Frosinone, Mastrangeli: “Il programma prima di tutto o si torna al voto” – il VIDEO in esclusiva

Il sindaco di Frosinone ospite nella nostra redazione: un'intervista a tutto campo su temi istituzionali e amministrativi

Non saranno gli schemi politici ad inibire Riccardo Mastrangeli quando deciderà in che maniera uscire dalle sabbie mobili in cui è finita la sua maggioranza in tensione da mesi, al di là del ribadire come l’attuazione del programma di governo vada avanti comunque e senza interruzioni. Il primo cittadino di Frosinone ha spiegato che la sua priorità è assicurare la continuità amministrativa e l’utilizzo dei finanziamenti giunti col Pnrr e con i fondi Fesr. Tutte risorse che – in caso di interruzione della consiliatura – rischierebbero di saltare del tutto con danni evidenti per il capoluogo. Quindi la “domanda delle mille pistole” che intende rivolgere ai consiglieri di maggioranza una volta terminati i confronti, sarà: “chi ci sta ancora a sostenere il programma sottoscritto ad inizio consiliatura?”. “Di certo non metto la pistola alla tempia di nessuno”, aggiunge. Mastrangeli lo ha dichiarato a Frosinone News nel corso di un’intervista esclusiva per il format “Scenari e Retroscena” che apre la serie di incontri con esponenti politici e istituzionali della regione e del territorio. Una nuova iniziativa editoriale che si realizza col prezioso contributo tecnico di Giuseppe Manzo.   

Se cade la consiliatura? I fondi saranno a rischio ma mi ricandiderò

Il sindaco ha anche detto chiaramente che, in caso di caduta della maggioranza, tornerebbe comunque a candidarsi a primo cittadino per chiedere ai frusinati la loro valutazione sulle cose fatte, sulle opere cantierate e sulla necessità di recuperare quel che, a quel punto, sarà recuperabile degli oltre 60 milioni di euro di finanziamenti pubblici e privati che si stanno riversando sulla città. Tanti i temi trattati, a partire dalla stretta conclusiva sul progetto di città intercomunale a firma della convenzione tra i Comuni che hanno aderito al progetto: una aggregazione da 120mila abitanti che ha il duplice compito di catturare più risorse dall’Europa e di bilanciare i rapporti col capoluogo pontino. Quindi ha affrontato il tema del necessario riassetto regionale basato sulla indipendenza di Roma Metropolitana: è giusto che venga finanziata direttamente dal governo centrale. Serve una Regione Lazio in cui le province tornino a poter contare su risorse adeguate. Frosinone e Latina, poi, devono mettere da parte i campanili ed esprimere una forte solidarietà. Centrale il tema della sanità ed il ruolo dell’ospedale “Spaziani” il cui raddoppio è una evoluzione concreta e fattibile legata ad esigenze strutturali evidenziate in maniera allarmante durante l’emergenza Covid.

Piste ciclabili dipinte d’azzurro e giallo e Brt ai nastri di partenza

“Io sono un sindaco civico”, ha ribadito di fronte all’obiezione che molti lo considerano ormai del tutto funzionale alla Lega. Ha sottolineato la bontà dell’accordo con Mauro Vicano che nel corso dei primi anni di consiliatura ha dimostrato lealtà e coerenza. “Voglio dei partner che credano in quel programma e che si possa chiudere la consiliatura regolarmente. Se questo succede bene. Altrimenti la soluzione migliore è quella democratica di chiamare i cittadini ad esprimersi. Io riconcorrerò e dirò ai cittadini: questo è il programma con i soldi che ho trovato, queste le opere da fare per cambiare la città e portarla verso la modernità”. Quanto agli aspetti amministrativi, “le piste ciclabili andranno avanti, cambieranno il look che verrà colorato di azzurro e giallo per marcarle maggiormente e renderle più integrate nel tessuto cittadino. Qualche criticità per due particelle non espropriate verrà superata nel giro di pochi giorni. Il Brt problemi non ne ha. (…) Nei prossimi giorni incontrerò tutti i consiglieri comunali per illustrare bene il percorso. (…) Ma sappiano che se vogliono fermare le opere e far perdere i finanziamenti io non ci sto”.

La stazione sarà hub dell’alta velocità. Aeroporto, meglio l’impiego civile

Ha ricordato di aver ricevuto da Ottaviani 20 milioni di euro finanziati per la rigenerazione urbana ed una serie di investimenti come il piano periferie: “Stiamo lavorando, Corso Lazio è al 50% dell’intervento; un cantiere enorme riguarderà la stazione Fs per un investimento di 23 milioni di euro. Diventerà uno scalo con vocazione commerciale ma anche hub per l’alta velocità”. I fondi Fers sono passati in giunta lunedì scorso e sono destinati a parcheggi, due parchi, quello del Cosa e il Parco Sorgenti, greenway ciclabili lungo il Cosa. Per l’Aeroporto Moscardini, Mastrangeli auspica un utilizzo civile del sedime, fermo restando il progetto di Scalo civile che riguarda un’altra porzione di territorio che non tocca la sede del 72° Stormo.

La visione di una città capoluogo più moderna e meno inquinata

La visione di città per i prossimi anni? Più moderna ed efficiente ed anche meno inquinata. Pollice verso ai biodigestori. Quello proposto per il capoluogo, tanto per cominciare, ha una capacità eccessiva rispetto alle necessità della città. Da settembre tutte le scuole riscaldate a gas e metano, via gasolio ed altri derivati petroliferi. “Non sono sfuggito alle domande, vede?”, sorride a fine intervista. Ma torna subito agli impegni: sabato (domani) dovrebbe chiudere la “ricognizione” ed avviare la “verifica” sull’orlo di una consiliatura che resta pericolosamente in bilico.

Il sindaco Mastrangeli nella Redazione di Frosinone News
- Pubblicità -
Stefano Di Scanno
Stefano Di Scanno
Giornalista Professionista

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Incendi dolosi, fine settimana devastante in Ciociaria: la Fontana deposita un’interrogazione

L'on. Ilaria Fontana ha depositato un'interrogazione al Min. Dell'interno, al Min. Della Protezione civile e alla Presidenza dei Ministri

Frosinone – Mobilità sostenibile e BRT, il consiglio comunale convocato in adunanza aperta

Il consiglio, sul tema citato, è stato quindi convocato per mercoledì 31 luglio alle 10.30 nell’aula consiliare

Atto aziendale Asl, esplode il caso. Campoli grida allo scandalo: “Copiato dalla Regione Campania”

Il sindaco di Fumone attacca: “In più punti, a partire da pagina 83 ultimo rigo, si fa riferimento alla Campania. Non vi vergognate?”

Anagni – Approvazione atto aziendale Asl, Santovincenzo: “Il sindaco riferisca ai cittadini”

Il consigliere afferma: “Deve riferire come si è espresso nei confronti dell'atto aziendale Asl. E deve spiegare cosa intende fare”

Torture e violenze sui pazienti del Cem, la Savo chiede un confronto comune per studiare misure preventive

“Sono disponibile a convocare una seduta della Commissione Sanità, che presiedo, per affrontare il fenomeno in tutti i suoi aspetti”

Frosinone – Mastrangeli incontra il presidente del Consiglio dei giovani: spunti e proposte

Il Sindaco ha incontrato il presidente Lorenzo Federico: un colloquio cordiale e proficuo nel quale sono state condivise tante idee
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -