Sanità privata, organici ridotti e carichi eccessivi: “La Regione convochi i sindacati”

La Cisl Funzione Pubblica Lazio chiede una convocazione da parte della Regione per discutere il problema e trovare soluzioni

Una richiesta di convocazione immediata alla Regione Lazio per discutere della difficile situazione che il comparto sanitario continua a vivere. È quanto deciso dalla Cisl Funzione Pubblica Lazio durante l’attivo che si è tenuto a Roma e che ha visto la presenza del Segretario Generale Cisl Fp nazionale Maurizio Petriccioli, del Segretario Nazionale Roberto Chierchia e del reggente regionale Giancarlo Cosentino. A rilanciare la richiesta anche il Segretario Generale della Cisl Fp Frosinone Antonio Cuozzo.

«Nella nostra regione, sono troppe le strutture private accreditate in grave carenza organica – spiegano dalla Cisl Fp durante il direttivo – Molte sono al limite, molte altre al di sotto dei parametri della normativa di accreditamento, con evidenti ripercussioni sui carichi di lavoro del personale e sulla qualità dell’assistenza alle persone. La Cisl Fp, insieme a Fp Cgil e Uil Fpl, ha sollevato da anni la necessità di controlli più serrati sulle dotazioni organiche e sulle tipologie di contratto adottate nella sanità privata. Dagli ospedali alle Rsa, alle strutture riabilitative, durante la pandemia, lo spostamento di personale, soprattutto sanitario, verso il pubblico, ha comportato gravi ripercussioni su organici già esigui, rendendo esplosiva la situazione, tra blocco delle ferie, doppi turni, cambi e spostamenti nei reparti per coprire le carenze. Dalla Regione e dalle controparti pretendiamo un cambio di passo a tutela dei lavoratori e dell’utenza. Per questo chiediamo che il presidente Francesco Rocca convochi subito il tavolo di confronto che si è impegnato ad avviare con le organizzazioni sindacali. Vogliamo iniziare subito a discutere delle tante questioni che riguardano il settore. A partire dalle strutture nelle quali ci sono vertenze aperte. Vogliamo discutere di organici, controlli e requisiti di accreditamento, e vogliamo che la Regione metta in mora tutte quelle che ancora oggi non applicano il Ccnl, a distanza di oltre 2 anni e mezzo dalla sottoscrizione. E questo non possiamo più tollerarlo».

«La carenza dell’organico e il mancato rinnovo del ccnl rappresentano un grave problema nel campo della sanità privata – ha aggiunto il Segretario Generale della Cisl Fp Antonio Cuozzo – Un comparto che vive situazioni molto complesse e il personale è costretto a subire le forti mancanze che si sono registrate nel corso del tempo. Tutto questo riguarda il Lazio in generale e, ovviamente, anche la provincia di Frosinone. Proprio in questi contesti provinciali ci siamo spesi mettendo in campo ogni azioni a nostra disposizione. Ora, però, non si possono più accettare questi ritardi. È arrivato il momento di dare un’inversione di tendenza e che le istituzioni facciano la loro parte per risolvere i problemi che questo comparto si trascina da troppo tempo».

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

La pasta fa ingrassare e l’ananas fa dimagrire, i falsi miti da sfatare per una sala alimentazione

L'ISS risponde: "Non esistono alimenti buoni o cattivi. Tutti vanno inseriti, nelle giuste proporzioni, in una dieta sana e varia"

Malattie sessualmente trasmissibili, casi in aumento negli anziani: le più comuni

L’incidenza delle MST nelle persone di età compresa tra i 60 e gli 89 anni è in aumento in alcune regioni del mondo: il punto

Un ranch senza barriere, il “dopo di noi” tra ippoterapia e inclusione dei diversamente abili

Roccasecca - Sacco: “Lo sforzo dei proprietari Stefania e Giovanni, genitori di un ragazzo disabile, merita un plauso e il sostegno di tutti”

Immunoterapia, il ruolo dell’attività fisica per migliorarne l’efficacia

Tenersi in forma con il movimento riduce gli effetti collaterali e può migliorare l'efficacia delle cure con immunoterapia

Demenza precoce, un’indagine svela 15 fattori di rischio: alcuni sono modificabili

Uno studio rivela che non c’è un’unica causa genetica e individua ben 15 fattori di rischio. Alcuni sono modificabili col comportamento

Stop allo screening in gravidanza per la rosolia, aggiornate le linee guida: ecco perché

L’ISS ha aggiornato le linee guida: l’offerta attiva dello screening per la rosolia alle donne incinte non è più prevista
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -