Antitrust, multa da oltre 4 milioni a Verisure: ostacolati i recessi dai contratti

La società ha anche promosso in maniera ingannevole gli allarmi e attivato automaticamente il servizio durante il periodo di ripensamento

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha irrogato a Verisure Italy S.r.l., fornitrice di sistemi di allarme e relativi servizi, una sanzione di 4 milioni e 250mila euro per quattro condotte in violazione del Codice del consumo. La società ha svolto attività promozionale ingannevole dal 2021 al 30 ottobre 2023 attraverso vari canali di comunicazione (spot televisivi, cartellonistica, sito web). In particolare, ha omesso o non evidenziato che, sottoscrivendo il contratto, non si acquistavano il sistema e gli apparati di allarme Verisure che, invece, si ricevevano solo in comodato d’uso gratuito. Dal 2022, nella fase di recesso dal contratto, la società attua una condotta aggressiva con una serie di comportamenti ostativi alla conclusione del rapporto, come il mancato o ritardato accoglimento delle istanze di recesso, la prosecuzione delle fatturazioni nei mesi successivi alla cessazione del servizio e la ritardata o mancata disinstallazione degli impianti di allarme.

Inoltre, dal 2019, Verisure inizia immediatamente a prestare il servizio durante il periodo di esercizio del diritto di ripensamento, senza una richiesta espressa da parte del cliente, come richiesto dal Codice del consumo. Questo avvio immediato era automaticamente previsto con la sottoscrizione del contratto predisposto dalla società. Infine, è anche risultata ambigua l’indicazione – inserita nelle condizioni contrattuali dal 2019 al 30 ottobre 2023 – relativa al foro competente cui il consumatore si sarebbe potuto rivolgere, in caso di eventuali controversie con la società: non è stato infatti esplicitato chiaramente che questo foro coincide, come previsto dal Codice del consumo, con quello di residenza o domicilio del consumatore.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Frosinone – “Non fidarsi è meglio”, proseguono gli incontri contro le truffe agli anziani

Oggi, lunedì 15 aprile, ore 16:30, appuntamento al Centro sociale anziani “Corso Lazio”; mercoledì 24 al Centro sociale anziani “Adige APS”

Frosinone – Discarica a cielo aperto, necessaria bonifica immediata: le immagini dello scempio

Una discarica abusiva dove cittadini incivili abbandonano anche rifiuti speciali, a danno dell'ambiente e della salute pubblica

Frosinone – Incendio in un capannone, le fiamme avvolgono anche un canneto: nube di fumo sulla città

Vigili del Fuoco al lavoro in zona Maniano per circoscrivere il rogo e mettere in sicurezza l'area. Il fumo ha reso l'aria irrespirabile

Tir si impenna e rischia di ribaltarsi, l’autista si lancia dalla cabina: sfiorato il dramma

Aquino - L'incidente questa mattina in una zona periferica della cittadina. Sul posto i Vigili del Fuoco del distaccamento di Cassino

Incidente sulla Cassino-Atina, scontro tra auto e moto: un ferito elitrasportato in codice rosso

Sant'Elia - L'impatto violento è avvenuto in prossimità di un distributore di benzina. Sul posto Vigili del Fuoco e Polizia Stradale

Arpino – Perdite idriche pericolose, gli inutili “rattoppi” di Acea che non aggiustano nulla

Gli utenti proprio non comprendono come mai si debba intervenire più volte sulla stessa perdita. Chi paga questa "inutile" manutenzione?
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -