Caro bollette, ecco le soluzioni ‘fai da te’ per i consumatori ma…”Occorrono misure urgenti”

Codici: "Le prospettive sono nere, tra stangate e crisi. In attesa di interventi concreti, ecco gli accorgimenti per i consumatori"

In attesa e nella speranza di misure urgenti da parte del Governo, ai consumatori non resta che adottare soluzioni fai-da-te per cercare di tamponare il caro bollette. È l’amara considerazione che arriva dall’associazione Codici.

“Il dibattito sul caro bollette si trascina ormai da mesi – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – e ovviamente è stato al centro della campagna elettorale. Non poteva essere diversamente, considerando l’impatto devastante dei rincari, sia sui consumatori che sulle imprese. È chiaro che c’è la necessità di adottare interventi strutturali in grado di tutelare cittadini ed aziende, e che queste iniziative debbano coinvolgere anche gli altri Paesi, perché la crisi in atto non può essere affrontata in maniera isolata. Le prospettive sono nere, tra stangate e crisi. In attesa di interventi rapidi e concreti, è bene che i consumatori adottino tutti gli accorgimenti utili per alleggerire per quanto possibile il peso delle bollette”.

Rinunciarvi è difficile se non impossibile e allora non resta che adottare delle contromisure al caro bollette per attutire l’impatto devastante degli aumenti su luce e gas. Consigli all’apparenza banali, ma che possono permettere di risparmiare.

I consigli ‘fai da te’ per i consumatori

A livello generale, meglio procedere con l’autolettura, così da avere consumi reali e non stimati, e tenere d’occhio i propri consumi. Attenzione, poi, alle offerte sul mercato. Controllare periodicamente cosa propongono i vari operatori, affidandosi all’apposito portale di Arera o chiedendo supporto alle associazioni dei consumatori, può permettere di trovare la soluzione giusta per le proprie esigenze e le proprie tasche. Entrando poi nello specifico, per quanto riguarda la luce, è bene utilizzare lavatrice e lavastoviglie a pieno carico, mentre per le lampadine è utile sostituire quelle vecchie con quelle più economiche a Led. Attenzione, poi, alla lucina rossa degli elettrodomestici: lo standby costa, poco, ma costa e allora meglio spegnere l’apparecchio attraverso una multipresa con interruttore o impostare la funzione del risparmio energetico. Passando al gas, in cucina è consigliabile l’utilizzo di coperchi e in bagno è preferibile una doccia di pochi minuti alla vasca.

L’associazione Codici ha attivato un servizio di assistenza sul caro bollette per fornire una consulenza sulle tariffe energetiche. Per informazioni e chiarimenti telefonare al numero 06.55.71.996 oppure scrivere all’indirizzo segreteria.sportello@codici.org.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

Articoli correlati
leggi altro

FLASH – Incidente sulla Casilina, auto contro tir: uomo intrappolato tra le lamiere

Per cause ancora al vaglio delle forze dell’ordine, l’uomo alla guida dell’automobile ha perso il controllo del mezzo

Incidente sulla statale, violento frontale tra due auto: le immagini

Frosinone - L’impatto sulla SS 155 per Fiuggi al confine con Alatri. I soccorritori stanno ancora operando sul posto

FLASH – Auto in fiamme lungo la superstrada, paura per il conducente

Ausonia - Fumo dal vano motore della BMW station, poi le fiamme. Risolutivo l'intervento dei Vigili del Fuoco

Maltempo, ancora piogge e temporali: scatta una nuova allerta meteo

Diramata una nuova allerta meteo dal pomeriggio di oggi, lunedì 26 settembre, e per le successive 24-36 ore

FLASH – Auto si ribalta a causa della pioggia, ferite due persone

Cassino - Il rocambolesco incidente lungo la provinciale per Caira. Vigili del Fuoco e Ares 118 sul posto. Feriti in ospedale

Reno de Medici, i sindacati giocano la carta della Prefettura: la Procura attende i lavori

Le maestranze chiedono la convocazione di un tavolo tecnico alla presenza della AeA e di un funzionario regionale. Dubbi sulla validità dell'Aia
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -