Il Comune di Fiuggi vince contro il Demanio, sentenza storica: esulta Baccarini

“La collettività, dopo quasi 100 anni, rientra nella piena proprietà di un tesoro inestimabile quale l'area ex stazione, palazzina medica”

Un altro colpo messo a segno dal sindaco Alioska Baccarini: vittoria storica contro il Demanio. La collettività fiuggina, dopo quasi 100 anni, rientra nella piena proprietà di un tesoro inestimabile, quale l’area ex stazione, palazzina medica. Un risultato clamoroso che proietta Fiuggi verso il Giubileo 2025 e va ad implementare i servizi dell’ASL. 

Non nasconde tutta la propria soddisfazione il sindaco Alioska Baccarini: “Un meraviglioso regalo di Pasqua della nostra amministrazione comunale all’intera comunità fiuggina. La nostra Fiuggi, con sentenza del 28 Marzo scorso del Commissario Liquidatore degli Usi Civici è tornata in possesso di tutti gli immobili e di tutti i terreni dove insiste l’ex stazione ferroviaria.
Molti di voi ricorderanno, il 2018, quando all’inizio del mio primo mandato, venni convocato dal Demanio dello Stato per sentirmi contestare il possesso della Palazzina Medica; mi venne pur richiesto il pagamento di arretrati dovuti per il mancato pagamento dell’affitto della struttura. Ovviamente contestammo il tutto e immediatamente ci siamo adoperati per capire a che titolo il Demanio vantasse la titolarità dei terreni e degli immobili della ex stazione, ivi compresa la Palazzina Medica. Aspetto questo fondamentale, sempre tralasciato sin dal 1983 quando cessò l’attività ferroviaria”.

“Non solo, nello stesso periodo (2018) abbiamo dovuto respingere anche la richiesta di restituzione della Palazzina Medica, perché, sempre a detta del Demanio, destinata ad altri scopi. Volendola assegnare ad altri enti dello stato, mentre venivamo anche diffidati a non occupare il suolo per altre attività  perché, sempre a loro dire, i terreni sarebbero stati di loro proprietà. Tant’ è vero che hanno incassato e ancora oggi incassano l’affitto degli immobili in cui si esercitano attività commerciali. 
La controversia sottoposta, per la prima volta da questa Amministrazione Comunale, all’attenzione del Commissario degli Usi Civici affonda le proprie radici in un istituto tanto antico quanto complesso. Non starò qui a tediarvi in punto di diritto sulla materia, assolutamente complessa. Quello che però dovete sapere è che abbiamo stravinto: ancora una volta!
Tutta quell’area, immobili compresi, sono tornati, a pieno titolo, nella titolarità e in pieno possesso della città di Fiuggi”. – Prosegue Baccarini.

“Tutto questo perché la nostra amministrazione, stanca di ricevere continue diffide per la reintegra e il pagamento di affitti su immobili dove il Comune ha pur investito ingenti somme, si è adoperata, sin da subito e per la per la prima volta, a verificare la “qualitas soli” dei terreni, originariamente concessi, che sono risultati vincolati dall’uso civico, pertanto di demanio civico e non dello Stato. Ci siamo affidati a due ottimi professionisti come la collega Claudia Federico esperta di usi civici e il perito demaniale, Domenico Cenci, che hanno saputo rappresentare al commissario, in modo certosino, tutta la vicenda a partire dal 1910. Abbiamo presentato il relativo ricorso  presso il commissario degli Usi Civici del Lazio Umbria e Toscana che con la richiamata sentenza, comunicata venerdì, ha appunto confermato le nostre ragioni e ha ordinato: “LA RESTITUZIONE IN FAVORE DEL COMUNE DI FIUGGI  DI TUTTI I TERRENI E DEGLI IMMOBILI SOVRASTANTI”. 

Ora avanti tutta, ottenuta la piena titolarità ed il legittimo possesso, abbiamo approvato il progetto di restyling dell’intero immobile. A breve inizieranno i lavori che comprenderanno anche il rifacimento dei bagni della stazione e nuovi uffici destinati ai servizi turistici. Liberi di agire, concluderemo la fattiva interlocuzione con la ASL per l’ampliamento dei servizi sanitari nella palazzina medica. Stiamo ridando nuovo lustro e splendore ad un’area strategica nel cuore di Fiuggi Fonte.  Perché non c’è, ostacolo piccolo o grande che sia, che potrà mai frapporsi tra noi ed il bene della nostra comunità fiuggina. Voglio aggiungere che se tutto questo è stato possibile lo dobbiamo anche al lavoro certosino e “pazzesco” svolto da un nostro funzionario, Paolo Simonelli, nel ricostruire con dovizia di particolari e prove documentali l’intera genesi delle vicende che ci hanno restituito appunto la piena titolarità e il legittimo possesso dei beni e dei terreni di cui sopra. Anche a lui il mio ringraziamento personale e della intera amministrazione comunale”.  

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Frosinone – Rapina in un bar, extracomunitario fugge con il bottino: braccato sulla Monti Lepini

L'uomo ha aggredito barista e clienti, poi si è dato alla fuga. Arrestato grazie al tempestivo intervento delle Volanti

Furto e rapina, 26enne viola le prescrizioni e finisce in carcere

Il condannato è stato condotto presso la Casa Circondariale di Cassino per proseguire l’espiazione della pena fino al 2027

Incidenti, accordo tra Polizia Stradale e Inail: al via protocollo d’intesa con Poste Italiane

La Stradale al lavoro per favorire la cultura della prevenzione. Obiettivo: ridurre gli incidenti su strada durante gli spostamenti di lavoro

Incidente sull’A1, la vita di Eleonora Certelli spezzata a soli 21 anni: tornava da una festa di laurea a Cassino

Atleta di talento, la giovane aveva partecipato alla seduta di laurea in scienze motorie della fidanzata dal fratello. Poi lo schianto

“Frosinone Alta”, stop a incuria e degrado: intensificati i controlli della polizia locale

Le violazioni all'ordinanza saranno punite con una sanzione amministrativa da un minimo di 500 a un massimo di 5.000 euro

Addio al grande calciatore Pino Santonico, domani i funerali della bandiera biancorossa

Isola del Liri - L'ultimo saluto si terrà domani, giovedì 18 aprile, nella Chiesa parrocchiale di S. Lorenzo Martire alle ore 9.30
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -