Covid, un’altra vittima in provincia

Si tratta di un uomo di 84 anni residente a Veroli. Il bollettino dell’Asl di Frosinone registra anche 125 nuovi positivi

Covid, c’è un’altra vittima in provincia di Frosinone. Stando al bollettino diffuso dall’Asl oggi, domenica 29 maggio, nelle ultime 24 ore, si registra un decesso: un uomo di 84 anni residente a Veroli. Sono 879 le vittime da inizio pandemia e 180 vittime da inizio anno in Ciociaria.

Nelle ultime 24H si registrano anche 125 nuovi casi positivi (-10) e 278 guariti su 1.127 tamponi effettuati (+15). I ricoverati sono 22 (-2).

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Stupefacenti, movida e strade blindate: controlli a tappeto dei carabinieri nel fine settimana

Alatri - Quattro persone segnalate per stupefacenti e quattro persone allontanate con Foglio di Via. Attenzionati anche numerosi veicoli

“Riposa in pace piccolo Bryan”, uno striscione in ricordo del neonato trovato morto in culla

Il gesto dei ragazzi della 'Brigata Manicomio' in occasione della partita Anitrella vs Monte San Giovanni Campano

La dea bendata torna in Ciociaria, vinti 20mila euro al 10eLotto

Frosinone - Nel concorso di venerdì 1° marzo sono stati vinti 20mila euro grazie a un “9” in un'estrazione frequente

Muore a causa di un malore sospetto, la vittima è Pietro Fargnoli: disposta l’autopsia

Insieme a lui altre due uomini residenti a Sant’Andrea, sono stati soccorsi per malore. Indagano i carabinieri

Non accetta la fine della relazione, molesta l’ex e aggredisce i carabinieri: arrestato 33enne

Atina - L'uomo, già colpito da ammonimento del Questore di Frosinone, è stato sottoposto agli arresti domiciliari

Stroncato da un malore, 42enne muore dopo sette giorni di agonia

Sant'Andrea del Garigliano - Il cuore dell'uomo ha cessato di battere nel reparto di terapia intensiva del policlinico 'Umberto Primo' a Roma
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -