Nuove professioni: ecco il commesso digitale

Il virtual store sherpa è un personal shopper che fornisce supporto alle persone nei loro acquisti all’interno di centri commerciali virtuali

Con l’incursione del digitale in ogni ambito della vita quotidiana, come abbiamo potuto già ben vedere, il lavoro si sta trasformando moltissimo. Non ne è esonerata la figura del commesso o commessa. Se prima erano necessari – ma anche sufficienti – cortesia, disponibilità, garbo e spirito di osservazione, ora tutto ciò – che non è poco – non basta più. I negozi sono chiamati ad un pesante banco di prova, quello con gli store on line. Situazione che influisce anche sul mestiere di commesso, il quale non può adesso prescindere dal possedere delle digital skills nel suo know-how. Nasce allora il ‘virtual store sherpa’ o anche ‘commesso digitale’.

Ma chi è e cosa fa il commesso digitale?

Il virtual store sherpa è un personal shopper umano che fornisce supporto alle persone nei loro acquisti all’interno di centri commerciali virtuali. Tali centri commerciali immateriali si stanno infatti sviluppando tantissimo, seguendo un po’ la logica di quelli fisici. Il commesso fornisce la propria consulenza attraverso strumenti digitali e piattaforme di realtà aumentata. Il fine ultimo, difatti, è quello di avere un servizio istantaneo nel momento del bisogno. Il tutto con l’ausilio di un collegamento video ed apposite strumentazioni tech. E’ praticamente la versione 2.0 di quel personal shopper succitato che abbiamo già conosciuto all’interno del nostro viaggio tra le nuove professioni.

Come si diventa commesso digitale?

Oltre all’importanza di una predisposizione verso il mondo dell’high tech, a personali conoscenze informatiche e alla curiosità, tra le doti personali fondamentali annoveriamo la pazienza. E anche la perspicacia e la propensione al dialogo, alla premura. Ma per essere un virtual store sherpa preparato a dovere, ora stanno nascendo tantissimi corsi on line. D’altronde la figura, secondo diverse ricerche, sarà molto richiesta. Lo dimostra l’incrementarsi dei negozi virtuali, l’automatizzarsi dell’iter di acquisto on line, sempre più intuitivo. Oltre che il poco tempo a disposizione di noi poveri comuni mortali nel recarci personalmente nei negozio. Va da sé che crearsi delle basi di studio solide, non può che implementare le possibilità di percorrere questa carriera.

- Pubblicità -
Cristina Lucarelli
Cristina Lucarelli
Cristina Lucarelli, giornalista sportiva con una passione per musica, cinema, teatro ed arti. Ha collaborato per diversi anni con il quotidiano Ciociaria Oggi, sia per l'edizione cartacea che per il web nonché con il magazine di arti sceniche scenecontemporanee.it. Ha lavorato anche come speaker prima per Nuova Rete e poi per Radio Day. Ha altresì curato gli uffici stampa della Argos Volley in serie A1 e A2 e del Sora Calcio.

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Quanti chili di surgelati mangiamo a testa ogni anno? L’Italia batte un nuovo record storico

Dal 'Rapporto Annuale sui Consumi dei prodotti surgelati” emerge un nuovo massimo di consumo pro capite: i dettagli

‘Gulia Fabbrica Bellezza’, l’eccellenza dell’hair sbarca a Frosinone: sabato l’inaugurazione

Si tratta del secondo salone del giovane brand, di cui il primo, sito ad Isola del Liri, è noto ben oltre i confini provinciali

Fiuggi – Inaugurata la fontana monumentale della fonte Anticolana

Il sindaco: "Un'opera che la nostra città attendeva da un quarto di secolo, l'acqua è vita e Fiuggi è la città dell'acqua"

“Gemellaggio storico culturale” tra Trevi nel Lazio e Trevi nell’Umbria, la cerimonia

Un momento simbolico che ha unito i due paesi che rappresentano due gioielli di grande bellezza storica, ambientale e culturale

Amaseno – Il Caseificio Nonna Pitta lancia la sua linea di yogurt 100% latte di bufala

Un'innovazione da gustare: il risultato di una lavorazione artigianale che rispetta le antiche tradizioni. Storia di un'eccellenza locale

Saldi estivi, da oggi in tutte le regioni: scarpe e t-shirt in cima ai desideri

In tutta Italia 1 consumatore su 2 è pronto a spendere: si prospetta un giro di affari di oltre 3,5 miliardi di euro
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -