Omicidio Willy, chiesto l’ergastolo per i fratelli Bianchi

I Pm hanno chiesto l’ergastolo per Gabriele Bianchi e per Marco Bianchi, 24 anni per Pincarelli e 24 per Belleggia

Una lunga requisitoria, servita per ricostruire quando accaduto, al termine della quale la pubblica accusa  ha chiesto condanne pesanti per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte, il giovane di Paliano ucciso a Colleferro la notte tra il 5 e il 6 settembre 2020.

Imputati: i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli. Presente in aula  anche la mamma del ragazzo, Maria Lucia Monteiro. “L’oggetto del processo – ha affermato il Pm Francesco Brando – è un fatto tanto brutto quanto semplice. Una aggressione becera e selvaggia posta in essere da quattro persone ai danni di un ragazzo. La disciplina sportiva usata dagli imputati – ha argomentato- è un’arma per annientare il contendente, e per farlo senza considerare le conseguenze dei colpi. Una tragedia come quella che si è verificata a Willy poteva, quindi, capitare a chiunque e quella sera poteva morire anche qualcun altro.

Basti pensare – ha fatto notare – al calcio dato all’altezza della gola a Samuele Cenciarelli, amico di Willy. Calcio dato a parti sensibili del corpo proprio perché chi lo ha sferrato sapeva dove colpire per fare male. Willy è morto – ha concluso- per la lucida follia del branco”.

Poi è stata la volta del sostituto procuratore Giovanni Taglialatela. “Il corpo di Willy sul tavolo settorio è un corpo che parla”.  Ha fatto notare nella sua requisitoria. “Tutta la superfice del capo è attraversata da contusioni e tracce di percosse. Non c’è una parte – ha aggiunto  – che non sia stata interessata da un trauma. Inoltre non ci sono elementi che possano dire che Willy si sia difeso. Il suo corpo, che presenta lacerazioni ovunque, è stato usato come fosse un sacco da pugilato”.

I Pm hanno, quindi, chiesto l’ergastolo per Gabriele Bianchi e per Marco Bianchi, 24 anni per Pincarelli e 24 per Belleggia. La prossima udienza servirà per la replica delle difese. Infine un’ultima per la sentenza. 

- Pubblicità -
Gianluca Trento
Gianluca Trento
Direttore Responsabile di Frosinone News. Già giornalista dei quotidiani online “LaProvinciaQuotidiano.it” e “TuNews24.it” e del settimanale cartaceo “Tu News”. In passato è stato anche Direttore Editoriale de “La Provincia”, Direttore Responsabile del quotidiano “Ciociaria Oggi”, Condirettore de “Il quotidiano della Ciociaria”, giornalista di “Paese Sera”, del settimanale “L’Inchiesta” e del quotidiano online “Il Corriere della Provincia”.

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Investito in bici, “Michele non mollare”: la città si stringe attorno al 28enne

M.S.G.C. - Gravissime le ferite riportate, tanto che il ragazzo è stato elitrasportato a Roma dove è stato operato d’urgenza

Terremoto Juventus, il caso choc spiegato dall’Avvocato Danilo Iafrate

I reati contestati, cosa rischia ora il club bianconero e molto altro: il quadro della situazione secondo l'esperto legale di Isola del Liri

Rifiuti, Giuseppe Sacco chiama a raccolta i sindaci: “Non dobbiamo essere impreparati”

Roccasecca - Il primo cittadino scende in campo per la tutela del territorio del sud della provincia di Frosinone

Maltempo: temporali e freddo per tutto il weekend, arriva la neve anche a basse quote

Tra sabato e domenica attese piogge, anche intense, temporali e nubifragi, in particolare sul Lazio. E poi freddo e neve

Nocione, avviate le analisi sullo stato di contaminazione: si va verso la bonifica del sito

Cassino - Nei prossimi giorni verranno prelevati campioni di acqua per valutarne l’eventuale stato di contaminazione

False prestazioni sanitarie per ottenere i rimborsi, scoperta truffa milionaria: 9 indagati

Gli indagati avrebbero attestato l’avvenuta erogazione di prestazioni di tipo oncologico e urologico mai effettuate per ottenere rimborsi
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -