Una scuola di formazione per lo sviluppo dei territori

L’UPI Lazio ha concesso il patrocinio e collabora all’organizzazione della ‘Scuola per il Benessere e il Futuro dei Territori’

L’UPI Lazio ha concesso il patrocinio e collabora all’organizzazione della ‘Scuola per il Benessere e il Futuro dei Territori’ promossa dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), un’iniziativa di alta formazione, destinata a rappresentanti delle amministrazioni pubbliche locali e funzionari pubblici. La Scuola è organizzata con il contributo della Fondazione Enel e in collaborazione della rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile (RUS), della Regione e delle Associazioni regionali delle autonomie locali.

Il percorso formativo affronta i temi della sostenibilità ambientale, economica e sociale con un’impostazione interdisciplinare e approfondisce i principali strumenti per far fronte alle sfide poste dallo sviluppo sostenibile e dal PNRR. Il programma prevede una prima fase di introduzione all’Agenda 2030 e di analisi di contesto, che vedrà la partecipazione congiunta dei/delle discenti dei territori del Lazio.

La partecipazione ai corsi è gratuita poiché il costo sarà interamente coperto da borse di studio messe a disposizione dalla Fondazione Enel. Le lezioni per il Lazio inizieranno il 6 giugno. Le candidature dovranno essere presentate entro il 1° giugno 2022 in via telematica, attraverso il form di iscrizione online disponibile alla pagina dedicata del sito ASviS: https://asvis.it/scuola-per-il-benessere-e-il-futuro-dei-territori/ .

“I territori – dichiara il presidente di Upi Lazio, Antonio Pompeo – sono i luoghi fondamentali per concretizzare i progetti e le azioni necessarie per la realizzazione degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. Attraverso la partecipazione a questa scuola, intendiamo contribuire a rendere le politiche locali sempre più coerenti con quelle nazionali e quelle europee, ma proseguiamo anche nel percorso di modernizzazione della pubblica amministrazione, consapevoli che lo sviluppo sostenibile rappresenti ormai la base su cui fondare tutte le politiche pubbliche, non solo quelle ambientali. Infine, ma non in termini di importanza, la necessità di formare figure altamente specializzate che, proprio con la sfida del Pnrr, sono assolutamente centrali e indispensabili per la progettazione al fine di attirare risorse fondamentali per i territori”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Passaporti in tutti gli uffici postali d’Italia, da luglio il servizio arriverà anche in Ciociaria

Lo ha annunciato il Direttore Generale di Poste Italiane, Lasco, al termine di un incontro con il ministro dell’Interno Piantedosi

Festival di Cannes, la Regione promuove e sostiene cinema e audiovisivo: i contributi

Annunciato l’avviso dell’edizione 2024 di Lazio Cinema International: 5 milioni di euro per contributi a fondo perduto

Lavoro, i giovani temono la concorrenza dell’intelligenza artificiale

Per uno studente delle superiori su tre l’IA potrebbe mettere in pericolo le proprie ambizioni. Lo rivela la ricerca 'Dopo il diploma'

Intelligenza Artificiale, cresce l’uso nelle scuole: il 65% degli studenti la utilizza per fare i compiti

Una ricerca ha messo in luce l’impatto sempre più rilevante che l’IA sta avendo sul modo in cui gli studenti italiani affrontano i compiti

Benessere animale e agricoltura biologica, arrivano due importanti provvedimenti regionali

Emanati dalla direzione regionale su indicazione dell’assessore all’Agricoltura e alla Sovranità Alimentare, Giancarlo Righini

Irrigazione sostenibile e resiliente, Consorzi di Bonifica e Università insieme

Un convegno tra esperti all'Unicas, in vista delle iniziative legate alla Settimana della Bonifica 2024: il resoconto
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -