Il Bosco di Paliano riapre per la nuova stagione

Il bosco è dedicato alle famiglie, agli sportivi, agli appassionati di avventura e a tutti coloro che hanno bisogno di immergersi nella natura

La stagione del Bosco di Paliano decolla. Il 10 aprile l’inaugurazione della stagione 2022 con uno spettacolare volo in mongolfiera. Una mongolfiera sarà all’interno del Bosco per far vivere a chi vorrà un’esperienza unica. Dalle 16,00 alle 18,00 bambini e adulti potranno effettuare in piena sicurezza un volo ancorato di 20 mt. per godere dall’alto la maestosità del territorio. I posti sono limitati, non occorre la prenotazione ma è consigliato acquistare in biglietteria, la mattina all’arrivo, anche il biglietto per il volo al fine di assicurarsi l’avventura.

Per l’occasione, partecipazione straordinaria dell’Associazione Musicale Banda Città di Paliano alle ore 12,00. Mentre Acqua di Fiuggi offrirà a tutti i visitatori la sua preziosa risorsa naturale nel nuovo formato sostenibile.

Il Bosco di Paliano

Il Bosco di Paliano si estende su una superficie di circa 30 ettari di querce secolari. Lo percorrono 5 km di comodi sentieri battuti da vivere a piedi, in bicicletta e a cavallo, accessibili a tutti. Un luogo dove ritrovare il contatto con la natura, con i suoi silenzi e i suoi suoni leggeri. Un luogo dove svolgere tante attività nel totale rispetto dell’ambiente. Dopo le quindicimila presenze dell’anno scorso, il Bosco di Paliano è pronto ad accogliere gli amanti dell’ambiente naturale per la nuova stagione.

La storia del Bosco di Paliano

Il Bosco di Paliano viene acquistato da Augusto Gazelli dei Conti di Rossana intorno al 1920 insieme a tutta la proprietà La Selva, a cui dà il nome. E’ il dono di nozze per la figlia Luisa con il Principe Fulco Ruffo di Calabria, Asso dell’aviazione nella I Guerra mondiale e Medaglia d’Oro al VM. Testimone di nozze è Gabriele D’Annunzio. Durante la II Guerra mondiale, La Selva, e con essa il Bosco, è teatro di bombardamenti e quartier generale tedesco. Si possono scorgere ancora oggi alcune buche scavate dalle bombe, e molti ordigni inesplosi sono stati rinvenuti negli anni. Fino agli anni ’70 il bosco è di tipo ceduo e viene sfruttato per la legna, poi si trasforma in alto fusto.

Sempre negli anni ’70, il Bosco, popolato da cinghiali, diventa terreno di caccia e ripopolamento, fino al divieto subentrato negli anni ’80, quando Antonello Ruffo di Calabria, figlio di Fulco, inizia i lavori per la realizzazione di 5 km di sentieri all’interno dell’area.

Nel 2011, con  D.P.R.L. 3 novembre n. 361 viene istituito Il monumento naturale “Selva di Paliano e Mola di Piscoli” di cui il Bosco fa parte. Ha un’estensione di circa 413 ettari ricadente all’interno del Comune di Paliano (Fr). La zona si trova a una quota di circa 250 m s.l.m. su terreni di origine vulcanica derivati da tufi Pleistocenici. Il 27 giugno del 2020 il Bosco viene aperto al pubblico per la prima volta.

Il Bosco oggi

Oggi il bosco è dedicato alle famiglie, agli sportivi, agli appassionati di avventura, ai viaggiatori di passaggio, ovvero a tutti coloro che hanno bisogno di immergersi nella natura, anche accompagnati dagli amici a quattro zampe. Il tutto con un’importante filosofia: “Il Bosco vuole provare che possiamo vivere la Natura senza per questo farla soffrire. Il Bosco vuole essere la maglia di una rete: la rete della consapevolezza, dell’attenzione, della responsabilità verso la terra alla quale apparteniamo”.

Anche quest’anno le attività in programma per bambini e adulti sono molte. Si potrà passeggiare tra sentieri ombreggiati, pedalare su piste ciclabili e cimentarsi nel tiro con l’arco, rilassarsi sulle amache appese tra i fusti di cerri e aceri campestri. I visitatori potranno lasciar correre i propri cani, fare un picnic nelle aree attrezzate, andare a cavallo o semplicemente passare una giornata in un ambiente incontaminato di cui aver rispetto.

Confermati i servizi che l’anno scorso hanno avuto maggior successo: dallo spazio dedicato ai migliori amici dell’uomo agli appuntamenti con la falconeria; dalla piccola biblioteca sulla transizione ecologica al noleggio delle biciclette; dal tiro con l’arco alle amache.

Tutte le info su eventi, costi, orari sono disponibili su https://ilboscodipaliano.it/.

- Pubblicità -
Roberta Di Pucchio
Roberta Di Pucchio
Giornalista pubblicista

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Il dipinto del Rizi custodito in una chiesa della Ciociaria riprodotto in un libro storico

Trevi nel Lazio - Arrivata anche l'autorizzazione al restauro: "Entro la fine dell’anno potremo inaugurare le rinnovate opere del Rizi"

Davide De Carolis, un mago dai segreti…nel fodero: ecco a voi l’Extreme Shooter dei record

Anagni - Il tiratore professionista, testimonial Benelli, si racconta in questa intervista e anticipa i progetti futuri

Roccasecca ‘capitale della cultura’: arte e musica a sostegno della candidatura. L’impegno della Provincia

“Omaggiare la candidatura di Roccasecca è candidare un intero territorio", dichiarano entusiasti Antonio Pompeo e Luigi Vacana

I Depeche Mode tornano in Italia: tra le date anche una all’Olimpico di Roma

La band di Dave Gahan e Martin Gore torna sul palco dopo 5 anni di assenza e dopo la scomparsa dello storico tastierista Andy Fletcher

Boville Ernica diventa ‘Città del Volo’, lanci con il parapendio per promuovere il territorio

Il borgo rappresenta un punto di riferimento per la disciplina sportiva e si presta perfettamente all’utilizzo del parapendio

“Giornate FAI d’Autunno”, anche Sora tra le bellezze d’Italia da valorizzare

Sabato 15 e domenica 16 ottobre l'appuntamento. Tra i numerosi luoghi aperti in tutte le regioni anche siti della città volsca
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -