comuni – Avviato l’iter per la bonifica del suolo di siti nei comuni di Aprilia, Arpino, Graffignano e Ventotene nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), attraverso un finanziamento di 34 milioni di euro.

Tavolo tecnico consultivo delle Polizie locali

È stato istituito, con un decreto firmato dal Presidente Rocca su proposta dell’assessore Luisa Regimenti, il tavolo tecnico consultivo delle Polizie locali del Lazio composto dai comandanti dei Corpi di Polizia locale di Roma Capitale e dei comuni capoluogo di provincia, dai comandanti dei Corpi di Polizia locale della Città metropolitana di Roma capitale e delle Polizie Provinciali e da cinque rappresentanti di polizia locale di altri comuni, di cui due da comuni sotto i cinquemila abitanti (Anguillara, Sora, Gaeta, Bagnoregio, Ponza). Il tavolo è previsto dall’articolo 6 comma 1 della legge regionale 1 del 2005. Il tavolo fornisce supporto alla Regione formulando proposte e prestando consulenza relative allo svolgimento delle funzioni regionali in materia di polizia locale e si occupa di programmi relativi alla formazione degli operatori delle polizie locali. Il tavolo non veniva convocato da diversi anni.

PSR Lazio 2014-2022 – Aiuti all’avviamento aziendale per giovani agricoltori e all’ammodernamento delle aziende agricole. Con una spesa di circa 20 milioni di euro a favore delle aziende agricole del territorio, è stato approvato lo scorrimento di due graduatorie. Il primo scorrimento di graduatoria riguarda la misura a sostegno dei giovani agricoltori e l’avvio di nuove start up in campo agricolo. In relazione al bando approvato nel 2019, tutte le domande ritenute ammissibili, ma non finanziabili per carenza di fondi, sono state finanziate. Nello specifico sono stati ammessi a finanziamento 130 giovani agricoltori sul territorio regionale con una spesa complessiva ammessa pari a 9,1 milione.

Il secondo scorrimento riguarda i fondi previsti nel Piano di Sviluppo Rurale 2014/2022 per il sostegno all’ammodernamento delle aziende agricole, ovvero all’ammodernamento delle strutture o all’acquisto di dotazioni aziendali come macchine e attrezzature. Grazie allo scorrimento della graduatoria inizialmente approvata nel 2019, 78 aziende agricole, distribuite nel territorio potranno beneficiare di un contributo totale pari a 9,9 milioni di euro, per un investimento complessivo sostenuto dalle aziende di 19,8 milioni di euro.

Innovazione in agricoltura

Approvata anche una determina relativa alla Misura 16.2 del Piano di Sviluppo Rurale con uno stanziamento di oltre 5 milioni di euro per il finanziamento di 39 progetti per l’implementazione e lo sviluppo di nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie già attive ma ancora non testate, adattate e presenti nel contesto regionale. Il finanziamento di questo primo gruppo di progetti innovativi è il risultato di una operazione di overbooking finanziario in attuazione della quale sono stati finanziati tutti i progetti valutati positivamente e ritenuti ammissibili al contributo pubblico, senza che sia necessario ricorrere alla predisposizione di graduatorie di ammissibilità con un significativo impulso all’accelerazione delle procedure per l’autorizzazione al finanziamento.

I progetti sono così ripartiti su base territoriale:

provincia di Frosinone: 6 progetti per un importo euro 1.085.277,6 euro

• provincia di Latina: 12 progetti per un importo di euro 2.053.736,07 euro

• provincia di Rieti: 7 progetti per un importo di euro 1.386.173,48 euro

• provincia di Roma: 1 progetto per un importo di euro 94.279,62 euro

• provincia di Viterbo: 13 progetti per un importo di 2.511.613,55 euro

Luglio 2023Progetto Ossigeno – Nell’ambito del Progetto Ossigeno – nato per contrastare i cambiamenti climatici attraverso la messa a dimora di alberi e arbusti di origine prevalentemente autoctona, nelle aree urbane e periurbane – sono stati approvati 5 avvisi di manifestazione di interesse rivolte alle province di Frosinone, Latina, Rieti, Roma Capitale e Roma Città Metropolitana (la provincia di Viterbo ha già esaurito il budget) per la raccolta delle nuove proposte, per un importo complessivo disponibile di oltre 4 milioni di euro.

Stanziati 600 mila euro a sostegno dei comuni lacustri

La Giunta della Regione Lazio, presieduta da Francesco Rocca, ha stanziato 600mila euro da destinare ai Comuni che si affacciano sui laghi laziali. I fondi serviranno agli enti per ampliare l’offerta turistica, aumentando le potenzialità ricettive delle spiagge e dei litorali balneabili per l’annualità 2023. I fondi serviranno per ampliare l’offerta turistica e saranno erogati a favore dei Comuni interessati all’iniziativa, sulla base dei criteri di proporzionalità della popolazione residente e all’estensione lineare complessiva degli arenili destinati alla balneazione. I fondi saranno erogati a favore dei Comuni lacustri interessati all’iniziativa, sulla base dei criteri di proporzionalità della popolazione residente e all’estensione lineare complessiva degli arenili destinati alla balneazione.

Agosto 2023Delibera sulla Valle del Sacco

Approvazione della delibera inerente alla Valle del Sacco, sulla base dell’accordo di programma tra Regione e ministero dell’Ambiente per la definizione dei valori di fondo naturale delle acque sotterranee e dei suoli. Per questo sono state prenotate risorse per 762mila euro così ripartite: 300mila per Arpa Lazio, il restante per il Consiglio Nazionale delle Ricerche. Un primo passo, finalizzato alla realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e bonifica del sito compiuto su proposta dell’assessore alla Tutela del Territorio, Rifiuti e Mobilità Fabrizio Ghera di concerto con l’assessorato all’Ambiente.

Fondo per il Sistema integrato di educazione dalla nascita a 6 anni

Sono state riprogrammate le economie della seconda quota di finanziamento per l’annualità 2021 del “Fondo nazionale per il Sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni”, pari a 450.000 euro. In particolare, la Regione, al fine di incentivare e agevolare l’inclusione delle bambine e dei bambini disabili nei servizi educativi, ha avviato in tutti i Comuni del Lazio, nei Municipi di Roma Capitale e nelle ASP titolari di servizi educativi un censimento statistico delle bambine e dei bambini 0-2 anni con disabilità (sensoriale, motoria ed intellettiva relazionale). È stato, pertanto, assegnato un contributo a favore dei 22 Comuni del Lazio che hanno dichiarato la presenza di bambini con disabilità iscritti presso i nidi comunali accreditati.

La Direzione competente in materia di formazione, con la Direzione per l’Inclusione sociale, ha adottato, nel corso del 2023, la quarta edizione dell’avviso pubblico volto all’erogazione di Buoni servizio finalizzati al pagamento delle rette dei servizi educativi nel territorio della Regione Lazio, del valore massimo di 400 euro mensili, finalizzati all’abbattimento dei costi di frequenza per l’accoglienza dei bambini (3-36 mesi) presso i servizi educativi accreditati o accreditandi nel territorio della Regione Lazio, per l’anno educativo 2023-2024, con una dotazione finanziaria pari a 11 milioni di euro.

Approvazione del Quadro delle risorse regionali finalizzate alla realizzazione degli interventi di carattere sociale relativi agli esercizi finanziari 2023-2024 per complessivi 86.202.488 euro nell’esercizio finanziario 2023 e 16.821.000 euro nell’esercizio finanziario 2024.

Settembre 2023Protocollo di Intesa RL – Comune di Frosinone e Comune di Sora per il completamento delle opere di urbanizzazione nei Piani di Zona. In attuazione dell’art, 1, comma 134, della Legge n. 145/2018 e sue modifiche e integrazioni la Giunta regionale con propria deliberazione 12 aprile 2022 n. 189: ha definito la programmazione delle risorse da utilizzare per le finalità del programma, tra le quali sono previste le “opere di urbanizzazione primaria e secondaria nel territorio dei Comuni del Lazio”, nella quale sono state individuate risorse disponibili da utilizzare nelle annualità 2021 – 2034. In analogia con quanto già posto in essere con Roma Capitale, l’Amministrazione regionale ha l’intendimento di finanziare con l’utilizzo delle suddette risorse, gli interventi pubblici che verranno individuati dalle Amministrazioni comunali e, nello specifico, il completamento delle infrastrutturazioni dei Piani di Zona, in modo da renderli fruibili alla collettività. Al fine di stabilire i reciproci impegni tesi alla predisposizione degli atti e delle attività tesi alla realizzazione delle opere di urbanizzazione, sono stati predisposti gli schemi di Protocollo di Intesa finalizzati al completamento delle opere di urbanizzazione dei Piani di Zona individuate dal Comune di Sora e dal Comune di Frosinone approvati e/o in corso di approvazione da parte della Giunta regionale.

Inoltre, al fine di acquisire dai Comuni del territorio regionale proposte di interesse idonee a soddisfare gli obiettivi enunciati dal programma regionale finalizzate alla richiesta di contributi per il completamento delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria nei Piani di Zona (diretto ai capoluoghi della Provincia della Regione ed ai Comuni con popolazione superiore ai 25.000 abitanti), è stata adottata la deliberazione di Giunta regionale 30 novembre 2023, n. 834. Nella stessa, si è stabilito di procedere alla pubblicazione di un Avviso pubblico per l’acquisizione delle manifestazioni di interesse da parte dei Comuni, approvando allo stesso tempo i criteri in base ai quali i Comuni potranno presentare le proposte al fine della concessione dei finanziamenti previsti. Complessivamente la programmazione di tali interventi prevede risorse pari a circa 4 milioni di euro.

Ottobre 2023 – Hydrogen Valley a Patrica

In seguito alla pubblicazione dell’avviso per il finanziamento delle cosiddette “Hydrogen Valleys” – distretti dell’idrogeno – sono stati finanziati i due primi progetti per la realizzazione delle “Hydrogen Valley”. Con Determinazione numero G13426 del 11/10/2023 (BURL 83-2023) è stato emanato l’atto di concessione delle agevolazioni richieste per il primo beneficiario. Grazie a tale atto i beneficiari possono richiedere al MASE un’anticipazione del 10% delle spese. Il termine per il completamento dei progetti è fissato inderogabilmente a giugno 2026. I due progetti beneficiari sono: “H2-Civitavecchia”, con un finanziamento di oltre 7 milioni di euro e di “Helios” per l’area di Patrica, con un finanziamento di oltre 9 milioni. La loro realizzazione permetterà la nascita delle prime due Hydrogen Valleys del Lazio.

Ampliamento rete regionale Centri per la Famiglia

1.543.675 euro impiegati per l’ampliamento della Rete Regionale dei Centri per la famiglia. Sono stati ammessi a finanziamento nuovi 12 Centri per la famiglia, in particolare: 4 Centri nel territorio di Roma Capitale, 4 Centri nel territorio della Città Metropolitana di Roma e 4 Centri nelle altre Province del Lazio (2 nella Provincia di Latina, 1 nella Provincia di Rieti e 1 nella Provincia di Frosinone).

Novembre 2023 Depuratore ex Asi di Anagni

La Regione Lazio sta risolvendo le problematiche legate alla mancata attivazione del depuratore ex ASI ad Anagni, attraverso specifiche attività di accordo con ATO5 ed il soggetto gestore Acea e ATO5 con l’obiettivo di risolvere la problematica legata alla procedura d’infrazione. Inoltre, si è provveduto ad approvare il protocollo di intesa con ACEA per i progetti di intervento con l’obiettivo di risolvere le problematiche relative alla mancata potabilizzazione delle acque ad uso umano e gli scarichi impianti di potabilizzazione e capacità depurativa. 

Iniziative per il reinserimento dei detenuti

Stanziati oltre 290mila euro per iniziative di inclusione sociale, reinserimento e promozione del diritto allo studio delle persone detenute. Nello specifico, 230mila euro saranno destinati al sostegno alla genitorialità ed alla conservazione e miglioramento della vita affettiva e relazionale, al sostegno al benessere psicofisico, al sostegno alle forme di espressività, creatività e riflessione. Le risorse saranno messe a bando attraverso un Avviso pubblico, destinato alle associazioni del Terzo settore, con la definizione dei criteri e delle modalità di assegnazione dei finanziamenti e di valutazione degli interventi proposti.

Le restanti risorse sono destinate alle Università che hanno sottoscritto il Protocollo di intesa con il Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale della Regione Lazio ed il Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria, al fine di garantire il diritto allo studio della popolazione detenuta nella regione Lazio. Questa la suddivisione delle risorse tra le Università: Università Roma Tre 21.600 euro; Università Tor Vergata 18.993 euro; Università di Cassino 10.133 euro; Università Sapienza 8.000 euro e Università della Tuscia 1.334 euro. Nel Bilancio 2024-2026 sono destinati 500mila euro ai progetti di reinserimento sociale dei detenuti. Il 29 febbraio 2024 è stato convocatoun tavolo interassessorile per pianificare gli interventi a sostegno delle condizioni della popolazione detenuta.

Gennaio 2024 Valle del Sacco, accordo per l’analisi tecnica del suolo con Cnr e Arpa

È stato dato il via libera alla convenzione per la caratterizzazione dei valori di fondo del Sin Valle del Sacco. Grazie alla convenzione sarà effettuato uno studio tecnico-scientifico delle matrici ambientali della valle attorno al fiume Sacco. All’Arpa viene conferito il compito di determinare i valori di fondo rilevati nel suolo e nel sottosuolo, mentre al Cnr quello di farlo per le acque sotterranee. Le attività verranno sviluppate nell’arco di 30 mesi attraverso dei campionamenti e si concluderanno con un elaborato tecnico e una cartografia specifica nella quale sarà possibile individuare le anomalie dovute a fenomeni di origine naturale. Il patto, che mira ad affrontare l’annosa questione della contaminazione ambientale dell’area, ha visto riuniti tutti i soggetti coinvolti per affrontare i molteplici aspetti: dalla salute, all’agricoltura fino alle attività produttive.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Truffe e furti agli anziani, istituito un fondo di solidarietà per le vittime

Contributi anche per raggiri, rapine, estorsioni, e scippi regolarmente denunciati alle autorità giudiziarie

”Il dovere dell’alternativa”, Zingaretti a Sora con il Pd: l’attacco alla destra

Con Fantini, Pittiglio, Martini e Battisti, gli esponenti Dem hanno incontrato i cittadini: “L’alternativa alla destra è possibile”

Sicurezza, oltre 4 milioni di euro per videosorveglianza nei comuni e beni confiscati

Nell’ambito della sicurezza integrata, sarà emanato un avviso pubblico, denominato “Sicurezza in Comune”, rivolto anche ai comuni ciociari

Il socialista Matteotti 100 anni dopo, Iacovissi: “A Frosinone un convegno promosso dal Psi”

Appuntamento mercoledì 17 aprile, alle ore 17, presso la sala consiliare del Comune. I cittadini sono invitati a partecipare

Ater, nuovi alloggi a Frosinone e Arce e interventi di manutenzione: la programmazione

L'annuncio di Ciacciarelli: "Approvata in Giunta Regionale la nuova programmazione per un importo pari a 5.940.555,83 euro"

Elezioni Veroli – Nasce ‘Rete Democratica’: la nuova realtà a sostegno del candidato Caperna

Nei prossimi giorni il gruppo, che vuole esprimere un contributo fattivo per la città, ufficializzerà la lista completa di candidati
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -