Castro dei Volsci, appuntamento con le Botteghe della Regina Camilla 

Ogni domenica apertura delle Botteghe della Regina Camilla dalle 10.00 alle 13.00 e dalla 15.00 alle 18.30. Un'iniziativa per promuovere il turismo del territorio valorizzando le sue eccellenze

Ogni domenica apertura delle Botteghe della Regina Camilla dalle 10.00 alle 13.00 e dalla 15.00 alle 18.30. Un’iniziativa per promuovere il turismo del territorio valorizzando le sue eccellenze

Le Botteghe della Regina Camilla aprono a Castro dei Volsci ogni domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalla 15.00 alle 18.30. Un’iniziativa dell’Associazione Culturale La Scarana nata nel 2018 con l’intento di preservare e divulgare alcuni aspetti della cultura tradizionale locale. “Le conoscenze, le abilità manuali, l’estro dei nostri predecessori rappresentano il campo di interesse principale per l’attività che l’associazione vuole condurre attraverso la rivisitazione di antichi mestieri ed espressioni artistiche. I soci provengono da diverse estrazioni culturali e lavorative , tutti accomunati dall’amore per l’artigianato e la creazione artistica unica”.

Le attività che l’associazione propone sono diverse ma il progetto principale dell’associazione è proprio quello che riguarda Le Botteghe della Regina Camilla che ha lo scopo di “riattualizzare abilità manuali che oggi potrebbero apparire antieconomiche ed anacronistiche con l’intento di promuovere il turismo nel nostro territorio valorizzando l’artigianato e le sue tradizioni, di modo che possano arrivare a rappresentare per noi delle vere eccellenze”.

Per raggiungere tale scopo è stata individuata come location il borgo medievale di Castro dei Volsci dove ci sono ancora diverse botteghe antiche dislocate lungo la Via Civita. Proprio in queste botteghe tutte le domeniche gli aderenti al progetto, artigiani per passione, si ritrovano ed espongono i loro manufatti, ma non solo, mostrano anche i processi produttivi e le tecniche di lavorazione specifiche. Ad oggi sono operativi circa 15 soci in 6 botteghe, tutte contraddistinte dalla medesima insegna ed allestite con criteri filologici per quanto più possibile.

I prodotti che si possono trovare spaziano dai suppellettili in legno e ceramica, gioielli della tradizione, ricami e merletti, uncinetto, dipinti ad acquerello ed incisioni, cucito creativo e i prodotti della tradizione gastronomica locale ed anche il vino della cantina Rossimele prodotto di nicchia con la coltivazione della vite maritata.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

“L’amore non lo vede nessuno”, domani la presentazione del libro di Giovanni Grasso

L’iniziativa vede la collaborazione tra la comunità Nuovi Orizzonti, fondata da Chiara Amirante, e la Camera di Commercio Frosinone Latina

”Pane e Cultura”, il paleontologo Biddittu incanta il pubblico nel trentennale della scoperta del cranio di Argil

Il prof. Biddittu ha parlato anche degli importanti ritrovamenti nella zona di Selva dei Muli e dei Volsci nella parte bassa di Frosinone

Frosinone – “Le Terrazze e le Piazze del Belvedere”, gli appuntamenti del weekend

Domani, in piazzale Vittorio Veneto alle 21.30, si esibirà H2O acoustic trio; mentre domenica 23 giugno sarà la volta dei Soul Shaker

“I Papi a Ferentino”, oggi l’inaugurazione della mostra: sarà aperta al pubblico fino al 7 luglio

La mostra, allestita nel Museo Diocesano di piazza Duomo, aprirà i battenti alle 18:00. Un percorso tra storia, fede e cultura

Frosinone – Festeggiamenti dei Santi Patroni Silverio e Ormisda: tutto il programma

Si parte oggi: ricco il programma dei festeggiamenti civili e religiosi con ospiti d'eccezione attesi nel capoluogo

Frosinone – “Le Terrazze e le Piazze del Belvedere”, il centro storico rinasce con Rossella Testa

Il centro storico apre il sipario agli artisti emergenti e si trasforma in un palcoscenico a cielo aperto. Soddisfazione dell'assessore Testa
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -