Stellantis, oggi riunito il primo tavolo. Angelilli: “Su Cassino chiesta chiarezza alla multinazionale”

Il tavolo ha stigmatizzato in modo netto e unanime il progetto di vendita di alcune sedi Stellantis, compresa quella di Cassino

Riunito oggi al MIMIT il primo tavolo ufficiale sull’automotive, alla presenza del ministro Urso e del sottosegretario Bergamotto. All’incontro anche il vicepresidente della Regione Lazio, Roberta Angelilli, oltre al sindaco di Cassino, Enzo Salera e al primo cittadino di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi, per evidenziare la situazione relativa a Stellantis, che negli ultimi mesi ha destato notevole preoccupazione.

Nel tavolo, che si è svolto in un clima di massima concretezza e collaborazione, le Istituzioni hanno richiamato Stellantis alle proprie responsabilità, facendo presente che gli incentivi dovranno essere condizionati all’aumento della produttività.

«Durante l’incontro, in linea con le iniziative a livello nazionale, abbiamo confermato per gennaio l’apertura di un tavolo di lavoro regionale, come indicato nella recente mozione votata in Consiglio regionale all’unanimità su Stellantis».

Lo ha dichiarato il vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico, al Commercio e Artigianato, all’Industria e Internazionalizzazione della Regione Lazio, Roberta Angelilli, al termine della riunione.

«Abbiamo apprezzato la dichiarazione di Stellantis – ha spiegato il vicepresidente Angelilli – che è determinata a mantenere una centralità dell’Italia per gli investimenti e la produzione. Ma ho chiesto chiarezza alla multinazionale sulle modalità della riorganizzazione, sui volumi produttivi futuri e sui segmenti dello stabilimento di Piedimonte San Germano».

Il tavolo ha stigmatizzato nel merito e nel metodo in modo netto e unanime il progetto di vendita di alcune sedi Stellantis, compresa quella di Cassino, che ha generato un grande disappunto e un vero e proprio allarme sociale tra i lavoratori sui territori.

Inoltre, sono stati annunciati cinque sottotavoli per lo sviluppo sull’automotive che partire a breve:

•        Mercato per la produzione, con obiettivo 1 milione di veicoli

•        Competitività ed efficientamento degli stabilimenti italiani

•        Investimento su ricerca e sviluppo

•        Componentistica con il suo indotto

•        Riqualificazione delle competenze alla luce della transizione verde.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Ospedale S. Benedetto, Campoli e il comitato tornano a battagliare: “Si rischia la chiusura”

Il grido di allarme: "Mentre il privato avanza grazie ai finanziamenti regionali, la sanità pubblica continua a fare passi indietro"

Regione Lazio – Delega all’Università per l’assessore Luisa Regimenti: gli obiettivi

Al lavoro su internazionalizzazione e competitività degli atenei laziali, diritto allo studio e sul problema degli alloggi

Comitato per lo sviluppo sostenibile, la Provincia “dimentica” gli ordini professionali: arriva la stoccata

In una nota congiunta, gli ordini professionali del territorio sollevano dubbi legittimi sulla concretezza del gruppo di lavoro

Casalvieri – Elezioni, Borza è il candidato sindaco di FdI: Ruspandini e Maura lanciano la volata

Ruspandini: "Sarò personalmente al fianco di Mario Borza nella competizione elettorale di giugno". Obiettivo: rilancio della Valcomino

Rifiuti, è battaglia: la Lega contro “l’arrampicata sugli specchi” di Fabio De Angelis

Lo scontro è appena cominciato: i consiglieri provinciali della Lega Andrea Amata e Luca Zaccari incalzano la Saf. "Il punto è politico"

Rifiuti, compatti contro la discarica: la Consulta dei sindaci del sud provincia ‘boccia’ Di Stefano

Stigmatizzato il comportamento del presidente della Provincia sulla questione del sito a discarica. Fallone e Sacco al vetriolo su Cerreto
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -