Approvato il Decreto Ucraina, il “No” della Segneri

Nel suo intervento a Montecitorio, la deputata ciociara del Movimento 5 Stelle Enrica Segneri ha legittimato il suo "No" al Decreto Ucraina.

“Chi può negare che ci sia in atto un’invasione da parte della Russia in Ucraina, che ci sia una guerra fatta di uccisioni di civili innocenti, che ci siano oltre 3 milioni di profughi che stanno fuggendo dal loro territorio? Nessuno. Però non voglio scivolare in un manicheismo tra buoni e cattivi legittimando una terza guerra mondiale”.- Così, nel suo intervento a Montecitorio, la deputata ciociara del Movimento 5 Stelle Enrica Segneri ha legittimato il suo “No” al Decreto Ucraina.

Approvato il Decreto Ucraina

Con 367 voti a favore, 25 contrari e 5 astensioni, oggi, giovedì 17 marzo 2022, il Decreto Ucraina è stato approvato dal Parlamento italiano. Il Decreto prevede armi, equipaggiamenti, aiuti e misure per l’assistenza ai profughi.

- Pubblicità -
Roberta Di Pucchio
Roberta Di Pucchio
Giornalista pubblicista

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Elezioni Comunali – Franco Moscone si ricandida a sindaco di Casalvieri

“Le motivazioni di questa scelta sono tante. In quest’ultima consiliatura, abbiamo messo in campo molte iniziative”, spiega Moscone

Carceri, Regimenti: “Puntare sul reinserimento sociale dei detenuti per abbattere la recidiva”

L'assessore regionale: "Diversi gli ambiti sui quali stiamo lavorando e sui quali ci confronteremo con il Garante per i diritti dei detenuti"

Consorzio industriale, il neo commissario Trequattrini subito al lavoro: il commento nel giorno della nomina

Questa mattina la nomina ufficiale. Finisce l’era De Angelis e per il Consorzio Industriale inizia una nuova fase: c’è tanto da lavorare

Hospice a domicilio, cure palliative e Pronto Soccorso: la Savo illustra l’accordo tra Asl e sindacati

Siglata dalle Organizzazioni sindacali della Medicina Generale della provincia un'intesa con la ASL: ecco cosa cambierà

Consorzio industriale, Trequattrini è commissario: Ruspandini porta a casa il risultato

L’annuncio arriva dall’onorevole di FdI prima ancora che dalla Regione Lazio. Una nomina fortemente voluta e sostenuta dallo stesso Ruspandini

Consorzio industriale del Lazio, Francesco De Angelis si è dimesso: ora si guarda a Trequattrini

Una decisione già presa nei mesi scorsi. Ora si dovrebbe procedere al commissariamento dell‘Ente ma ci sono dei nodi da sciogliere
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -