Guerra in Ucraina, Di Maio: “Espulsi diplomatici russi”

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, annuncia: "L'Italia ha espulso 30 diplomatici russi per motivi di sicurezza nazionale"

Il ministro degli esteri Luigi Di Maio a Berlino ha annunciato che: “L’Italia ha espulso 30 diplomatici russi per motivi di sicurezza nazionale”.

“Il Segretario Generale del Ministero degli Affari Esteri, Ambasciatore Ettore Sequi, ha convocato questa mattina alla Farnesina, su mia istruzione, l’Ambasciatore della Federazione Russa in Italia, Sergey Razov, per notificargli la decisione del Governo italiano di espellere 30 diplomatici russi in servizio presso l’Ambasciata in quanto ‘personae non gratae'”, – Ha aggiunto Di Maio.   

“Tale misura, assunta in accordo con altri partner europei e atlantici, si è resa necessaria per ragioni legate alla nostra sicurezza nazionale, nel contesto della situazione attuale di crisi conseguente all’ingiustificata aggressione all’Ucraina da parte della Federazione Russa – ha spiegato il ministro degli esteri – L’Italia è disponibile a fare da garante della sicurezza e della pace in Ucraina e faremo tutto quello che serve per portare avanti questo lavoro. Non sarà qualche minaccia a spaventarci”.

La Russia ha già annunciato che “Darà una risposta appropriata”, come ha riferito la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. 

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Regionali, Mazzaroppi: “Trasporti gratuiti per giovani e anziani. Il nostro obiettivo”

Il candidato al Consiglio regionale del Lazio nella lista del Pd evidenzia uno dei punti di forza del programma di centrosinistra

Segreteria Pd, in Ciociaria nasce il comitato per Elly Schlein

Gli aderenti al Comitato S.T.A.R.T si dicono delusi dalle scelte portate avanti in questi anni dal Pd e illustrano le loro ragioni

Regionali, Pompeo: “No al ‘turismo’ ospedaliero. Potenziare i pronto soccorso”

Per il candidato al Consiglio regionale del Lazio nella lista del Pd la sanità deve mettere al centro la persona

Regionali, Maura: “Rilanciare la sanità provinciale anche con una facoltà di Medicina”

Il candidato al consiglio regionale del Lazio nella lista di FdI ritiene fondamentale puntare sul settore salute

Sanità, ambiente e rilancio economico: gli obiettivi di Fabio Forte per le regionali

Il candidato al Consiglio della Pisana nella Lista di Francesco Rocca critica il centrosinistra e traccia la rotta per il rilancio

Pronto soccorso, Ciacciarelli: “D’Amato fa passerella senza mascherina”

Il consigliere regionale della Lega critica l'assessore regionale alla sanità a seguito dell'inaugurazione al San Benedetto