Arpino – Violenza di genere, un corale “no” alla sopraffazione: il ruolo della scuola per i giovani

Gli studenti dell'IIS Tulliano di Arpino, sezione Liceo Scientifico, hanno partecipato ad un incontro dal forte valore simbolico e formativo

In occasione della “Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne” gli studenti dell’IIS Tulliano di Arpino sezione Liceo Scientifico, nello specifico gli alunni delle classi II A, II B e IV B, coordinati dai professori Gioia Pallagrosi e Gianluca Ricci, entrambi docenti di Italiano e Latino, hanno voluto esprimere il loro netto “NO” rispetto ad ogni forma di violenza.

«Ogni volta che una donna lotta per se stessa, lotta per tutte le donne», questo è il leitmotiv della conferenza che ha impegnato i giovani protagonisti in commoventi racconti, composizioni, musiche e suggestive rappresentazioni. Tra gli ospiti il giornalista e scrittore, attivista per i diritti delle donne, Massimo Mangiapelo, zio di Federica, la giovane 16enne vittima di femminicidio per mano del fidanzato, ed il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Arpino, il Luogotenente Tiziano Sbardella. Proprio quest’ultimo, in qualità di tutore dell’ordine e della sicurezza pubblica, ha potuto riportare agli studenti la sua preziosa testimonianza, un significativo contributo per riflettere sui rapporti sociali, anche quando vissuti virtualmente.

Rapporti malati che spingono le vittime all’isolamento, facendo sì che queste vivano nell’ombra della paura, dell’abuso, della violenza, privandole del sostegno, del conforto, dell’aiuto della famiglia, degli amici, dei colleghi di lavoro. Rapporti malati che non lasciano scampo, è successo a Giulia Cecchetin qualche settimana addietro, è accaduto a Federica Mangiapelo la notte di Halloween del 2012. Un momento decisamente toccante l’intervento di zio Massimo il quale ha ricostruito la vicenda che ha riguardato la nipote nel libro “Naufraghe”, il brutale assassinio della ragazza in riva al lago di Bracciano.

Gli alunni si sono dimostrati interessati ed hanno interagito nel dibattito. Lacrime di tristezza sui loro volti, ma con il coraggio nel cuore per dire “Basta” alla violenza ed alla sopraffazione psicologica.

Soddisfazione della Dirigente Scolastica dell’IIS Tulliano di Arpino, avv. Paola Materiale: l’impegno costante e determinato della scuola nell’accostare al percorso formativo degli studenti iniziative e progetti volti a sensibilizzare le nuove generazioni rispetto a tematiche delicate, affinché i ragazzi crescano consapevoli a sappiano essere cittadini responsabili.

- Pubblicità -
Sara Pacitto
Sara Pacitto
Sara Pacitto, giornalista pubblicista, da 8 anni collabora con diversi quotidiani digitali, tra le più prestigiose testate giornalistiche della provincia, corrispondente per la cronaca locale, politica, attualità, salute, approfondimenti. Ha curato le Pubbliche Relazioni per alcuni importanti eventi come anche è stata Responsabile della Comunicazione per conferenze e convegni ed in occasione di Campagne Elettorali.

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Incidente tra auto e moto sulla Regionale, 40enne sbalzato dalla due ruote: muore sul colpo

Pico - Terribile scontro tra i due veicoli nel pomeriggio. La vittima è di Isola del Liri. Inutili purtroppo i soccorsi

Incidente sulla Monti Lepini, violento impatto tra auto: almeno otto i feriti. Alcuni incastrati tra le lamiere

Patrica - Lo schianto poco fa. Sul posto la macchina dei soccorsi. Vigili del Fuoco al lavoro per estrarre i feriti da una delle auto

Frosinone – Agente aggredito in carcere, ferito alla testa: “La mattanza continua”

A darne notizia il segretario provinciale USPP Angelo Vittiglio. I sindacati tornano ad invocare soluzioni

Azzannato da un cane di grossa taglia mentre passeggia per strada: terrore per un uomo

Pofi - Un pastore maremmano ha azzannato l'uomo ad un polpaccio: fortunatamente il malcapitato è riuscito a schivare gli altri morsi

Escursionista disperso sui Monti Lepini, le ricerche serrate durano tutta la notte: il lieto fine

Carpineto Romano - L'operazione di ricerca è stata particolarmente complessa a causa dell'assenza di segnale cellulare nella zona

Incidente fatale, muore giovane carabiniere forestale: tornava a casa dopo il lavoro

Luca Pulsinelli, 50 anni, è morto praticamente sul colpo. Shock nel comprensorio sorano non appena si è diffusa la notizia
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -