Caregiver familiare, il Lazio ha la sua prima legge: voto unanime in Consiglio regionale

Alessia Savo: "Scritta una pagina di storia importante sulla rete socioassistenziale integrata. Obiettivo centrato"

“Con il voto unanime in Consiglio regionale abbiamo segnato una tappa epocale del percorso di umanizzazione della sanità e di realizzazione di una rete socioassistenziale integrata che parte dalle famiglie. Finalmente il Lazio ha la sua prima legge sul caregiver familiare e questo grazie al grande lavoro del governo Rocca, a cominciare dal proponente, l’assessore ai Servizi Sociali, Massimiliano Maselli, che ringrazio, insieme al presidente Rocca, alla Giunta regionale e al gruppo consiliare di Fratelli d’Italia”. Così la presidente della VII Commissione Sanità e Politiche sociali della Regione Lazio, Alessia Savo, a margine dell’approvazione in Aula della proposta di legge 132 del 9 febbraio 2024 relativa a ‘Norme per il riconoscimento e il sostegno al caregiver familiare’.

“L’intenso lavoro che ho portato avanti in seno alla Commissione Sanità e Politiche sociali, con numerosi incontri e audizioni, ci ha consentito di lavorare compiutamente alla proposta di legge in modo trasversale, collaborativo e sinergico. Quello votato oggi (ieri, ndr) in aula – e ringrazio per questo tutto il Consiglio regionale che ha dimostrato sensibilità e riconosciuto la valenza, l’importanza e la necessità di questa legge – è uno strumento normativo che migliora la qualità della vita di persone fragili, anziane, disabili e non autosufficienti, aiutando e riconoscendo sostegno, merito e agevolazioni a chi, quotidianamente, se ne prende cura. Un obiettivo individuato e centrato in tempi rapidi di cui siamo assolutamente orgogliosi e soddisfatti, non solo perché rappresenta un risultato epocale che colma un vuoto normativo della nostra Regione, ma soprattutto perché realizza concretamente l’idea di una rete socioassistenziale che riconosce, tutela e sostiene economicamente la figura del caregiver familiare come primo e insostituibile tassello”. – Ha aggiunto la Savo.

“Da oggi il Lazio è la terza regione italiana che può contare su una legge di grande civiltà, di indiscussa sensibilità e di evidente testimonianza che il progetto del Governo Rocca di una sanità a misura d’uomo e di paziente si realizza compiutamente e quotidianamente anche attraverso leggi come questa. Stiamo scrivendo la storia di una nuova Regione. La nostra. Quella di tutti i cittadini”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Truffe e furti agli anziani, istituito un fondo di solidarietà per le vittime

Contributi anche per raggiri, rapine, estorsioni, e scippi regolarmente denunciati alle autorità giudiziarie

”Il dovere dell’alternativa”, Zingaretti a Sora con il Pd: l’attacco alla destra

Con Fantini, Pittiglio, Martini e Battisti, gli esponenti Dem hanno incontrato i cittadini: “L’alternativa alla destra è possibile”

Caldo e gambe gonfie, i consigli degli esperti contro l’insufficienza venosa e il ruolo dell’ananas

Un problema erroneamente considerato solo estetico che invece necessita di attenzione e cura. L'AFI illustra i rimedi

Sicurezza, oltre 4 milioni di euro per videosorveglianza nei comuni e beni confiscati

Nell’ambito della sicurezza integrata, sarà emanato un avviso pubblico, denominato “Sicurezza in Comune”, rivolto anche ai comuni ciociari

Il socialista Matteotti 100 anni dopo, Iacovissi: “A Frosinone un convegno promosso dal Psi”

Appuntamento mercoledì 17 aprile, alle ore 17, presso la sala consiliare del Comune. I cittadini sono invitati a partecipare

Ater, nuovi alloggi a Frosinone e Arce e interventi di manutenzione: la programmazione

L'annuncio di Ciacciarelli: "Approvata in Giunta Regionale la nuova programmazione per un importo pari a 5.940.555,83 euro"
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -