Neonato ricoverato allo Spaziani portato via con forza e minacce dal padre, la Asl fa chiarezza

Dalla Direzione generale della Asl di Frosinone chiariscono quanto accaduto in merito al bambino sottratto dal padre prima dell'arresto

In merito all’articolo pubblicato nella mattinata – facente riferimento ad una nota stampa diffusa dalla Questura di Frosinone – sul presunto rapimento, da parte del padre, di un bambino ricoverato presso il reparto di neonatologia dell’Ospedale di Frosinone, la Direzione Aziendale ha diramato un comunicato per fornire la sua versione dei fatti. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

La nota Asl

“Il bambino in questione era ricoverato presso il reparto di patologia neonatale e poi di neonatologia dal giorno della nascita, 25/03/2024 nell’attesa dell’adozione di provvedimenti da parte del Tribunale dei Minori di Roma. Il provvedimento del Tribunale è stato emesso in data 16/4 e prevedeva la sospensione della potestà genitoriale e la nomina, in qualità di tutore, del Sindaco di un Comune della Provincia di Frosinone, disponendo, per il tramite del Servizio Sociale territorialmente competente, il collocamento del minore presso una idonea struttura di accoglienza e la possibilità per i genitori di incontrare il minore secondo modalità regolamentate dal suddetto servizio sociale, di concerto con il tutore. Il medesimo provvedimento disponeva la convocazione dei genitori, del tutore e del Servizio Sociale innanzi al tribunale il 30 aprile alle ore 11 per la conferma, modifica o revoca dei provvedimenti adottati.

Alle ore 18.15 del 30/4, come riportato nelle relazioni del personale in turno presso il reparto di Neonatologia di Frosinone, il padre, sostenendo di aver dimenticato qualcosa nel corso della consueta visita al figlio che si svolgeva dalle 17 alle 18, e che si era tenuta senza che questi avesse avuto alcun comportamento anomalo, sottraeva il piccolo dalla culla, con forza e minacce, nonostante il personale infermieristico di turno cercasse di impedirglielo, e lo conduceva fuori dal reparto. Immediatamente il personale allertava il 113 riportando quanto accaduto e fornendo le generalità del padre. Dopo 30 minuti una conoscente della famiglia riconduceva il piccolo in reparto. Il neonato appariva in buone condizioni generali. Il personale, successivamente, forniva alla Polizia, giunta in reparto, le dichiarazioni inerenti l’accaduto. In data 02/05 il Responsabile della Casa Famiglia identificata per l’accoglienza provvedeva alla presa in carico del neonato che veniva dimesso dalla struttura affidato all’assistente sociale”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Frosinone – Manutenzione sulle reti idriche, da domani cambia la viabilità nel centro storico

Via Fratelli Bragaglia e in Corso della Repubblica (da intersezione Via de Gasperi)

Torna la truffa del CEO, occhio alla frode informatica che prende di mira le aziende

I malfattori, spacciandosi per un dirigente aziendale ordinano ad un impiegato di eseguire un pagamento o un bonifico urgente

Rischia di travolgere un giovane sulle strisce pedonali, aggredito dagli altri automobilisti

Sora - L’episodio si è verificato poco fa su Viale San Domenico. Il ragazzo è caduto a terra per evitare di essere centrato dall’auto

Regione – 19enne sbanda con l’auto e travolge due passanti: un morto e un ferito grave

Roma - Assieme all’uomo deceduto è stato coinvolto un suo amico, un 61enne trasferito in ospedale in codice rosso

Giornata internazionale dei minori scomparsi, l’impegno costante della Polizia di Stato

La Polizia di Stato partecipa anche quest’anno ad una serie di iniziative dedicate a questa ricorrenza di grande valore

Truffa con false proposte di lavoro da TikTok, l’allarme della Polizia Postale

Una falsa proposta di lavoro proveniente dal fantomatico Dipartimento delle Risorse Umane di TikTok: l’ultima frontiera delle truffe in rete
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -