Disabilità intellettiva e autismo: le nuove scoperte

Uno studio mette in evidenza il ruolo dell'amminoacido atipico D-aspartato nella regolazione dei processi embrionali di neurogenesi

La duplicazione del gene D-aspartato ossidasi, con conseguente deplezione dei livelli cerebrali del D-aspartato durante la vita embrionale, è tra le possibili cause di una specifica forma di disabilità intellettiva accompagnata da sintomi dello spettro autistico. Lo ha scoperto un team di ricercatori del Ceinge, centro di ricerca e di diagnostica molecolare di Napoli.

Lo studio, partito da un’indagine di biologia molecolare clinica su una paziente napoletana, ha successivamente trovato spiegazione molecolare negli esperimenti in laboratorio, facendo luce per la prima volta circa il ruolo dell’amminoacido atipico D-aspartato nella regolazione dei processi embrionali di neurogenesi che determinano, qualora alterati, disturbi del comportamento in età adulta. Un passo importante nello studio dei processi del neurosviluppo associati al metabolismo cerebrale di un D-amminoacido, in passato ritenuto esclusivo della fisiologia del mondo batterico. Il presente studio nasce da una ricerca pluriennale circa il ruolo funzionale dei D-amminoacidi atipici nella modulazione dei processi del neurosviluppo e nella fisiopatologia della schizofrenia condotta dal gruppo di Alessandro Usiello, professore ordinario di biochimica clinica e biologia molecolare clinica dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli e Principal Investigatordel laboratorio di Translational Neuroscience al Ceinge.

Nel solco di questa linea di investigazione scientifica, il ricercatore romano, recentemente documentava l’esistenza di alterati livelli del D-aspartato nella corteccia cerebrale di pazienti con diagnosi di schizofrenia, malattia psichiatrica intimamente connessa ad alterazioni del neurosviluppo (Schizofrenia, “configurazioni molecolari” anomale nella corteccia cerebrale dei pazienti (unina.it). Con il metodo diagnostico denominato “Comparative Genomic Hybridization” la prof. Barbara Lombardo, prima firma del paper, ha scoperto che la duplicazione di un gene, la D-aspartatoossidasi, produce in una giovane donna una severa forma disabilità intellettuale accompagnata da sintomi dello spettro autistico. A seguito di questa osservazione clinica, i ricercatori del CEINGE hanno dimostrato che la stessa duplicazione genetica della D-aspartato ossidasi in modelli murini, determinava significative anomalie dello sviluppo corticale e produceva in età adulta manifestazioni del comportamento sociale e cognitivo alterate. Fonte AGENZIA DIREW www.dire.it (Agenzia di Stampa Nazionale)

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Caldo e gambe gonfie, i consigli degli esperti contro l’insufficienza venosa e il ruolo dell’ananas

Un problema erroneamente considerato solo estetico che invece necessita di attenzione e cura. L'AFI illustra i rimedi

Salute della donna, open week al Policlinico Tor Vergata: screening di prevenzione gratuiti

Il Policlinico aderisce anche quest’anno all’H-Open Week con l’obiettivo di promuovere l’informazione, la prevenzione e la cura al femminile

Colon irritabile nei piccoli pazienti pediatrici, ecco le prime linee guida italiane

L’obiettivo primario è quello di limitare sia il ricorso indiscriminato ad esami invasivi e inutili sia l’utilizzo di farmaci

Caregiver familiari, nel Lazio c’è la legge: supporto concreto a chi si prende cura dei malati

Sostegno finanziario ai cittadini laziali che si dedicano alla cura di parenti stretti affetti da gravi disabilità

L’estetica oncologica per la salute del malato: focus della Alteri al convegno “Città di Ceccano”

A relazionare Stefania Alteri, pioniera dell’estetica oncologica in provincia di Frosinone. Il convegno venerdì a Palazzo Gramsci

“Run4Hope Italia 2024 Pro AIL”, i carabinieri alla staffetta della solidarietà: sostegno alla ricerca

Lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma. Domenica mattina ad Arce, nell’ambito di tale iniziativa, si è svolta la staffetta solidale
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -