Hospice a domicilio, cure palliative e Pronto Soccorso: la Savo illustra l’accordo tra Asl e sindacati

Siglata dalle Organizzazioni sindacali della Medicina Generale della provincia un'intesa con la ASL: ecco cosa cambierà

L’istituzione dell’hospice diffuso (a domicilio), l’apertura di un ambulatorio di cure palliative, l’attivazione di posti letto di transizione a valenza multifunzionale (non solo per i pazienti oncologici ma anche per patologie rare, cronico-degenerative e per gli anziani), la creazione di un’unica lista di attesa con la valutazione multidimensionale in tutti i distretti per rendere più veloce l’attivazione dell’assistenza domiciliare e lo stesso hospice diffuso e, soprattutto, la presenza dei medici di medicina generale nei Pronto Soccorso per la gestione dei codici minori. È questo il contenuto dell’intesa siglata dal commissario straordinario della Asl di Frosinone, Sabrina Pulvirenti, e dalle sigle sindacali di medicina generale che, di fatto, getta le basi per una buona rivoluzione nell’ambito dell’assistenza territoriale.

“L’accordo sottoscritto – commenta la presidente della VII Commissione regionale Sanità, Alessia Savo – dimostra che la sintesi, il dialogo e l’utilizzo razionale ed efficiente delle risorse a disposizione producono risultati importanti che impattano fortemente sull’offerta sanitaria di un territorio e sulla gestione dei percorsi di sofferenza dei pazienti che devono essere messi sempre e comunque al primo posto. Ecco perché le novità contenute nei progetti per l’assistenza territoriale – a cominciare dall’hospice a domicilio per arrivare alla presenza dei medici di medicina generale nei Pronto soccorso – rispondono perfettamente alle nuove indicazioni regionali e nazionali in materia, anche nell’ottica di un efficiente ed efficace utilizzo delle risorse economico-finanziarie”.

Misure che tengono conto anche dei limitati accessi notturni ai Presidi Ambulatoriali Territoriali e che indirizzano le risorse finanziarie ed umane, investite per il funzionamento dei Pat in orario notturno, verso l’attivazione di nuovi servizi maggiormente in linea con i bisogni di salute della popolazione. I Pat saranno mantenuti in h12 presso tutte le sedi attualmente attive fino a quando non verranno realizzate le nuove progettualità. A ciò si aggiunge anche l’attivazione dei percorsi formativi in collaborazione con Asl e MMG.

“Rivolgo un plauso al commissario straordinario della Asl, Sabrina Pulvirenti – conclude la presidente Savo – che ha sin da subito intrapreso un chiaro, quotidiano e franco percorso di collaborazione e condivisione con la Regione Lazio, sia per affrontare e risolvere le maggiori criticità in essere – penso alle misure attuate per la sicurezza nei PS e nelle strutture ospedaliere – sia per intraprendere scelte che, a fronte di un utilizzo estremamente razionale delle risorse, mettono a terra misure e progetti per un sensibile miglioramento dell’offerta sanitaria e, come in questo caso, di gestione umana della sofferenza dei pazienti. La Regione Lazio attende di conoscere le linee progettuali che sono alla base del pieno accordo raggiunto tra l’Azienda sanitaria locale e le organizzazioni sindacali”.

La soddisfazione dei sindacati

Nella mattinata di giovedì 29 febbraio è stato siglata dalle Organizzazioni sindacali della Medicina Generale della provincia di Frosinone una intesa con la ASL di Frosinone finalizzata all’innovazione della medicina territoriale. Le OOSS firmatarie FIMMG, SMI, SNAMI – si legge in una nota si ritengono molto soddisfatte dell’accordo raggiunto con l’Azienda, che permetterà di effettuare valide migliorie nel campo dell’assistenza ai malati oncologici e di quelli affetti da patologie cronico degenerative, con l’istituzione dell’hospice diffuso e del Chronic Care Model, con un processo di transizione migliorativa nei presidi di Anagni, Isola del Liri, Pontecorvo e Ceccano, anche con prestazioni domiciliari. Si attiverà pure un potenziamento del Pronto Soccorso tramite la messa in opera di un apposito box codici minori in ausilio agli ospedali di Sora e Cassino. Si mantiene ed implementa la sperimentazione per la presa in carico dell’assistenza domiciliare integrata nei distretti della ASL. Si è data anche disponibilità nell’ambito della medicina penitenziaria. Verranno rimodulate le attività in essere all’inizio della implementazione tramite le sopra citate innovazioni assistenziali.

Il dialogo con la Direzione aziendale si è tenuto in maniera serena e proficua, con la ASL che ha tenuto nella giusta considerazione gli input della parte sindacale, viatico per una sempre migliore ed utile concertazione nell’interesse dei lavoratori e dei cittadini. Le OOSS ringraziano il Commissario Straordinario Dott.ssa Sabrina Pulvirenti per la disponibilità e professionalità tenuta. – Concludono i sindacati nella nota.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Ferentino – Aumentano le tariffe per i servizi cimiteriali, la minoranza insorge

Musa, Magliocchetti, Lanzi e Pompeo: "Fiorletta e la sua giunta non risparmiano nemmeno i nostri defunti. Cifre raddoppiate"

Regione Lazio, un bando da 25 milioni di euro per i giovani agricoltori: sostegno al comparto

L'Assessore Giancarlo Righini esprime la sua soddisfazione: «Investire su nuove generazioni per cambio di passo nel settore»

Pofi – Contributo “sport e periferie”, Mattoccia replica alla minoranza e bacchetta Ciccone

Mattoccia invita "la minoranza a documentarsi in maniera più approfondita prima di pubblicare cose inesatte"

Lega, Eleonora Cedrone commissario cittadino di San Donato Val di Comino: “Subito al lavoro”

La Cedrone: "Fare squadra per promuovere al meglio le tante potenzialità che abbiamo e che non sempre vengono sfruttate"

Consorzio industriale del Lazio, verso la riforma: incontro in Regione con tutti i soci

Angelilli e Trequattrini: "Le nostre aree industriali sono cambiate ed è necessario che il Consorzio si adegui diventando sempre più smart"

Riattivazione reparto Ortopedia allo ‘Spaziani’, Savo: “Orgogliosa del risultato”

Frosinone - "È di ieri l’arrivo del professor Alessandro Carcangiu, che ben presto sarà raggiunto da altri medici ortopedici", spiega Savo
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -