Okoli icona della lotta al razzismo: la maglia giallazzurra nel Museo del Calcio Internazionale

Un motivo di orgoglio che certifica ancora l’impegno del giocatore e del sodalizio frusinate in favore della diffusione di valori universali

Serie A – “Keep racism out”, il difensore del Frosinone Calcio Caleb Okoli diventa un’icona della lotta al razzismo. Sulla pagina Instagram del Museo del Calcio Internazionale, infatti, ci sono post e storie che hanno per protagonisti l’atleta italiano di origini nigeriane e il club del presidente Maurizio Stirpe. Il numero 5 giallazzurro ha donato la sua speciale maglia al Museo nonché prima esposizione permanente del calcio internazionale in Italia.

I ringraziamenti ad Okoli e al Frosinone

“Anche quest’anno @caleb_okoli ci ha donato la sua maglia, una maglia speciale che ci permette di sostenere la lotta al razzismo ‘Keep racism out’”, questo il post della pagina. Poi Instagram Stories in cui il Museo ringrazia “come ogni anno Okoli e il Frosinone Calcio”. Un motivo di assoluto orgoglio che certifica ancora una volta l’impegno del giocatore e del sodalizio frusinate in favore della diffusione di valori universali e di una cultura del sociale. Gli stessi obiettivi che si propone di perseguire il Museo del Calcio Internazionale, di cui una delle finalità è proprio quella di educare attraverso lo sport ed in particolare il calcio. Contribuire attivamente quindi a promuovere la cultura sportiva come mezzo di espressione e riflessione sulle virtù più profonde dello sport. Si vuole incentivare l’accesso alla cultura da parte di tutti dando rilevanza a tematiche sociali. E le parole d’ordine sono innovazione e ricerca ma anche riscoperta dei territori attraverso la loro storia ed il loro patrimonio sportivo.

Sport, valori e cultura

Il bel gesto di Caleb Okoli lo colloca così vicino ai grandi campioni e agli esempi del passato: difatti al museo campeggiano cimeli di Pelè, Maradona, Zico, Cruijff, Di Stefano, Beckenbauer, Muller, Best, Platini. Ma ci sono anche tanti big e beniamini del presente: Ronaldo, Baggio, Zidane, Pirlo, Buffon, Messi, Ronaldo C. e molti altri. Ogni oggetto donato, soprattutto casacche, sia esso indossato da un calciatore di Serie A o di Serie C, ha una storia importante da raccontare. Ci sono pagine di successi, ma anche pagine intrise di lacrime e sconfitte. Esistono le narrazioni della gara della vita, così come della peggiore partita in carriera, ma non esiste differenza. Tutto è esperienza perché la cultura sportiva si alimenta proprio conoscendo tutti questi passaggi. Okoli e il suo Frosinone hanno partecipato raccontando una storia importantissima, una storia di uguaglianza, tolleranza e rispetto. Per dare insieme un altro simbolico calcio alla discriminazione e alla xenofobia.

- Pubblicità -
Cristina Lucarelli
Cristina Lucarelli
Cristina Lucarelli, giornalista sportiva con una passione per musica, cinema, teatro ed arti. Ha collaborato per diversi anni con il quotidiano Ciociaria Oggi, sia per l'edizione cartacea che per il web nonché con il magazine di arti sceniche scenecontemporanee.it. Ha lavorato anche come speaker prima per Nuova Rete e poi per Radio Day. Ha altresì curato gli uffici stampa della Argos Volley in serie A1 e A2 e del Sora Calcio.

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Napoli-Frosinone affidata al signor Michael Fabbri di Ravenna

La gara, valida per la 32esima giornata del campionato di serie A, è in programma domenica 14 aprile (ore 12.30) al ‘Maradona’ di Napoli

Blue Forum – “Investiamo nell’Economia del Mare”, le Blue Audition al Summit

Ha preso il via la terza giornata del Summit Nazionale sull’Economia del Mare Blue Forum voluto dalla Camera di Commercio Frosinone Latina

Una panchina gialla per sensibilizzare sull’endometriosi: “La voce di una è la voce di tutte”

Obiettivo: informare su una patologia cronica che colpisce 3 milioni di persone in Italia e circa 700 mila solo nel Lazio

Su TikTok è GrissinBon mania: il significato del meme

I meme di GrissinBon simulano una camminata a gambe larghe con la canzone dello spot in sottofondo e stanno spopolando

Autismo, “Io come te”: il ‘Cicerone’ bandiera della sensibilità. Gli studenti vincono il Contest 2024

Arpino - Gli alunni si sono approcciati alla tematica con una canzone molto significativa con cui si sono aggiudicati il primo posto

Blue Forum – I ministri Abodi e Urso chiudono le celebrazioni della “Giornata Nazionale del Mare”

Andrea Abodi, Ministro dello Sport e Adolfo Urso, Ministro delle Imprese e del Made in Italy omaggiati dal Presidente Giovanni Acampora
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -