Valorizzazione delle botteghe storiche del Lazio: dalla Regione arrivano 2,4 milioni di euro

Angelilli: «Dal 1° marzo parte l’avviso per i Comuni. Una risposta concreta». Ecco come saranno ripartite le risorse

La Giunta regionale del Lazio, presieduta dal presidente Francesco Rocca, su proposta dell’Assessore regionale allo Sviluppo economico, al Commercio, all’Artigianato, all’Industria e alla Internazionalizzazione, Roberta Angelilli, ha approvato uno stanziamento di 2.400.000,00 euro per la salvaguardia e valorizzazione delle botteghe e attività artistiche, dei mercati e delle fiere di valenza storica, nonché delle attività storiche di commercio su aree pubbliche.

Lo sportello valutativo sarà aperto dal 1° marzo 2024 al 31 luglio 2024. L’istruttoria si articolerà in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande e fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

Le Botteghe storiche laziali censite al 30 novembre 2023 sono: 293 a Roma e provincia108 a Rieti e provincia80 a Viterbo e provincia, 32 a Frosinone e provincia, 71 a Latina e provincia.

Sono 29, invece, i Mercati storici17 nella CapitaleFrosinone e provinciaa Latina. Per quanto riguarda le Fiere storiche, sono complessivamente 24Frosinone e provincia, 16 a Latina e provincia, 4 Rieti e provincia. Roma inoltre ha 94 attività di commercio su aree pubbliche di valenza storica, i cosiddetti urtisti. Il contributo regionale sarà fino al 70% del totale delle spese previste per l’attuazione dei programmi per i Comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti e pari al 100% del totale delle spese previste per l’attuazione dei programmi per i Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti e per quelli in dissesto finanziario.

Il commento di Roberta Angelilli

«Le botteghe storiche del Lazio sono tesori preziosi che custodiscono la storia, la tradizione e l’identità della nostra regione. È fondamentale preservare queste attività che rappresentano un patrimonio di competenze e di professionalità da valorizzare. Con lo stanziamento di 2.400.000,00 euro la Giunta regionale dimostra il suo impegno concreto nella tutela del nostro patrimonio culturale ed economico. Questi fondi rappresentano un investimento nel futuro, garantendo la continuità di queste eccellenze che rendono unico il tessuto economico e sociale del Lazio», ha affermato Roberta Angelilli, Vicepresidente della giunta regionale del Lazio e assessore allo Sviluppo Economico, al Commercio, all’Artigianato, all’Industria e all’Internazionalizzazione.

Il contributo regionale per i Comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti è:

  • Euro 10.000 per mercato storico e per fiera storica
  • Euro 5.000 per bottega storica
  • Euro 800 per attività di commercio su aree pubbliche con carattere di storicità.

Il contributo per i Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti o in dissesto finanziario è:

  • Euro 14.285 per mercato storico e fiera storica
  • Euro 7.150 per bottega storica
  • Euro 1.150 per attività di commercio su aree pubbliche con carattere di storicità.

Le risorse verranno destinate ai Comuni per misure di agevolazione a favore dei proprietari dei gestori delle attività inseriti nell’elenco regionale, attraverso una o più delle seguenti misure:

  • L’istituzione di contributi per l’affitto, la locazione e per il restauro e conservazione dei beni immobiliari, di insegne, attrezzature, macchinari, arredi, finiture e decori originali legati alle attività delle botteghe storiche.
  • La riduzione della misura o l’esenzione dai canoni.
  • L’applicazione di agevolazioni o di riduzioni dell’aliquota dell’Imposta Municipale propria (IMU).
  • Il sostegno a interventi di sviluppo, innovazione e miglioramento delle qualità dei servizi.
  • Il sostegno all’attrattività dei centri urbani e dei luoghi storici del commercio attraverso la valorizzazione delle vie storiche e degli itinerari turistici e commerciali.
- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Rete viaria regionale, due interventi in provincia. Maura: “Quasi un milione di euro per i cantieri”

Il consigliere regionale: "È l'ennesimo passo di buona amministrazione compiuto per il bene dei cittadini"

’Progetto Ossigeno’, escluso il Comune di Ferentino. Lanzi: “Ennesima occasione persa”

“Invece di pensare al fantasma Pompeo, concentravi sui problemi e le necessità della nostra città”, afferma il consigliere

Rete viaria regionale, quindici interventi nel Lazio: le strade interessate in provincia

Due interventi, per un totale di 900.000 di euro, in Ciociaria. Ma il territorio è compreso anche negli interventi per la provincia di Latina

Manichino della Meloni bruciato durante una manifestazione, Mattia: “Intollerabile gesto”

"La contrapposizione politica e il dissenso non possono e non debbono sfociare in questi gesti incommentabili"

”Slow Wine Fair”, le eccellenze del Lazio tra i protagonisti della manifestazione internazionale

Il Lazio è presente a Slow Wine Fair con un proprio spazio istituzionale, una collettiva di 28 imprese del settore

Congresso FI, Quadrini: “Un momento importante per il futuro del partito”

“È stata un'occasione per fare il punto sulla situazione interna, per definire la strategia e per eleggere i nuovi vertici”, spiega Quadrini
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -