Arpino – Violenza di genere, un corale “no” alla sopraffazione: il ruolo della scuola per i giovani

Gli studenti dell'IIS Tulliano di Arpino, sezione Liceo Scientifico, hanno partecipato ad un incontro dal forte valore simbolico e formativo

In occasione della “Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne” gli studenti dell’IIS Tulliano di Arpino sezione Liceo Scientifico, nello specifico gli alunni delle classi II A, II B e IV B, coordinati dai professori Gioia Pallagrosi e Gianluca Ricci, entrambi docenti di Italiano e Latino, hanno voluto esprimere il loro netto “NO” rispetto ad ogni forma di violenza.

«Ogni volta che una donna lotta per se stessa, lotta per tutte le donne», questo è il leitmotiv della conferenza che ha impegnato i giovani protagonisti in commoventi racconti, composizioni, musiche e suggestive rappresentazioni. Tra gli ospiti il giornalista e scrittore, attivista per i diritti delle donne, Massimo Mangiapelo, zio di Federica, la giovane 16enne vittima di femminicidio per mano del fidanzato, ed il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Arpino, il Luogotenente Tiziano Sbardella. Proprio quest’ultimo, in qualità di tutore dell’ordine e della sicurezza pubblica, ha potuto riportare agli studenti la sua preziosa testimonianza, un significativo contributo per riflettere sui rapporti sociali, anche quando vissuti virtualmente.

Rapporti malati che spingono le vittime all’isolamento, facendo sì che queste vivano nell’ombra della paura, dell’abuso, della violenza, privandole del sostegno, del conforto, dell’aiuto della famiglia, degli amici, dei colleghi di lavoro. Rapporti malati che non lasciano scampo, è successo a Giulia Cecchetin qualche settimana addietro, è accaduto a Federica Mangiapelo la notte di Halloween del 2012. Un momento decisamente toccante l’intervento di zio Massimo il quale ha ricostruito la vicenda che ha riguardato la nipote nel libro “Naufraghe”, il brutale assassinio della ragazza in riva al lago di Bracciano.

Gli alunni si sono dimostrati interessati ed hanno interagito nel dibattito. Lacrime di tristezza sui loro volti, ma con il coraggio nel cuore per dire “Basta” alla violenza ed alla sopraffazione psicologica.

Soddisfazione della Dirigente Scolastica dell’IIS Tulliano di Arpino, avv. Paola Materiale: l’impegno costante e determinato della scuola nell’accostare al percorso formativo degli studenti iniziative e progetti volti a sensibilizzare le nuove generazioni rispetto a tematiche delicate, affinché i ragazzi crescano consapevoli a sappiano essere cittadini responsabili.

- Pubblicità -
Sara Pacitto
Sara Pacitto
Sara Pacitto, giornalista pubblicista, da 8 anni collabora con diversi quotidiani digitali, tra le più prestigiose testate giornalistiche della provincia, corrispondente per la cronaca locale, politica, attualità, salute, approfondimenti. Ha curato le Pubbliche Relazioni per alcuni importanti eventi come anche è stata Responsabile della Comunicazione per conferenze e convegni ed in occasione di Campagne Elettorali.

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Sora – Nuova segnaletica per via Napoli e viale San Domenico, al via i lavori: occhio ai divieti

Istituito anche il senso unico della circolazione in Via Settembrini, nel tratto compreso tra l’intersezione con Via Biancale e Via Mameli

Reno De Medici: “Riapre lo stabilimento. Chiusa la procedura di cessata attività”, l’annuncio

Angelilli: "Dopo settimane di lavoro condiviso, ci sono ora tutte le condizioni affinché lo stabilimento riprenda a lavorare regolarmente"

Regione – Precipita dal secondo piano mentre sistema la tenda del vicino: morto un 49enne

Roma - L'uomo avrebbe perso l'equilibrio cadendo nel vuoto per diversi metri. L'impatto al suolo gli è stato fatale

Rovesci e temporali, il maltempo non risparmierà la Ciociaria: nuova allerta per domani

La Protezione Civile ha emesso un'allerta gialla per tutta la giornata di domani. Piogge abbondanti previste soprattutto in serata

Cassino – Il Comune rende pubblico il Piano generale del traffico urbano

L'importante atto è visibile sull'albo pretorio e i cittadini avranno 30 giorni di tempo per presentare le osservazioni

Frosinone – Carcere, dichiarato lo stato di agitazione: cronica carenza di personale e pericoli

Il segretario generale Fns Cisl Lazio, Massimo Costantino, denuncia la grave situazione nel penitenziario di via Cerreto
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -