Donazione multiorgano notturna, una straordinaria maratona per la vita nel Lazio

Sono stati prelevati dallo stesso donatore cuore, reni e fegato per essere trapiantati su pazienti in lista d'attesa

È partita da Matera, dal Centro trapianti Basilicata, una importantissima e complessa donazione multiorgano che vede coinvolto anche il San Camillo di Roma. – A darne notizia lo stesso Forlanini – Sono stati prelevati dallo stesso donatore cuore, reni e fegato, con la collaborazione dei Centri di Modena, Napoli e del Centro Trapianti del Lazio situato al San Camillo, che ha affrontato in emergenza durante la notte di sabato lo studio immunologico e di compatibilità per i potenziali riceventi. Un’operazione svolta con il supporto logistico ed emodinamico del Centro Nazionale Trapianti e Ares 118 Lazio.

Una vera e propria maratona per la vita che ha coinvolto 50 persone tra Anestesisti Rianimatori, Chirurghi, anatomo-patologi, infermieri, tecnici, biologi e medici di direzione sanitaria, autisti di ambulanze, piloti di aerei ed elicotteri.

Uno straordinario lavoro di squadra, frutto di alta professionalità locale, collaborazione interregionale, competenza ed eccellenza della rete sanitaria trapiantologica, che ha permesso di onorare il generoso gesto di questa famiglia che, pur nella improvvisa privazione di un loro caro, ha detto SÌ alla donazione, inneggiando alla vita. Grazie a ogni singolo operatore che ha contribuito alla realizzazione di questo complesso processo di donazione e trapianto che, dalla Basilicata, sta contribuendo alla rinascita di tante vite a livello nazionale!”. – Concludono dal San Camillo.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

“Cerco un uovo amico”, la Polizia di Stato sostiene la ricerca contro il neuroblastoma

Il neuroblastoma è la prima causa di morte per malattia durante il periodo prescolare. Il sostegno alla ricerca sui tumori solidi pediatrici

Emicrania, prima causa di disabilità al mondo tra i giovani: è possibile prevedere un attacco?

Emicrania prima causa di disabilità al mondo nella fascia giovane della popolazione: influisce in maniera negativa sulle attività quotidiane

Sclerosi multipla, gardenie e ortensie in piazza a sostegno della ricerca: “Bentornata Gardensia”

Venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 marzo, numerosi saranno i volontari presenti nelle più importanti piazze della Ciociaria

Arresto cardiaco, defibrillatore extravascolare salva la vita ad un uomo: primo intervento nel Lazio

L'intervento al Policlinico Umberto I di Roma. Il primo paziente a beneficiare di questo avanzamento tecnologico è stato Gianluigi, 65 anni

Sanità, rinnovato l’accordo per i medici di Pronto Soccorso. Obiettivo: migliorare l’assistenza nel Lazio

I sindacati riconoscono la crescita professionale e il miglioramento del livello di assistenza. La soddisfazione degli esponenti politici

Epilessia, quando può essere il primo sintomo di un tumore cerebrale? Cosa sappiamo

Quando l'epilessia è il primo sintomo di un tumore cerebrale: nel 3,6 per cento dei casi convive con il cancro
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -