Giornata in memoria delle vittime innocenti delle mafie: il ricordo del carabiniere Fardelli

Cassino - La Rai dedica un reportage al giovane carabiniere originario di Caira e assassinato a Ciaculli, in provincia di Palermo

La Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che ricade il 21 di marzo, tocca anche la provincia di Frosinone e in particolar modo la città di Cassino e la frazione di Caira. Qui, infatti, era nato e cresciuto il carabiniere Marino Fardelli, ucciso a poco più di venti anni dalla mafia siciliana. Questa mattina, una troupe della Rai in un reportage, ha raccontato la storia del giovane militare deceduto nella famigerata ‘Strage di Ciaculli’ avvenuta il 30 giugno del 1963 e nella quale morirono sette persone, tra militari e civili. Davanti al monumento che ricorda il sacrificio del Carabiniere Marino Fardelli è stata ribadita l’importanza della memoria e del ricordo con una intervista al nipote Marino Fardelli oggi Presidente nazionale dei Difensori civici italiani e Difensore Civico della Regione Lazio. Un momento di riflessione profonda e di rinnovato impegno nella lotta contro le mafie, che continuano a minare le fondamenta della nostra società.

“In questa giornata di commemorazione, giusto anche far emergere chiaramente il legame intrinseco tra la difesa civica e il tema della giustizia. La difesa civica non riguarda solo la protezione dei confini fisici di una comunità, ma anche la salvaguardia dei valori fondamentali di giustizia, equità e solidarietà – spiega Fardelli -. È un impegno costante e concreto per garantire un futuro migliore per le generazioni a venire. Oggi come familiare vittima di mafia e Difensore Civico cerco di mettere in primo piano come affermare la dignità umana e il contrasto di ogni forma di illegalità e sopraffazione. L’impegno della difesa civica si unisce al richiamo alla giustizia, promuovendo una società più equa e responsabile”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Arpino – Recuperato l’ordigno bellico inesploso e fatto brillare su Monte di Togna

La bomba da mortaio è stata recuperata dagli artificieri e fatta esplodere in un'area sicura, tra le radure del Monte di Togna

Investimenti online consigliati dai vip, è una trappola: la truffa con l’intelligenza artificiale

L’associazione Codici lancia l'allarme e offre assistenza a chi scopre di essere caduto in una trappola. Fondamentale denunciare

Tir si ribalta e finisce contro un albero, paura per il conducente. Caos in strada

Castrocielo - È accaduto in via Leuciana poco prima dell'ingresso del casello A1. Il conducente, un 63enne, è stato trasferito in ospedale

Processo Yirelis, nuova perizia psichiatrica per il presunto assassino Sandro Di Carlo

Cassino - Sospeso il dibattimento in attesa che la Corte Costituzionale si pronunci sulla compatibilità del rito abbreviato

Frosinone – “Alto Impatto”, lotta a crimine e traffico di droga: controlli intensificati

A coordinare i controlli straordinari del territorio, nella giornata di ieri, il Dott. Fabrizio Cavuto funzionario UPGSP

Alatri – Platano tagliato in piazza Pietro Rosa: cittadini indignati ma la pianta era ‘pericolosa’

Cittadini indignati per l'abbattimento del platano in piazza Rosa ma, in effetti, si è evitato il rischio che l'albero cadesse spontaneamente
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -