Kiev, due bambini uccisi da missili russi a Odessa

Kiev, la guerra continua a mietere vittime. Due bambini sono rimasti uccisi dai missili russi nel distretto di Belgorod-Dniester

Kiev, la guerra continua a mietere vittime. Due bambini sono rimasti uccisi dai missili russi nel distretto di Belgorod-Dniester della regione meridionale di Odessa. Secondo l’ultimo aggiornamento del governatore Maksym Marchenko, riportato dal Guardian, sarebbero 18 le vittime in totale. Questa mattina sono state identificate le 18 vittime, tra cui 2 bambini. 31 civili sono stati feriti, tra cui 4 bambini e una donna incinta. 8 persone sono state salvate dalle macerie, tra cui 3 bambini.

L’attacco notturno è stato lanciato da aerei strategici Tu-22 provenienti dal Mar Nero. Le fonti internazionali e nazionali, parlano di tre missili X-22 che hanno colpito un edificio residenziale e un centro ricreativo.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

Articoli correlati
leggi altro

Beluga arenato nella Senna: rifiuta anche il cibo. Poche speranze di salvarlo

Il cetaceo bianco si trova tra due chiuse a circa 60 chilometri a nord di Parigi. Al momento esclusa l’eutanasia

La Terra gira più veloce, adesso gli orologi atomici non sanno più l’ora precisa

Nel passato il moto di rotazione rallentava e ogni anno veniva aggiunto un secondo. Ma per la prima volta potrebbe arrivare una riduzione

Missili di Israele su Gaza, 8 morti tra cui una bambina di 5 anni

Negli attacchi ucciso anche Taysir al-Jabari, ufficiale della Brigata Al-Quds. Il premier Lapid: "Difenderemo i cittadini israeliani"

Sfida su Tik Tok, morte cerebrale per un 12enne: i genitori di Archie non vogliono staccare la spina

Aveva preso parte alla Blackout Challenge, che consiste nel provare la propria resistenza tenendo una cintura stretta intorno al collo

Cina, influencer arrostisce e mangia uno squalo bianco: è polemica

L’influencer, il cui nickname è Tizi, ha condiviso sul suo account Douyin (social network tra i più utilizzati dai millenial in Cina) il video

Iran Human Rights: “Tre donne giustiziate in un giorno, una era una sposa bambina”

Secondo il rapporto di Iran Human Rights sulle donne e la pena di morte, almeno 164 donne sono state giustiziate tra il 2010 e l'ottobre 2021
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -