Cassino, isola ecologica sequestrata: Imma Altrui a testa bassa contro la Giunta Salera

La denuncia punta il dito sulla mala gestione del servizio e sull'installazione di un maxi raccoglitore dei rifiuti in piazza Toti

Il sequestro cautelativo emesso dal Gip di Cassino, e riguardante parte dell’isola ecologica comunale, ha suscitato malumori nella Lega e per questo l’esponente del carroccio, Imma Altrui, in una nota stampa al vetriolo, interviene a testa bassa contro la giunta Salera.

“Il sequestro di una parte dell’isola ecologica comunale è la chiara dimostrazione di quanto questa ditta non abbia i criteri per continuare a gestire il servizio di raccolta di rifiuti nella città di Cassino. È inaccettabile quanto evidenziato in un comunicato stampa inviato dai carabinieri forestali e nel quale si porta alla luce un forte stato di inquinamento e soprattutto un presunto comportamento fuori legge. Il tutto senza che nessuno dei nostri amministratori abbia proferito parola. Eppure l’isola ecologica dovrebbe essere il fiore all’occhiello di una comunità e non una fognatura a cielo aperto”.

“Ma le defaillance della giunta Salera non finiscono qui. Basti pensare all’obbrobrio posizionato in piazza Toti e che dovrebbe funzionare come raccoglitore di rifiuti solidi urbani riservato alle attività di ristoro. Sono due giorni che i residenti del centro di Cassino, i titolari di attività commerciali e cittadini, sono costretti a respirare un fetore ammorbante. Non è accettabile che un simile impianto venga posizionato a due passi dal tribunale e da piazza Diamare. Intendo quindi chiedere al sindaco quali provvedimenti pensa di adottare nei confronti della società e inoltre con quale criterio sia stato posizionato il raccoglitore dei rifiuti solidi urbani, che solitamente viene installato nelle zone periferiche di una città, e che invece sta rendendo la vita un inferno a tutti coloro che vivono e lavorano in zona”.

- Pubblicità -
Angela Nicoletti
Angela Nicoletti
Angela Nicoletti, giornalista professionista iscritta all’albo dal 1998 si occupa di cronaca e giudiziaria sia in provincia di Frosinone che a livello nazionale. Ha collaborato e collabora con le prestigiose testate: Il Mattino di Napoli e Il Tempo. Dal 2001 è la referente per il basso Lazio dell’agenzia giornalistica AGI. Le sue inchieste giornalistiche sono sfociate anche in delicate indagini della magistratura. Nel 2018 è stata insignita del premio letterario e giornalistico dedicato a Piersanti Mattarella con un reportage sui beni confiscati alla criminalità organizzata

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Regione Lazio, Forza Italia si rafforza ancora: rientra Cangemi. Lega sempre più fragile

Oggi a Roma il vicepremier e leader degli azzurri, Antonio Tajani, ha dato l'annuncio dell'allargamento del gruppo alla Pisana

Cassino al voto, il declino della città ridotta a ‘terra di mezzo’ fuori dal dibattito elettorale

Cassino verso il rinnovo del Consiglio comunale con 5 candidati sindaco e 18 liste, tra le quali otto di partito. Territorio in crisi

Salario minimo comunale, Ceccano2030 presenta una mozione all’amministrazione

La battaglia: "Mai più una lavoratrice o un lavoratore che lavora nei servizi per la città potrà guadagnare meno di 10 euro l’ora"

Grotte Collepardo, Battisti bacchetta la Regione: “Ci si attiva solo dopo la mia interrogazione”

La consigliera del Pd incalza: "È mettendo toppe che vogliamo lavorare per la valorizzazione della Ciociaria?"

Biodigestore di Frosinone, la Savo incontra Consoli: “Valutare impatto e fattibilità”

La presidente Savo ha deciso di chiedere un’audizione in Commissione Ambiente per valutare i diversi aspetti della questione

Presenza sul territorio per ascoltare le istanze di cittadini e amministratori, Ciacciarelli prosegue il tour

Tappa dell'assessore regionale Pasquale Ciacciarelli nei Comuni di Trivigliano, Guarcino, Vico nel Lazio e Collepardo
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -