Corruzione e truffa: ai domiciliari ex dirigente della motorizzazione

Frosinone - Domiciliari per l'ex dirigente della Motorizzazione e per il titolare dell'officina dove venivano registrate le revisioni

Ex dirigente della motorizzazione civile ai domiciliari. All’esito di un’approfondita attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Frosinone, attualmente nella fase delle indagini preliminari, validamente condotta dagli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Frosinone, sono state eseguite due misure cautelari personali degli arresti domiciliari, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone, persone indagate per i reati di corruzione contrario ai doveri di ufficio, induzione indebita a dare o promettere utilità, peculato, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale, truffa aggravata in danno dello Stato, false attestazioni o certificazioni, per le medesime tipologie di reato che hanno riguardato personale della Motorizzazione Civile di Frosinone. 

L’attività ha tratto origine da una serie di segnalazioni sulla presunta irregolarità di alcune revisioni, effettuate in una nota officina della provincia e con indagini più approfondite e, grazie all’utilizzo sia delle tradizionali tecniche investigative e delle più moderne tecnologie, gli accertamenti hanno consentito di richiedere e ottenere la misura cautelare degli arresti domiciliari per un dirigente della Motorizzazione Civile di Frosinone per i reati in precedenza indicati con riferimento alla revisione e al rilascio delle certificazioni per l’idoneità tecnica dei veicoli e per l’ottenimento di patenti di guida e “certificati di qualificazione conducente”.

Grazie alle risultanze investigative ed a seguito della richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, il G.I.P, riconoscendo la fondatezza del quadro probatorio, ha proceduto all’emissione delle procedure cautelari personali degli arresti domiciliari nei confronti del dirigente della Motorizzazione Civile di Frosinone e del titolare dell’officina presso la quale venivano registrate le revisioni. L’attuale indagine segue quella effettuata nel 2016 dalla Procura della Repubblica di Frosinone con delega alla Squadra Mobile della Questura di Frosinone che ha riguardato sempre personale della Motorizzazione di Frosinone. La responsabilità o meno dei predetti due indagati per i reati in precedenza indicati verrà stabilità solo all’esito di giudizio definitivo della magistratura. 

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l’intento di offrire al territorio “Una voce oltre la notizia”. Nasce dall’esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti…

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Sicurezza sul lavoro, scoperta una carrozzeria abusiva: scattano sequestri e maxi sanzioni

Cassino - Il titolare e tre lavoratori irregolari, sono stati colti intenti ad eseguire riparazioni. L'attività è stata sospesa

Frosinone – Inquinamento, continua la battaglia dei Medici per l’Ambiente contro il biodigestore

I Medici di Famiglia per l'Ambiente: "Dobbiamo alzare la guardia, ora più che mai. Siamo alla stretta finale di una battaglia"

Maltempo, previsti raffiche di vento e forti temporali dalla tarda serata: scatta una nuova allerta

Possibili anche grandinate e molta attività elettrica su tutto il territorio. L’allerta gialla durerà per 24/36 ore

Si è spento Don Mariano Morini, comunità e diocesi in lutto: domani il triste addio

Alatri - Aveva 84 anni. I funerali si svolgeranno alle ore 15, presso la Concattedrale di San Paolo Apostolo

Frosinone – Lite in un noto locale, giovane ferito con un bicchiere di vetro: nei guai un coetaneo

Sabato sera di violenza, ancora una volta protagonisti dei giovanissimi. L'intervento delle volanti ha permesso di evitare il peggio

Scivola per 130 metri dal Monte Tarino, terrore per un’escursionista. Poi il salvataggio ‘estremo’

Filettino - Momenti drammatici per una 27enne tratta in salvo dai caschi rossi di Ciampino con un intervento molto difficile
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -