I pazienti affetti da problemi psichici realizzano le Pigotte Unicef, un bell’esempio di inclusione

Isola del Liri - I tanti ospiti dei cinque centri della Asl hanno realizzato le meravigliose Pigotte. Presentato il progetto

Una rete a maglie strette quella fra Asl, Unicef di Frosinone, Comune di Isola del Liri e Associazioni. Con l’obiettivo comune di accompagnare i pazienti affetti da problemi psichici nel percorso di integrazione all’interno del territorio.

Se ne è parlato ieri mattina presso il centro diurno della città delle cascate dove è stato presentato il progetto di Unicef, avviato nei mesi scorsi, con il quale i tanti ospiti dei cinque centri della Asl hanno realizzato le meravigliose Pigotte, le caratteristiche bambole di pezza attraverso la cui adozione Unicef acquista i kit salvavita per i bambini di tutto il mondo.

Erano presenti fra gli altri il sindaco Massimiliano Quadrini, il delegato ai Servizi sociali Stefano D’Amore, il Capo dipartimento dott. Morabito, il direttore sanitario Casertano, la dottoressa Patrizia Monti e per Unicef Angelica Spalvieri. A moderare l’incontro il dottor Pozzuoli.

“È attraverso gli interventi sociali di inclusione che si può notare un’evoluzione e una sensibilizzazione al disagio mentale”, ha detto il sindaco Quadrini che ha ringraziato Unicef ed Asl per il prezioso lavoro e sottolineato l’importanza di integrare gli ospiti dei centri di salute mentale, magari anche attraverso progetti da realizzare con i servizi sociali del Comune.

“Ognuno di loro può dare il proprio contributo sentendosi utile e facendo parte attivamente della comunità raggiungendo lo scopo finale che è quello di superare lo stigma e spronare tutti a considerare queste persone come persone a tutti gli effetti e non come utenti in carico ad un servizio”. La manifestazione si è conclusa con la consegna degli attestati di merito da parte di Unicef Frosinone, con l’allegra asta delle Pigotte e tante bellissime foto ricordo.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Pertosse, epidemia tra i neonati. L’allarme dei pediatri: “In 4 mesi 3 morti e ricoveri a +800%”

Da gennaio a maggio 2024 sono decine i ricoveri in tutt'Italia, il maggior numero dei casi in Campania, Sicilia e Lazio

Digiuno intermittente, quali sono gli effetti positivi e le controindicazioni

Esistono diversi protocolli di digiuno intermittente che negli ultimi tempi stanno spopolando. Ecco rischi e benefici

I “superbatteri” stanno battendo la medicina: non riusciamo più a curare infezioni banali

La farmacoresistenza uccide più dell’HIV, della malaria e della tubercolosi messe insieme. Lo studio su Lancet

“Esaurimento da lavoro”, prevenire il burnout: bando di gara per i distretti sociali di Alatri e Frosinone

Aperto il bando per le imprese interessate. Per partecipare alla gara d’appalto c’è tempo fino all’11 giugno 2024

FOCUS – Bambini e vaccini, i falsi miti sui possibili danni

Se vengono mantenute coperture sufficientemente alte si impedisce ai virus di circolare fino alla loro scomparsa permanente

Fuoco di Sant’Antonio, il vaccino è l’arma migliore per prevenirlo: la campagna

Invecchiare, sì, ma nel modo giusto e prestando attenzione alla propria salute attraverso sane pratiche di prevenzione
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -