Regione – Anziano muore di freddo nella sua casa, gli avevano staccato la corrente per morosità

Sotto accusa i distacchi delle utenze ai cittadini in difficoltà economiche. Le Associazioni di Consumatori: “Sospendere i distacchi"

Le Associazioni di Consumatori aderenti al Crcu stigmatizzano il tragico evento avvenuto il 20 gennaio in un palazzo nel quartiere Balduina, che ha riguardato la morte di un anziano presumibilmente a causa degli stenti subiti a seguito del distacco delle utenze domestiche.

“Secondo quanto riportato da varie fonti stampa – dichiarano le Associazioni di Consumatori della Regione Lazio –, il decesso dell’anziano sarebbe avvenuto a causa del freddo dovuto al distacco delle utenze. Non si esclude che l’uomo sia deceduto per complicanze dovute al suo stato di salute e allo stato di degrado in cui era ridotto l’appartamento senza corrente. Chiediamo con forza l’abolizione del procedimento di distacco delle utenze di luce e gas nei casi di difficoltà e di impedimenti economici da parte degli utenti e delle famiglie, impossibilitate a pagare le bollette o rientrare dei debiti maturati a causa delle condizioni economiche precarie”.

“Ricordiamo agli utenti che a Roma è attivo il servizio S.A.I.S.A, che è rivolto agli anziani che si trovano in condizione di temporanea o permanente limitazione della propria autonomia e che necessitano di un sostegno a domicilio per rispondere ai bisogni di cura, igiene personale, gestione delle incombenze quotidiane e socializzazione. Il sostegno viene erogato sulla base della valutazione del bisogno socio-assistenziale della persona e prevede l’elaborazione di un Piano d’Intervento Individuale volto allo sviluppo e al mantenimento dell’autosufficienza, dell’autonomia e dell’integrazione sociale. Per superare la crisi economica – concludono le Associazioni di Consumatori – in alcuni casi è necessario l’impegno e il coinvolgimento di tutte le Istituzioni”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Sparatoria ad Alatri, indagini serrate. Gli amici di Thomas Bricca: “Ora abbiamo paura”

Gli inquirenti stanno stringendo il cerchio introno a mandante ed esecutori dell'agguato. E intanto c'è chi annuncia vendetta

Regione – Tenta di uccidersi con un fucile rubato: i carabinieri lo salvano in extremis. Ma poi lo arrestano

Terracina - L'uomo ha chiamato sul 112 manifestando intenti suicidi. I militari sono entrati in azione in quei minuti concitati

Sparatoria ad Alatri, il padre di Thomas Bricca: “Mi avete spezzato il cuore. Dio perdona io no”

Duro lo sfogo di Paolo Bricca sui social. Il 18enne è stato dichiarato clinicamente morto. In città il clima è teso

Processo Mollicone, trascorsi 106 giorni dalla sentenza: cresce l’attesa

Le motivazioni sull'assoluzione degli imputati dovrebbero arrivare entro la fine della settimana dopo due proroghe

La Procura sale in cattedra per illustrare la riforma Cartabia: le immagini della convention

Cassino - Oltre 300 tutori dell'ordine hanno raccolto l'invito del procuratore capo d'Emmanuele. Gremita la sala conferenze dell'80° Rav

Alatri – Agguato mortale, i killer di Thomas Bricca hanno le ore contate

Il giovane diciottenne è stato dichiarato clinicamente morto. Gli inquirenti sono sulle tracce di mandanti ed esecutori