Traffico illecito di rifiuti, prosciolti i vertici di un’azienda leader nella produzione di palloncini

Il Gup del tribunale di Roma ha accolto la tesi difensiva degli avvocati Paolo Marandola, Alessandra e Vittorio Salera

Prosciolti dal Giudice per l’udienza preliminare perché il fatto non sussiste società leader nel settore della produzione di palloncini con sede nel Sorano e il legale rappresentante della stessa accusati di traffico illecito di rifiuti, e assistiti dagli avvocati Paolo Marandola, Alessandra e Vittorio Salera.

L’indagine, condotta dal Corpo Forestale dello Stato e coordinata dalla Procura di Roma – Direzione Distrettuale Antimafia – aveva ipotizzato l’esistenza di una attività organizzata finalizzata a gestire abusivamente e abitualmente ingenti quantitativi di rifiuti speciali caratterizzati da codice speculare. In particolare si ipotizzava a carico degli imputati di aver classificato e gestito come nonpericolosi i fanghi derivante dall’impianto di depurazione quando, invece, secondo l’impostazione accusatoria, avrebbero dovuto essere classificati e gestiti come pericolosi.

Tale condotta, relativa al periodo compreso tra il 2017 e il 2018 avrebbe determinato non solo un danno all’ambiente ma un profitto per le casse dell’azienda di diverse centinaia di migliaia di euro,
somma corrispondente alla differenza tra il costo di avviamento dovuto per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi
rispetto a quello effettivamente corrisposto per lo smaltimento quali rifiuti non
pericolosi.

Sulla base di questa contestazione nel mese di aprile 2021 veniva anche disposta dal gip di Roma il sequestro dell’impianto di depurazione con la nomina di un amministratore giudiziario. Il Gup di Roma, dopo la dimostrazione da parte dei legali e dei consulenti tecnici della legittimità dell’operato dell’azienda, aveva già disposto il dissequestro dell’impianto di depurazione e la revoca dell’amministratore giudiziario. Ieri è stata pota la parola fine a questa vicenda: infatti, accogliendo le tesi degli avvocati Paolo Marandola, Alessandra Salera e Vittorio Salera, il Gup di Roma ha prosciolto sia l’imprenditore che la Società da tutti i reati contestati perché il fatto non sussiste.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Regione – Omicidio alla stazione, 41enne accoltellato e lasciato in una pozza di sangue davanti ai passanti

Roma - Il delitto è avvenuto presso la stazione Termini. A far scattare l’allarme sono stati gli astanti. Inutili i soccorsi

Sora – Incidente sul Lungoliri, coinvolta auto della polizia: autista ferito

Sora - Sul posto medici e paramedici del 118 nonché gli agenti della Polizia Locale per i rilievi e la gestione del traffico

Sora – Dotati di arma e manette i nuovi agenti della Polizia Locale: sicurezza al primo posto

Le "nuove leve" della Polizia Locale, in carico al Comando dallo scorso dicembre, sono state equipaggiate di pistola, manette, divisa

Addio a Gianmarco Ceccani, domani i funerali del giovane: una comunità unita nel dolore

Alatri - Le esequie saranno celebrate nella giornata di domani, alle ore 16, presso la chiesa Maria Santissima Regina a Tecchiena

Frode fiscale ed auto-riciclaggio internazionale, nove arresti e maxi sequestri

Eseguiti sequestri di beni per circa 3 milioni di euro, pari all’importo transitato strumentalmente sui conti delle società “perno”

Maltrattava e picchiava l’ex moglie, stalker nei guai: la fine ad un inferno di violenza

Cervaro - Ad un 50enne di Cassino è stato applicato il braccialetto elettronico. L’uomo non potrà avvicinarsi alla ex
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -