Provincia, riattivare e valorizzare le sedi decentrate

Pompeo: "Così torniamo anche fisicamente vicini ai cittadini per rispondere alle loro esigenze e qualificarci sempre più come Casa dei Comuni”

La grande riscossa delle Province, di cui è convinto sostenitore e fautore il presidente di Upi Lazio e della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo, passa anche per la presenza fisica di questi Enti sui territori.

È esattamente in questa direzione che va l’ultima direttiva, adottata in questi giorni da Pompeo, che intende riattivare e valorizzare le sedi decentrate dell’Ente di piazza Gramsci, proprio al fine di rendere operativo il ruolo chiave che le Province rivestono nel decentramento territoriale della pubblica amministrazione ma, soprattutto, di soddisfare sempre di più le esigenze dei cittadini.

Nella direttiva, che Pompeo ha inviato a tutti i dirigenti dell’Ente, dunque, si sottolinea la necessità di riprogrammare le attività delocalizzate, garantendo la possibilità per i cittadini di fruire di tutti i servizi provinciali presso le sedi istituite. E questo non solo nell’ottica di favorire lo snellimento delle procedure amministrative e burocratiche, ma anche per avvicinare ancora di più le istituzioni al territorio, pure alla luce di una nuova stagione di riforme (prima tra tutte quella del Tuel) che inciderà direttamente proprio sulla funzionalità e sull’efficienza delle Province, enti tutt’altro che dormienti e, anzi, diretta emanazione delle necessità di territori ampi e variegati come, appunto, quello della provincia di Frosinone.

Riorganizzare il lavoro svolto nelle sedi decentrate – sottolinea Pompeo – risponde a due precisi obiettivi: da un lato velocizzare e rendere ancora più efficiente l’erogazione dei servizi, che la Provincia fornisce a Comuni e cittadini, potenziando adeguatamente le risorse umane di cui dispone; dall’altro quello di valorizzare il lavoro del personale impiegato e ridefinire le attività. Una pubblica amministrazione più rapida e meno distante dai cittadini e dai territori non può che essere un valido sostegno per tutte le altre istituzioni che ad essa fanno riferimento, specialmente in un momento di ripresa come questo, con la grande e imperdibile opportunità rappresentata dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Maturità 2024, le possibili tracce della prima prova

I giochi sono fatti: le prove sono ormai arrivate nelle scuole sotto forma di plico telematico. Il 19 giugno si inizia

Aumenti e modifiche unilaterali dei contratti: “Enel fa orecchie da mercante”

La notizia dell’avvio di verifiche da parte dell’Antitrust ha acceso i riflettori sul comportamento dell’azienda

Sora – In arrivo le bollette TARI, sindaco e assessore fanno chiarezza

Di Stefano e Altobelli: "Il contribuente deve aver chiaro cosa è chiamato a versare ed i metodi di riscossione devo essere agevoli e precisi"

“ARIA”, il ruolo dell’intelligenza artificiale per il futuro del Paese: giovani imprenditori a confronto

Ieri a Ponza il convegno di Unindustria giovani. Centrali nel dibattito gli interventi di Acampora e Camilli

Svelata l’età della mummia più antica d’Italia: ha 6.600 anni. E viveva sul Monte Rosa

È una marmotta ed è stata ritrovata per caso dalla guida alpina Corrado Gaspard ai 4.291 metri del ghiacciaio Lyskamm

Voli low cost davvero? Con gli extra il prezzo aumenta anche del 363%

Il prezzo iniziale, quello da cui si viene attratti, rileva Altroconsumo, è molto inferiore a quello che si pagherà effettivamente dopo
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -