Guerra, raid contro la stazione: si aggrava il bilancio

50 morti. Tra questi 10 bambini. Civili che stavano cercando di scappare dalla guerra. Civili che cercavano di mettersi in salvo

50 morti. Tra questi 10 bambini. Civili che stavano cercando di scappare dalla guerra. Civili che cercavano di mettersi in salvo. Questo il bilancio del raid di questa mattina contro la stazione di Kramatorsk, nella regione di Donetsk. Con il passare delle ore il numero delle vittime è salito ed è partito il rimpallo sulla “firma” dell’attacco. L’Ucraina accusa la Russia, la Russia accusa l’Ucraina.

Mosca nega la responsabilità dell’attacco: “Kiev dovrà rispondere del bombardamento a Kramatorsk, ci sono prove evidenti”. Pronta la replica del presidente ucraino Zelensky: “Noi non uccidiamo civili russi o bielorussi”.

La tv Ukraine 24 pubblica le immagini di uno dei missili sul quale si vede la scritta in russo ‘per i bambini’. Impossibile al momento stabilire chi abbia scritto la frase sul razzo. Per alcuni esperti, il missile della strage è un Tochka-U che sarebbe in dotazione ad entrambi gli eserciti. Per altri si tratterebbe di un missile dismesso dalle forze russe.

Il commento di Zelensky

“Gli occupanti hanno colpito la stazione ferroviaria di Kramatorsk Point U – ha commentato il presidente Zelensky -, dove migliaia di pacifici ucraini stavano aspettando di essere evacuati… Sul posto sono già presenti polizia e soccorritori. I russi disumani non abbandonano i loro metodi. Non avendo la forza e il coraggio di opporsi a noi sul campo di battaglia, stanno cinicamente distruggendo la popolazione civile. Questo è un male che non ha limiti. E se non viene punito, non si fermerà mai. Qualcuno può spiegare perché la Russia ha bisogno di questa guerra? Perché sparare ai civili con i missili? Perché questa crudeltà?” ha chiesto Zelensky”.

- Pubblicità -
Roberta Di Pucchio
Roberta Di Pucchio
Giornalista pubblicista

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Siria, epidemia di colera: 39 vittime e 600 contagi nel Paese già martoriato dalla guerra

Il focolaio delle infezioni si trova nel nord del territorio, nelle zone tra la metropoli settentrionale di Aleppo e il fiume Eufrate

Iran, 17enne muore nelle proteste per Mahsa Amini: le forze sicurezza “rubano” il corpo

Il cadavere è stato ritrovato, dieci giorni dopo, in un obitorio di un centro di detenzione della capitale, con il naso e il cranio fratturato

Ecuador, scoppia la rivolta in carcere: morti almeno 15 detenuti

Nelle perquisizioni dopo gli scontri, la Polizia ha trovato diversi tipi di armi da fuoco, inclusi fucili, oltre a coltelli e proiettili

Shock in Russia, rapper si suicida per non andare in guerra: l’annuncio in un video

Il 27enne ha pubblicato su Telegram un video in cui annunciava la tragedia: "Se stai guardando questo video non sono più vivo"

L’uragano Ian devasta la Florida, almeno 42 morti

"Ci vorranno mesi, anni per ricostruire in Florida quello che l'uragano ha distrutto". Lo ha detto il presidente americano Joe Biden

Kabul, attentato suicida in una scuola: 32 morti e oltre 40 feriti

L'aggressore ha sparato alla guardia dell'istituto, poi ha preso d'assalto l'aula e fatto detonare la sua cintura esplosiva tra gli studenti
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -