Omicidio Thomas Bricca, il Riesame: “Roberto e Mattia Toson pericolosi. Restano in carcere”

Alatri - Sono state depositate dai giudici le motivazioni che hanno spinto la magistratura a respingere la richiesta di scarcerazione

Alatri – Roberto e Mattia Toson, padre e figlio accusati di aver ucciso, lo scorso 30 gennaio, in un agguato a colpi di pistola, il 19enne Thomas Bricca, “sono pericolosi e potrebbero ancora uccidere”. Per questo i giudici del Tribunale del Riesame hanno deciso che resteranno in carcere respingendo la richiesta di scarcerazione avanzata dai legali dei due, Angelo Testa e Umberto Pappadia. 

Sono state depositate dagli stessi giudici le motivazioni che hanno spinto la magistratura a respingere la richiesta di scarcerazione. Le prove raccolte dalla Procura di Frosinone, al momento, sono dunque ritenute solide. La testimonianza chiave resa dalla ex fidanzata di Mattia, i tentativi di depistaggio posti in essere dai nonni del giovane, madre e patrigno di Roberto Toson, gli smartphone spenti durante l’agguato, il casco riconosciuto dalla stessa ex di Mattia ed altri elementi chiave hanno determinato la decisione dei giudici. Ora i legali presenteranno ricorso in Cassazione. Roberto e Mattia Toson restano nel carcere di Civitavecchia dove sono rinchiusi dallo scorso 18 luglio. 

La ricostruzione degli inquirenti 

Stando a quanto emerso nel corso delle indagini, secondo gli investigatori, Roberto e Mattia Toson erano a bordo del T-Max scuro con cui raggiunsero via Liberio. Thomas era seduto con alcuni amici sulle scalette sotto al Girone, con lui Omar Haoudi, il vero bersaglio. Tre i colpi di revolver esplosi, uno risultato fatale per il giovane che indossava un giubbotto bianco uguale a quello dell’amico. A sparare, stando all’accusa, Mattia mentre il padre Roberto guidava lo scooter. Il quadro probatorio ricostruito era stato ritenuto idoneo dal GIP del Tribunale di Frosinone per l’emissione della misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di Roberto e Mattia Toson perché “in concorso tra loro cagionavano la morte di Thomas Bricca”. Agli indagati sono altresì contestate le circostanze aggravanti di aver agito per futili motivi e con premeditazione, per rappresaglia rispetto alle risse verificatesi in data 28 e 29 gennaio 2023. Inoltre, a Roberto Toson è contestata la circostanza aggravante di aver commesso il fatto essendo sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale per la durata di 2 anni.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Auto in fiamme nella notte, l’ombra del dolo dietro il rogo: è giallo

Ripi - Vigili del Fuoco al lavoro per domare le fiamme. L’auto, come una palla di fuoco, ha attraversato la strada per finire poi in un campo

Frosinone – Imponente servizio di controllo del territorio, la Polizia sgombera altri alloggi Ater occupati abusivamente

Lotta senza tregua a criminalità e illeciti. Decine di agenti e mezzi impegnati nei controlli che hanno interessato le zone a rischio

Incidente sull’A1, auto vola fuori strada: traffico paralizzato in entrambe le direzioni

Anagni - Si tratta del terzo incidente odierno sull’A1 dopo il tir in fiamme e il sinistro che ha visto coinvolta una moto

Intere zone senza acqua, numerose famiglie in difficoltà: il sindaco prende posizione

Monte San Giovanni Campano - Intere località senza acqua: le famiglie insorgono ed il sindaco è con loro per pretendere un servizio opportuno

Incidente sull’A1, gravissimo impatto: elitrasportati due motociclisti

Lo schianto poco fa, tra Frosinone e Ferentino, in direzione Nord. Sul tratto interessato è piombata la macchina dei soccorsi

Tir in fiamme in A1, brucia anche il terreno circostante: inferno di fuoco in autostrada

Tir a fuoco sull’A1, al km 601.7 in direzione Napoli, in prossimità dell’uscita di Anagni. Diversi chilometri di coda
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -