Addio ad Antonio Stati, l’ex centravanti del Sora morto nel rogo del suo appartamento

Il 76enne avrebbe accusato un malore mentre cucinava nella sua dimora a Capistrello. Poi le fiamme hanno devastato la casa

Capistrello – È morto ieri Antonio Stati, ex centravanti del Sora Calcio a cavallo tra la fine degli anni ‘60 e inizio ‘70. L’uomo, oggi 76enne, avrebbe accusato un malore mentre cucinava nel suo appartamento. Dal fornello acceso sarebbe scaturito un rogo che ha mandato l’abitazione in fiamme. Sul posto sono sopraggiunti i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e i soccorsi del 118. L’incendio è stato domato ma per Antonio, conosciuto ai più come Tonino, non c’è stato nulla da fare. Ora l’esatta ricostruzione della tragedia è al vaglio delle autorità. La salma di Antonio è stata restituita alla famiglia per poter celebrare le esequie.

Nel comune abruzzese è stato enorme il cordoglio espresso nei confronti della vittima, benvoluta da tutti. Anche la città di Sora si è stretta al lutto della famiglia Stati: in tanti hanno ricordato l’ex calciatore di quel Sora che militava in serie D, quello Stati appellato da molti come un attaccante già moderno per l’epoca. I tifosi storici della formazione bianconera lo commemorano così: “Se ne va un pezzetto della nostra storia. Antonio era un professionista vero, un esempio per tanti giovani. Ha giocato con diversi grandi calciatori qui a Sora, tra cui Oddi poi diventato Campione d’Italia con la Lazio e ha sempre ben figurato e fatto il suo dovere in campo. Lo piangiamo come uno di noi. Addio Tonino!”.

- Pubblicità -
Cristina Lucarelli
Cristina Lucarelli
Cristina Lucarelli, giornalista sportiva con una passione per musica, cinema, teatro ed arti. Ha collaborato per diversi anni con il quotidiano Ciociaria Oggi, sia per l'edizione cartacea che per il web nonché con il magazine di arti sceniche scenecontemporanee.it. Ha lavorato anche come speaker prima per Nuova Rete e poi per Radio Day. Ha altresì curato gli uffici stampa della Argos Volley in serie A1 e A2 e del Sora Calcio.

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Padre maltratta e vessa la figlia, la giovane lo denuncia: ora la fine dell’incubo

Atina - Il 60enne continuava a perseguitare la figlia nonostante fosse già destinatario di un provvedimento di ammonimento

Frosinone – Completato il murale “antismog” sulla Monti Lepini: così assorbe le polveri sottili

Il progetto “L’aria che respiriamo” ha coinvolto gli allievi dell’Accademia di Belle Arti. Un modo per sensibilizzare le nuove generazioni

#WeAllCare, Stellantis chiama a raccolta il Gotha dell’industria per parlare di sicurezza

Oltre 100 esperti tra manager e Ceo delle più grandi multinazionali a confronto nello stabilimento di Piedimonte San Germano

Eleonora Certelli, l’addio alla 20enne morta in un tragico incidente sull’A1 mentre tornava da una festa

Mercoledì a Roma i funerali della giovane promessa dello sport che tornava a casa con la famiglia dopo una festa di laurea a Cassino

Si presenta dalla ex nonostante i divieti e minaccia di dare fuoco alla sua abitazione: 33enne in manette

Sant’Elia Fiumerapido - L’uomo è stato sottoposto ai domiciliari dopo il rito direttissimo presso il Tribunale di Cassino

Delitto Mollicone: “Serena piangeva e veniva strattonata da un ragazzo davanti al bar delle Chioppetelle”

Processo Mollicone: in aula la nipote di Carmine Belli che ha ricostruito l'avvistamento della diciottenne nel giorno della scomparsa
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -