Bambina colpita dal trattore: “Giulia sta iniziando a svegliarsi pian piano. Si è commossa mentre le parlavamo”

La triste storia di Giulia ha commosso l'Italia intera. Ora è caccia al conducente del mezzo agricolo che ha travolto la piccola

“Giulia sta iniziando a svegliarsi pian piano. La nostra bimba si è commossa mentre le parlavamo quando siamo andati a farle visita, prima il suo papà poi io”. Con queste parole mamma Valeria annuncia che lo stato di salute della piccola Giulia sta lentamente migliorando. Questa mattina la bimba di sei, anni coinvolta nel drammatico incidente di sabato scorso ad Atina, è stata sottoposta ad una tracheotomia e, come scrive la mamma: “Grazie a Dio è andato tutto bene”.

Il messaggio che tutti aspettavano, anche se la situazione resta delicata. La storia di Giulia ha commosso l’Italia intera mettendo in moto una grande macchina della solidarietà per aiutare i suoi genitori, mamma Valeria e papà Fabricio.

La piccola – lo ricordiamo- viaggiava in auto con i genitori e la nonna. In un attimo il dramma. Si è sporta dal finestrino, fatalità, in quel preciso momento un mezzo agricolo era di passaggio. L’ha centrata in pieno alla testa. Immediata la corsa in ospedale, la piccola nei giorni scorsi ha subito un delicato intervento al Policlinico Gemelli dove si trova ricoverata.

In queste ore i carabinieri sono al lavoro per risalire al conducente del trattore che, dopo l’incidente, ha proseguito la sua marcia. Probabilmente chi guidava il mezzo non si è accorto di quanto accaduto ma, considerata la risonanza mediatica che ha avuto la vicenda, potrebbe aver realizzato in un secondo momento. Nessuno però, per ora, si è assunto la responsabilità di quanto accaduto.

Secondo quanto si apprende da fonti non ancora ufficiali, i militari avrebbero sequestrato un mezzo agricolo nelle scorse ore. Si tratterebbe di un trattore che trainava un pesante attrezzo agricolo, potrebbe essere stato proprio quest’ultimo ad impattare con la piccola Giulia. Indagini a tappeto ma per il momento vige il massimo riserbo.

Oggi, intanto, la comunità credente è tornata a pregare per Giulia e per la sua famiglia. Nel pomeriggio, presso la Chiesa Madre del Buon Consiglio, a Sora, è stato celebrato un rosario in occasione delle celebrazioni per i vent’anni dalla canonizzazione di Padre Pio al quale sono state affidate le preghiere dei fedeli per la piccola.

- Pubblicità -
Roberta Di Pucchio
Roberta Di Pucchio
Giornalista pubblicista

Articoli correlati
leggi altro

A1, chiusa per cinque ore l’entrata della stazione di Anagni: ecco quando

Sulla A1 Milano-Napoli, per consentire lavori di manutenzione della segnaletica orizzontale, mercoledì notte sarà chiusa la stazione di Anagni

Vaiolo delle scimmie: al via allo Spallanzani la campagna vaccinale

Oltre 600 le richieste di prenotazione spontanee, 200 previste da oggi da chi è maggiormente a rischio di infezione da Monkeypox virus

FLASH – Masso si stacca dalla collina e finisce nel campetto: tragedia sfiorata

Fortunatamente in quel momento nel campo sportivo non c'erano bambini o ragazzi, altrimenti si sarebbe potuta sfiorare la tragedia

Gallipoli, ‘virus misterioso’ tra i giovanissimi: colpita una comitiva di ciociari

Oltre 20 ragazzi, tra i 17 ed i 18 anni, costretti ad anticipare il rientro a casa con gli stessi sintomi. I tamponi al Covid sono negativi

Truffe agli anziani, la tecnica della “falsa eredità”: così i malviventi raggirano le vittime

Un 'signore' si spaccia per qualcuno in cerca di un vecchio amico a cui dovrebbe consegnare del denaro relativo a un'eredità

Una chiesa…tra la giungla: i volontari ripuliscono la zona

Due cittadini si sono rimboccati le maniche ripulendo la zona che era finita al centro delle polemiche dei residenti
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -