Ferentino – Cava Sigillo, disagi per i residenti: Musa e Magliocchetti interrogano il sindaco

Nell’interrogazione rivolta al primo cittadino i consiglieri di minoranza chiedono lumi circa il rispetto della convenzione del 2021

“C’è una convenzione del 2021 approvata dal Consiglio comunale. In più, c’è una mozione di dicembre 2023 approvata dallo stesso Consiglio che impegna il sindaco a farla rispettare. Tuttavia, ancora oggi, i cittadini residenti nelle zone Tofe, Vallone, Sterpare e Cartiera devono subire i disagi legati al traffico dei mezzi pesanti a servizio della cava Sigillo che creano molti problemi per la loro rumorosità, per le vibrazioni che producono nelle abitazioni, per il danneggiamento della sede stradale e per la pericolosità dovuta al loro ingombro ed alla loro velocità. Il sindaco e l’amministrazione comunale non hanno fatto nulla e a pagarne le conseguenze sono i residenti”.

Lo dichiarano in una nota i consiglieri comunali di minoranza, Alfonso Musa e Fabio Magliocchetti che aggiungono: “Ci aspettavamo un solerte intervento del primo cittadino, in quanto non avrebbe dovuto far altro che far rispettare un atto già esistente. Invece anche questa cosa apparentemente semplice non è stata fatta. Per tali motivi ci vediamo costretti, a tutela dell’interesse pubblico e perché sono stati proprio i cittadini di quelle zone a renderci partecipi delle loro difficoltà quotidiane, a interrogare il sindaco sperando che abbia il tempo e la volontà di rispondere e non si giri sempre dall’altra parte quando si tratta di problematiche che riguardano la cittadinanza”.

Nell’interrogazione rivolta al primo cittadino i consiglieri Musa e Magliocchetti chiedono lumi circa il rispetto della convenzione, in particolare sulla manutenzione della strada, sul rispetto dei limiti di velocità, sulla tutela dell’ambiente, della acque, del suolo e dell’aria e soprattutto sulle prescrizioni degli enti per l’esercizio dell’attività estrattiva.  

 “Il Sindaco deve rispondere urgentemente – concludono Musa e Magliocchetti – perché i cittadini sono stanchi di subire le conseguenze del non rispetto delle condizioni di esercizio della cava contenute nella Convenzione del 30 marzo 2021”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Riattivazione reparto Ortopedia allo ‘Spaziani’, Savo: “Orgogliosa del risultato”

Frosinone - "È di ieri l’arrivo del professor Alessandro Carcangiu, che ben presto sarà raggiunto da altri medici ortopedici", spiega Savo

Acqualatina, è scontro: “Politici trombati piazzati da Fratelli d’Italia nel cda. No ai poltronifici”

La deputata e coordinatrice M5S Provincia di Frosinone, Ilaria Fontana, alla carica insieme ai colleghi contro le scelte di Fdi

Sanità, ospedali allo stremo in provincia. Rotondo: “Si riattivi il Del Prete a Pontecorvo”

L'appello del sindaco alle istituzioni provinciali, regionali e nazionali : "Riattivare l’ex ospedale Pasquale Del Prete"

Contrasto spreco alimentare, accordo tra Regione e Ministero del Lavoro e Politiche Sociali

Grande soddisfazione dell’assessore all’Inclusione sociale e ai Servizi alla persona della Regione Lazio, Massimiliano Maselli

Ferentino – Atto di nomina del Nucleo Tecnico di Valutazione, insorge la minoranza

Musa, Lanzi, Magliocchetti e Pompeo scrivono al sindaco Fiorletta: "L'atto va approfondito. Troppi errori fino ad oggi"

Sora – “Più cambi di casacca che di calzini”, Porretta contro i passaggi dall’opposizione alla maggioranza

Floriana Porretta, Presidente del Movimento Civico Sanità e Territorio, critica le scelte politiche e i "cambi di casacca"
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -