Sottoposto ad un intervento chirurgico ad un occhio: la lettera di un paziente ai medici

"Non so come ringraziare chi mi ha operato, la dottoressa Giannini e tutta l'équipe infermieristica che ha preparato l'intervento"

Un paziente operato di cataratta ringrazia, in una lettera, i medici e tutto il personale della UOC di Oculistica dell’Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini. A diffondere il messaggio la stessa Azienda Sanitaria: “Sperando possa infondere fiducia ad altre persone che, come lui, si sentono a disagio e provano spavento o ansia a fronte di visite e/o interventi chirurgici”.

“Ieri (nei giorni scorsi, ndr) sono stato operato di Cataratta all’occhio destro nel Reparto Oculistica del San Camillo. Non so come ringraziare chi mi ha operato, la dottoressa Giannini, e tutta l’équipe infermieristica che ha preparato e assistito all’intervento. Gentili, spiritosi, competenti, affabili, disponibili, delicati, tutto quello che si può desiderare, insomma, veramente mi sembrava di essere a casa. A un certo punto (chi l’ha fatta sa che durante l’operazione si perde un po’ il contatto con la realtà che ci circonda vista l’assoluta invisibilità della stessa), ho cominciato a pensare: “Ma quando cominciamo?” e di li a pochi minuti la risposta: abbiamo finito! Non me ne ero nemmeno accorto!” – Scrive l’uomo.

“E si che sono un tipo che sopporta tutto, tranne che gli si tocchino gli occhi, tanto da prendere ansiolitico sia la stessa mattina che la sera prima; i giorni precedenti ho anche pensato un attimo di lasciar perdere pur di stare tranquillo. Poi l’ho fatto farmacologicamente, ma il resto é stato un vero miracolo e il merito è stato delle persone citate e delle quali mi dispiace non poter fare tutti i nomi. Ma grazie lo posso dire a tutti!”. – Conclude l’uomo.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

“Cerco un uovo amico”, la Polizia di Stato sostiene la ricerca contro il neuroblastoma

Il neuroblastoma è la prima causa di morte per malattia durante il periodo prescolare. Il sostegno alla ricerca sui tumori solidi pediatrici

Emicrania, prima causa di disabilità al mondo tra i giovani: è possibile prevedere un attacco?

Emicrania prima causa di disabilità al mondo nella fascia giovane della popolazione: influisce in maniera negativa sulle attività quotidiane

Sclerosi multipla, gardenie e ortensie in piazza a sostegno della ricerca: “Bentornata Gardensia”

Venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 marzo, numerosi saranno i volontari presenti nelle più importanti piazze della Ciociaria

Arresto cardiaco, defibrillatore extravascolare salva la vita ad un uomo: primo intervento nel Lazio

L'intervento al Policlinico Umberto I di Roma. Il primo paziente a beneficiare di questo avanzamento tecnologico è stato Gianluigi, 65 anni

Sanità, rinnovato l’accordo per i medici di Pronto Soccorso. Obiettivo: migliorare l’assistenza nel Lazio

I sindacati riconoscono la crescita professionale e il miglioramento del livello di assistenza. La soddisfazione degli esponenti politici

Epilessia, quando può essere il primo sintomo di un tumore cerebrale? Cosa sappiamo

Quando l'epilessia è il primo sintomo di un tumore cerebrale: nel 3,6 per cento dei casi convive con il cancro
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -