Manuela Arcuri a ‘Terme Pompeo’, l’attrice si rilassa in Ciociaria dopo le nozze

La bella Manuela è tornata a 'casa'. Nata ad Anagni, ha trascorso la sua infanzia proprio a Ferentino per poi trasferirsi a Latina

E alla fine la bella Manuela è tornata in Ciociaria. Per ‘riposarsi dalle fatiche del matrimonio’ con Giovanni Di Gianfrancesco, 44enne imprenditore di Monterotondo, suo compagno dal 2010 e padre del loro Mattia, l’ex conduttrice del Festival di Sanremo e di Mai dire gol, protagonista di numerose fiction, è passata dallo sfarzo del Castello Odescalchi sul lago di Bracciano alla sua terra natìa. Ha anche finto di girare il suo ultimo film: Gli artigli dell’aquila

Nata ad Anagni, dopo aver trascorso la sua infanzia proprio a Ferentino, e cresciuta a Latina, Manuela ha deciso di trascorrere qualche giorno in completo relax nel complesso termale Terme Pompeo. Sarà l’aria salubre, lontana dal caldo torrido e dall’afa di questi giorni, che ha fatto cadere la scelta della bellissima attrice sul paese che domina la valle del fiume Sacco e che possiede un centro termale all’avanguardia, dotato davvero di ogni comfort. Giorni e momenti di relax, anche per rigenerarsi e pianificare un futuro denso di appuntamenti artistici. E la scelta del complesso Terme Pompeo non poteva che essere la migliore.

Antico centro degli Ernici, poi occupata dai Volsci e quindi dai Romani, Ferentino già dalla sua remota storia era apprezzata per le sue acque, tant’è che vi sono antiche tracce di strutture termali; quindi, da sempre erano apprezzate le proprietà delle acque solfureo-bicarbonato- calciche, finché Domitilla, originaria di Ferentino e madre degli imperatori Tito e Domiziano, vi fece costruire le antiche terme.

Guardando a quella tradizione, nel 1854 la famiglia Pompeo diede vita a uno dei primi stabilimenti dell’era moderna, sviluppando l’attività termale fino alla realizzazione del nuovo imponente complesso delle Terme Pompeo di oggi.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Automotive a rilento: “Ritardi nelle consegne anche per i noleggi”

Codici: "Irregolarità nella gestione degli ordini e nel trattamento dei consumatori, anche a livello di clausole contenute nei contratti"

Vince la leucemia e conquista il vulcano più alto al mondo: Andrea Cappadozzi da record

Il ciociaro, assieme all'amico Christian Ghini, è arrivato sulla cima dell'Ojos del Salado nelle Ande, al confine tra Argentina e Cile

Il 2 febbraio torna la Giornata Nazionale di prevenzione dello spreco alimentare

La frutta l’alimento più sprecato del pianeta, in Italia si gettano individualmente 30, tre grammi di frutta alla settimana, segue l’insalata

Alimentare, il caro-prezzi pesa sui consumi ma riduce anche gli sprechi

Il 2023 si apre con una buona notizia sul fronte dello spreco alimentare, con una diminuzione del 12% rispetto al 2022

Servizio Civile, come candidarsi per i progetti di Enapa-Confagricoltura: impegno per l’inclusione

Sono undici i progetti che riguardano l’inclusione dei giovani, la tutela e i diritti dei cittadini contro le disuguaglianze e non solo

“Giardiniere d’arte per giardini e parchi storici”, arriva il bando per progetti formativi

Possono presentare la proposta progettuale gli operatori della formazione. Il bando pubblicato sul sito della Regione Lazio