Omicidio Veroli, Silvio Scaccia ucciso a colpi di pistola: ferito il figlio avvocato. La ricostruzione

Emergono i primi dettagli sul delitto che ha sconvolto la provincia. Interrogato il presunto assassino, nipote della vittima

Veroli – Emergono i primi particolari sul drammatico omicidio consumatosi nelle prime ore di questa mattina a Castelmassimo, al confine con Frosinone. 

A restare a terra, sotto i colpi di una calibro 22, Silvio Scaccia, 85 anni. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri del Comando provinciale, che indagano sul delitto unitamente ai colleghi di Alatri, la vittima si trovava su un terreno, a ridosso della superstrada. Il presunto assassino, Alessandro dell’Uomo, 48 anni, nipote di Silvio Scaccia, tornando da lavoro, dopo il turno di notte come guardia giurata, lo avrebbe visto. Ne è nato un acceso diverbio, come già accaduto in passato. Sembrerebbe per questioni di confine tra i terreni. 

Scaccia spaventato avrebbe chiesto al figlio, Mariano Scaccia, noto avvocato sulla cinquantina, di raggiungerlo. Forse per placare gli animi. Così non è stato. Stando alla versione fornita dagli investigatori, che in queste ore stanno ascoltando il presunto omicida, Dell’Uomo avrebbe preso la pistola facendo fuoco. Fatale uno dei colpi che ha raggiunto Silvio Scaccia che si è accasciato al suolo. Colpito anche il figlio Mariano che è stato trasportato d’urgenza allo Spaziani di Frosinone dai sanitari del 118 giunti sul posto. Per lui necessario un delicato intervento chirurgico ma, al momento, non sarebbe in pericolo di vita. 

L’interrogatorio

Dell’Uomo, che dopo il delitto avrebbe manifestato intenti suicidari, si trova presso la Caserma dei Carabinieri di Alatri accompagnato dal suo legale di fiducia. Sarebbe in stato di fermo. Pensanti le accuse nei suoi confronti se i contorni della vicenda venissero confermati. I militari dell’Arma lo stanno ascoltando. Il Pubblico Ministero, Vittorio Misiti, vuole vederci chiaro. Il terreno sul quale è avvenuto il delitto è stato transennato per permettere di repertare ogni prova utile alle indagini. Nelle prossime ore dovrebbero arrivare i Ris per i rilievi. L’omicidio ha sconvolto la città di Veroli e l’intera provincia. L’ennesimo fatto di sangue in una domenica di inizio estate. 

*Aggiornamento: Alessandro Dell’Uomo è stato tratto in arresto con l’accusa di omicidio volontario. Condotto in carcere.

- Pubblicità -
Angela Nicoletti
Angela Nicoletti
Angela Nicoletti, giornalista professionista iscritta all’albo dal 1998 si occupa di cronaca e giudiziaria sia in provincia di Frosinone che a livello nazionale. Ha collaborato e collabora con le prestigiose testate: Il Mattino di Napoli e Il Tempo. Dal 2001 è la referente per il basso Lazio dell’agenzia giornalistica AGI. Le sue inchieste giornalistiche sono sfociate anche in delicate indagini della magistratura. Nel 2018 è stata insignita del premio letterario e giornalistico dedicato a Piersanti Mattarella con un reportage sui beni confiscati alla criminalità organizzata

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Incidente sul lavoro, operaio si recide un’arteria con una lastra di vetro: elitrasportato d’urgenza

Anagni - L’uomo, gravemente ferito, è stato soccorso immediatamente dai colleghi, i quali hanno lanciato l’allarme

Furti e droga, massiccio dispiegamento di agenti sul territorio: controlli serrati

L'attività ha interessato il territorio di Cassino e Sora, con l'impiego di personale dei rispettivi commissariati cittadini

Addio a Georgeana, giovane studentessa stroncata da un male incurabile: il dolore della comunità universitaria

Cassino - Georgeana Eglah, brillante alunna di Telecommunications Engineering si è spenta in Pakistan dov'era tornata da poco

Frana sulla Regionale, automobilista la schiva per un soffio: macchina dei soccorsi in azione

Fontana Liri - La sezione di costone è franata nonostante la folta vegetazione e l'evidente periodo di siccità

Funerali Dott. Leonardo De Rosa, domani l’addio allo stimato professionista stroncato da un malore

Arpino - Una notizia che ha sconvolto l'intera comunità: malore lo ha stroncato mentre era in vacanza con la famiglia

Torna a casa da lavoro, accusa un malore e si schianta con il furgoncino: muore noto paninaro

Frosinone - La tragedia intorno alle 22.30 sulla Monti Lepini. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118, l’uomo non ce l’ha fatta
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -