Guarcino – Campocatino, un volano per l’economia e il turismo: l’impegno di Aci per il territorio

Un'occasione che 'rinasce' grazie all'impegno di Aci Frosinone. A tal proposito ne abbiamo parlato con il presidente Maurizio Federico

Guarcino – Campocatino, la data della storica gara si avvicina. Ed è sempre crescente l’entusiasmo e l’attesa circa questo evento che abbraccia l’intera provincia in una stretta emozionante fatta di passione, sport e tanto amore per la propria terra. La competizione, ricordiamo, prenderà vita nella giornata di domenica 31, ma il weekend ad essa dedicato inizia già da venerdì con tanto intrattenimento e poi le prove ufficiali del giorno seguente. Intanto, però, la prima data da cerchiare in rosso sul calendario resta quella di mercoledì 27 luglio, quando alle ore 18.00, in Piazza San Nicola a Guarcino, verrà ufficialmente presentata la competizione valevole per il “Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche”. Un’occasione che ‘rinasce’ grazie all’impegno di Aci Frosinone, che fin dallo scorso anno ha voluto dare una seconda vita ad una kermesse sportiva in cui ha sempre creduto. A tal proposito ne abbiamo parlato con il presidente dell’Automobile Club d’Italia – sezione Frosinone, Maurizio Federico.

La Guarcino Campocatino è una competizione storica per il territorio, come si concretizza l’impegno Aci per questa manifestazione?
“La Guarcino-Campocatino è davvero una gara storica del nostro territorio. Si è svolta, tra l’entusiasmo generale, per 50 anni. Poi, invece, per diverso tempo non è stata più organizzata. Così, lo scorso anno, da un’idea nata in consiglio direttivo, pensammo di ripristinarla. Ridare nuova linfa e luce ad una competizione nota in tutta Italia. Quindi ci impegnammo per far nascere una nuova edizione che ha avuto un buonissimo riscontro. Quest’anno, però, è stato fatto un ulteriore e importantissimo passo: la gara fa già parte del campionato italiano. Mi aspetto un’affluenza non solo di appassionati e sportivi, ma in generale di pubblico e curiosi anche superiore rispetto all’anno passato. Essendo di rilievo nazionale, avremo equipaggi da tutto il Paese. Un evento di spessore non solo per l’Automobile Club di Frosinone ma per tutta la provincia”.

In qualità di presidente Aci, qual è l’invito che rivolge al pubblico?
“Invito il pubblico a seguire con passione questa meravigliosa iniziativa. Nelle giornate di sabato e domenica, le strade che portano a Guarcino saranno percorse da splendide auto, ma non solo. Abbiamo organizzato tante attività di contorno per divertire e intrattenere il pubblico. La gara stessa, per cui, è il fulcro, il centro di un weekend ricco di energia. Voglio anche fare una raccomandazione, un invito alla prudenza: sono gare molto entusiasmanti, queste, ma che presentano anche un certo grado di pericolosità. Quindi bisogna seguire attentamente le indicazioni degli organizzatori e i direttori di percorso, senza mai fare di testa propria”.

Questo genere di eventi può rappresentare un volano turistico-economico per tutto il comprensorio? In che modo?
“Ritengo che tutte le manifestazioni sportive, ma in particolare quelle come la nostra, i rally, le gare storiche in salita siano importantissime per il nostro territorio. Il fattore fondamentale è infatti la stanzialità: le persone che vengono ad assistervi, i concorrenti, i team che accompagnano i piloti, soggiornano per diversi giorni da noi. Ne consegue un contributo sostanzioso alla nostra economia, alla filiera del turismo, al commercio. Sì gara sportiva, sì evento sportivo, ma soprattutto coinvolgimento di tutto il comprensorio”.

Quale risultato si aspetta da questo evento e dal fitto programma collaterale abbinato alla gara (parata storica, serate musicali, lezioni di sicurezza stradale da parte della polizia presente con il Pullman azzurro)?
“Oltre la gara sportiva in sé, come hai precisato tu, esiste una serie di attività davvero per tutti: dalla musica alle lezioni di sicurezza stradale e altro ancora. Per cui mi aspetto sicuramente un ritorno importantissimo di immagine per il territorio, per l’Automobile Club di Frosinone. Voglio ringraziare i certosini organizzatori Tonino Di Cosimo, Angelo Veneziano: due persone che si sono messe già a disposizione lo scorso anno. Altresì voglio estendere il mio grazie a tutti coloro che partecipano fattivamente alla resa della manifestazione, come anche Vincenzo Bucciarelli, grande capo dei commissari di percorso. Un grazie collettivo davvero a tutti quanti hanno profuso impegno, anche a tutti i dirigenti Aci Italia. E in ultimo voglio sottolineare la nostra volontà di mettere al centro delle gare nazionali di Aci la nostra provincia”.

- Pubblicità -
Cristina Lucarelli
Cristina Lucarelli
Cristina Lucarelli, giornalista sportiva con una passione per musica, cinema, teatro ed arti. Ha collaborato per diversi anni con il quotidiano Ciociaria Oggi, sia per l'edizione cartacea che per il web nonché con il magazine di arti sceniche scenecontemporanee.it. Ha lavorato anche come speaker prima per Nuova Rete e poi per Radio Day. Ha altresì curato gli uffici stampa della Argos Volley in serie A1 e A2 e del Sora Calcio.

Articoli correlati
leggi altro

Cassino Calcio, buona la prima: nel test con il Nuova Itri si impongono gli azzurri

I cassinati, presso lo stadio Salveti, si sono imposti per 2 a 1 sul Nuova Itri grazie ad una doppietta di Ingretolli

A Castel Sant’Angelo spunta un ‘giovane profugo’: Jago colpisce ancora

Il celebre artista ha posizionato sul ponte la sua nuova opera di dimensioni naturali destando scalpore e curiosità

Basket, la Virtus Cassino ingaggia l’ala piccola Gianmarco Iannicelli

Ragazzo dotato di grande talento e di una prorompente forza fisica, Iannicelli ha conquistato già la fiducia del coach

Boville Ernica, al via da stasera “Estate al Borgo”: tra spettacoli e cinema

Tornano i film all’aperto per i bambini, tante attività culturali e ricreative, spettacoli e musica con la XX edizione di BovillEtnica

Coppa Italia, il Frosinone esce con il Monza. Ma lo fa a testa alta

Un gran bel Frosinone mette paura al Monza e perde 3-2 sfiorando a più riprese il pareggio nel finale giocato alla garibaldina

Cultura, il Miur riconosce 5 librerie di qualità in provincia di Frosinone

A darne notizia il consigliere regionale Sara Battisti, presidente della commissione Affari Costituzionali
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -