Emergenza cinghiali, gabbie per la cattura degli esemplari nelle zone critiche

In arrivo la convenzione tra Comune di Frosinone e Regione Lazio per mettere in campo una serie di interventi di controllo diretto

Frosinone – In arrivo la convenzione tra Comune di Frosinone e Regione Lazio per mettere in campo una serie di interventi di controllo diretto per contrastare la presenza dei cinghiali nel territorio di Frosinone.

“La convenzione che l’amministrazione siglerà con la Regione Lazio – ha dichiarato il Sindaco Riccardo Mastrangeli – va nella direzione del consolidamento della collaborazione tra Enti, a beneficio della cittadinanza. Il Comune di Frosinone, consapevole delle criticità che questa specie animale crea sul territorio, ha voluto realizzare una iniziativa, di concerto con gli organi regionali, per venire incontro alle esigenze dei cittadini, degli allevatori, di tutti coloro che transitano sulle nostre strade. Un ringraziamento va rivolto in particolare all’assessore Antonio Scaccia e al consigliere Franco Carfagna per l’impegno profuso nel seguire, passo dopo passo, questa iniziativa”.

“La presenza di cinghiali selvatici all’interno del territorio comunale – ha dichiarato il vicesindaco e assessore all’ambiente Antonio Scaccia – riscontrata non solo nelle aree rurali, ma anche nelle zone adiacenti al centro abitato, può costituire un rischio ogni qualvolta gli animali si avvicinino a colture, nuclei abitati e strade di scorrimento. Gli uffici comunali dell’ambiente hanno già provveduto a redigere una mappatura degli avvistamenti in corrispondenza, dunque, delle aree in cui saranno condotti gli interventi. Nel dettaglio, con l’entrata in vigore della convenzione, saranno dislocate in queste aree una serie di strutture per la cattura dei cinghiali in modo tale che possano essere allontanati dal nostro territorio. Sarà una ditta specializzata a gestire le varie operazioni, con la supervisione dei nostri uffici comunali”.

“L’amministrazione comunale, con la convenzione che sarà adottata, farà la propria parte in materia di contenimento della proliferazione dei cinghiali, un problema di carattere nazionale. Il ministro dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, Francesco Lollobrigida, ha infatti sottolineato come costituisca una innegabile emergenza sanitaria, che causa enormi danni all’incolumità pubblica, al sistema sanitario e enormi danni alle attività economiche, rendendo così necessaria la modifica dell’art. 19 della legge 157/1992 con la semplificazione delle procedure per l’adozione di piani di controllo approvati dalle regioni e per l’attuazione dei piani in maniera rapida ed efficace – ha dichiarato il consigliere comunale Franco Carfagna – Nella stessa direzione va il Piano regionale di interventi per la gestione, il controllo e l’eradicazione della peste suina africana nella specie cinghiale, altamente contagiosa e spesso letale per gli animali, non trasmissibile agli esseri umani. Contenere i gravi rischi di diffusione della peste suina africana e adottare sistemi di controllo della specie cinghiale, infatti, significa ridurre i rischi sanitari nonché il relativo impatto economico che l’epidemia può arrecare all’intero settore suinicolo italiano. Gli effetti negativi della presenza di cinghiali sono molteplici, tra cui, come ricordato, il pericolo in termini di incolumità pubblica e circolazione. Ringrazio, a nome mio e di tutto il mio gruppo consiliare, il Sindaco Mastrangeli, l’assessore Scaccia e gli uffici comunali che hanno lavorato con grande dedizione e puntualità alla stesura del protocollo che sarà firmato a breve”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Padre maltratta e vessa la figlia, la giovane lo denuncia: ora la fine dell’incubo

Atina - Il 60enne continuava a perseguitare la figlia nonostante fosse già destinatario di un provvedimento di ammonimento

Frosinone – Completato il murale “antismog” sulla Monti Lepini: così assorbe le polveri sottili

Il progetto “L’aria che respiriamo” ha coinvolto gli allievi dell’Accademia di Belle Arti. Un modo per sensibilizzare le nuove generazioni

#WeAllCare, Stellantis chiama a raccolta il Gotha dell’industria per parlare di sicurezza

Oltre 100 esperti tra manager e Ceo delle più grandi multinazionali a confronto nello stabilimento di Piedimonte San Germano

Eleonora Certelli, l’addio alla 20enne morta in un tragico incidente sull’A1 mentre tornava da una festa

Mercoledì a Roma i funerali della giovane promessa dello sport che tornava a casa con la famiglia dopo una festa di laurea a Cassino

Si presenta dalla ex nonostante i divieti e minaccia di dare fuoco alla sua abitazione: 33enne in manette

Sant’Elia Fiumerapido - L’uomo è stato sottoposto ai domiciliari dopo il rito direttissimo presso il Tribunale di Cassino

Delitto Mollicone: “Serena piangeva e veniva strattonata da un ragazzo davanti al bar delle Chioppetelle”

Processo Mollicone: in aula la nipote di Carmine Belli che ha ricostruito l'avvistamento della diciottenne nel giorno della scomparsa
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -