Asl Frosinone, Angelo Aliquò è il nuovo Dg

La notizia trova conferma nel decreto di nomina firmato dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti

Angelo Aliquò è il nuovo direttore generale della Asl di Frosinone. La notizia, rimbalzata nei giorni scorsi, trova ora conferma nel decreto di nomina firmato dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Aliquò, dal 2018 alla guida della sanità ragusana, prima come commissario e poi come manager, è stato individuato all’interno dell’albo dei direttori generali della Regione Lazio.

Il 54enne, originario di Palermo, è stato anche Direttore Generale della Seus (strumento operativo del 118 a Ragusa) e sindaco del Comune di Gratteri. Laureato in architettura, Aliquò è appassionato di scrittura.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Lavori pubblici: c’è l’ok per il nuovo tratto Orte Civitavecchia – Monteromano est

Emesso dalla Regione Lazio l’atto che chiude la lunga procedura per l'approvazione del nuovo tratto stradale

Automotive a rilento: “Ritardi nelle consegne anche per i noleggi”

Codici: "Irregolarità nella gestione degli ordini e nel trattamento dei consumatori, anche a livello di clausole contenute nei contratti"

Il 2 febbraio torna la Giornata Nazionale di prevenzione dello spreco alimentare

La frutta l’alimento più sprecato del pianeta, in Italia si gettano individualmente 30, tre grammi di frutta alla settimana, segue l’insalata

Alimentare, il caro-prezzi pesa sui consumi ma riduce anche gli sprechi

Il 2023 si apre con una buona notizia sul fronte dello spreco alimentare, con una diminuzione del 12% rispetto al 2022

Servizio Civile, come candidarsi per i progetti di Enapa-Confagricoltura: impegno per l’inclusione

Sono undici i progetti che riguardano l’inclusione dei giovani, la tutela e i diritti dei cittadini contro le disuguaglianze e non solo

“Giardiniere d’arte per giardini e parchi storici”, arriva il bando per progetti formativi

Possono presentare la proposta progettuale gli operatori della formazione. Il bando pubblicato sul sito della Regione Lazio