Covid, vaccini adattati alla nuova variante Omicron: a chi è rivolta la dose booster

Quarta dose consigliata a: "over 60, soggetti fragili over 12, ospiti di Strutture assistenziali, operatori sanitari e donne in gravidanza"

Agende già attive in tutti i centri della Asl di Frosinone per la somministrazione del vaccino bivalente adattato alla variante Omicron BA1.

Il vaccino è stato approvato come dose booster e second booster (III e IV dose), per le categorie individuate dalla normativa ministeriale e regionale di seguito riportate:

  • Soggetti di età uguale o superiore ai 12 anni che presentano elevata fragilità patologie concomitanti o preesistenti
  • Soggetti di età uguale o superiore ai 60 anni
  • Operatori sanitari, operatori e ospiti delle strutture residenziale per anziani
  • Donne in gravidanza.

Il vaccino di nuova formulazione NON può essere utilizzato per il ciclo di base (I e II dose) e viene somministrato con un intervallo di 120 giorni dalla data dell’ultima dose o dalla data dell’avvenuta infezione (tampone positivo).

La somministrazione del nuovo vaccino può avvenire presso:

  • i Centri Vaccinali della ASL, con prenotazione online sul sito regionale dedicato all’indirizzo: https://www.salutelazio.it/campagna-di-vaccinazione-anti-covid-19 o in accesso diretto
  • il Medico di famiglia
  • le Farmacie

Gli orari e le sedi dei Centri Vaccinali ASL vengono di seguito riportati:

  • P.O. San Benedetto Alatri: merc. e  ven. 8.30-12.30 (adulti e pediatrico)
  • P.O. F. Spaziani Frosinone: lun.- mart.- giov – sab. 8.30-13.30 (adulti e pediatrico)
  • P.O. SS Trinità Sora: mart.- giov.- sab. 8.30-12.30 (adulti e pediatrico)
  • P.O. Santa Scolastica Cassino: lun. – merc. – ven. 14.00-18.00 (solo adulti)
  • UOS CAV Cassino: mer. 12.00-16.00, giov. – ven. 12.00-14.00 (solo pediatrico)
  • Casa della Salute Pontecorvo: lun. – mar. – merc. 8.30-11.30 (adulti e pediatrico)

L’appello della responsabile del Coordinamento delle attività vaccinali, Dott.ssa Maria Gabriella Calenda

“Con l’arrivo del periodo autunno-inverno diminuirà la possibilità della vita all’aperto e aumenteranno le occasioni di permanenza nei luoghi chiusi, in alcuni casi, senza più obbligo delle misure di protezione precedentemente adottate. Tutto ciò determinerà incremento del rischio di malattia, anche per la contemporanea circolazione dei virus influenzali e stagionali. Pertanto, gli over 60, i soggetti fragili over 12, gli ospiti di Strutture assistenziali, gli operatori sanitari e le donne in gravidanza non esitino a ricevere la quarta dose dei vaccini attualmente a disposizione che offrono una grande opportunità di rinforzo della risposta immunitaria contro il virus e le sue varianti, con particolare protezione rispetto alle complicanze gravi della malattia”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

Articoli correlati
leggi altro

Salute, tre TAC di ultima generazione in arrivo in provincia: missione rinnovamento tecnologico

24 nuove TAC di ultima generazione a 128 slice da destinare alle Aziende sanitarie e ospedaliere del Lazio. Di queste, 3 all'Asl di Frosinone

Arce – I locali della Guardia Medica strategici per la nuova sanità di prossimità

Il Direttore Generale dell’Asl ha prospettato la possibilità di un punto di accesso per le nuove opportunità offerte dalla telemedicina

Covid, l’epidemiologo: “Serve più chiarezza sui vaccini ma ora la vera emergenza è l’influenza”

Massimo Ciccozzi spiega la differenza tra i due vaccini aggiornati e lancia un appello a fragili e anziani: "Fate subito l'antinfluenzale"

Carcinoma della mammella: management multidisciplinare dallo screening alla terapia

Sora - Partecipato e intenso il convegno che si è tenuto presso la Sala Conferenze Simoncelli: un'occasione di dibattito e confronto

“Più morti per cancro dove c’è inquinamento, ora è una certezza”: lo studio

Le abitudini di vita sane non bastano dove c'è un inquinamento molto alto, il dato è palese: lo dimostra un nuovo studio

Medicina sportiva, importante convegno all’Olimpico: presenti anche i professionisti del Frosinone Calcio

Presenzieranno il responsabile sanitario del club, dottor Andrea D’Alessandro e l’ortopedico di riferimento, il dottor Filippo Maria Ranaldi
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -