Frosinone, 1335 nuovi loculi nel cimitero

"L'opera permetterà anche, nelle successive fasi progettuali, una migliore organizzazione funzionale e distributiva dei corpi di fabbrica"

Frosinone, approvati 1.335 nuovi spazi di sepoltura. “Il consiglio comunale di Frosinone ha approvato il progetto di revisione della zona “B“ e della zona “E” del vigente Piano Distributivo cimiteriale, presentato mediante l’assessorato ambiente coordinato da Massimiliano Tagliaferri”. – Lo scrive in una nota l’amministrazione comunale.

“L’amministrazione Ottaviani, in questi anni, è riuscita a risolvere la problematica connessa alla carenza di spazi cimiteriali, attraverso la tempestiva programmazione dei nuovi posti, con la modalità della prenotazione su carta, dando la possibilità ai cittadini di basarsi su un autonomo e individuale piano economico-finanziario, per le concessioni cimiteriali, evitando l’assunzione di costi esorbitanti e soprattutto imprevisti, come avveniva in passato. La revisione – prosegue la nota – prevede, in Zona “B”, la sostituzione di 8 aree per complessivi 96 posti distinti a terra con 8 batterie di loculi prefabbricati per complessivi 256 loculi. In Zona “E” è programmata, invece, la modifica tipologica del Fabbricato “E2” sostituendo l’attuale configurazione, caratterizzata da un corpo di fabbrica a triplice elevazione per un’altezza massima di 11,55 mt per un costo stimato in 5.167.555,13 €, con la tipologia di batterie di loculi prefabbricate, a cinque file, per complessive 1335 sepolture. Il costo d’investimento, che sarà definito nel progetto di fattibilità tecnico-economico relativo, consentirà l’attivazione di procedimenti di autofinanziamento mediante bandi per la prenotazione, su carta, delle concessioni cimiteriali e quindi permettere, in tempi rapidi, la realizzazione delle opere.

La revisione rimane coerente con le modifiche già approvate in Zona “E” con deliberazione di Consiglio Comunale e nello specifico, con la modifica dell’area a verde adiacente il viale carrabile che si sviluppa parallelamente al Fabbricato Loculi “E2” e l’ampliamento della sagoma del Fabbricato Loculi “E2”, lasciando inalterato il perimetro esterno del civico cimitero. Lo studio di soluzioni tecnico-amministrative condotto dagli uffici preposti ha quindi garantito la possibilità di risolvere le criticità relativamente al grado di saturazione del civico cimitero, con particolare riferimento alla sostenibilità economica degli interventi.

Nelle more di quanto sopra, sia in considerazione delle diverse e complesse problematiche che possono insorgere per eventuali interventi di ampliamento o delocalizzazione, con la revisione si intende intervenire con immediatezza al fine di programmare al meglio i futuri piani di sviluppo del Civico Cimitero del Comune di Frosinone. Con tale revisione, infatti, risulterà possibile procedere con maggiore efficienza al riscontro delle numerose istanze di cittadini che richiedono per i propri defunti, ricoverati in posti provvisori, un’assegnazione definitiva dei loculi ed eventualmente il loro ricongiungimento. L’opera in esame – concludono dall’amministrazione comunale – permetterà anche, nelle successive fasi progettuali, una migliore organizzazione funzionale e distributiva dei corpi di fabbrica con potenziale ulteriore incremento del numero di sepolture ricavabili. Gli interventi saranno, infine, realizzati nel rispetto dei caratteri ambientali e paesaggistici dell’area tutelata”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

“Il miele contraffatto invade il mercato italiano”, cresce l’allarme: l’invito ai consumatori

Codici: "Il miele estero sta invadendo i supermercati italiani, destando preoccupazione tra le associazioni di categoria"

Scuola – Solo 420 gli iscritti al liceo del Made in Italy, ma cosa studieranno?

Letteratura, diritto ed economia. Ma il piano di studi è molto simile a un liceo delle scienze umane con indirizzo economico

Cassino – Potenziate le corse bus collegate con l’ospedale ‘Santa Scolastica’

Il Comune ha raccolto le istanze degli utenti che ogni giorno devono raggiungere la struttura sanitaria di via San Pasquale

Sanità, nel Lazio sbloccate le risorse per il personale: erano ferme dal 2017

Si tratta della quota integrativa del salario accessorio di un quinquennio: arriva dopo il dialogo tra Regione e sindacati

Sicurezza sul lavoro, rafforzamento delle ispezioni e sanzioni: in arrivo il provvedimento

Viste le risultanze, saranno inoltre sbloccate nuove assunzioni per incrementare il contingente degli ispettori del lavoro

Piano regolatore ex Cosilam, atto finale: ora si guarda allo sviluppo industriale. Ecco le macro aree

Arriva l’approvazione definitiva dell’Assemblea. Il Presidente De Angelis: «Strumento fondamentale per lo sviluppo delle aree industriali»
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -